Cronaca
8 Dicembre 2023
Proseguono gli accertamenti a tutto campo dei consulenti nominati dalla Procura. Dalle risultanze delle analisi sul 21enne si deciderà se continuare a contestare ai Di Gaetano il tentato omicidio o le lesioni aggravate

Omicidio Big Town. Focus degli inquirenti sulle ferite di Piccinini

(Foto di Riccardo Giori)
di Davide Soattin | 2 min

Leggi anche

Furti a Malborghetto, stretta della Polizia di Stato

La questura fa notare la costante attività di prevenzione e presenza sul territorio che "ha l'obiettivo - afferma una nota di Palazzo Camerini - di assicurare e mantenere le condizioni di autentica tranquillità pubblica, riducendo la percezione di insicurezza dei cittadini"

Falsi green pass. Altri trenta no vax patteggiano

Altra tranche di patteggiamenti in tribunale a Ferrara per trenta no vax coinvolti nell'inchiesta Red Pass che, nel 2022, dietro il coordinamento della Procura di Ferrara, aveva portato gli uomini della Guardia di Finanza a scoperchiare un sistema di false vaccinazioni Covid per ottenere falsi green pass

Fatture false per ottenere contributi Covid, un 67enne è a processo

Un uomo di 67 anni è finito a processo in tribunale a Ferrara con l'accusa di tentata indebita percezione di erogazioni pubbliche dopo che, approfittando del suo ruolo di rappresentante legale di una società edile, avrebbe agito con l'intento di ottenere 134.835 euro a titolo di contributo a fondo perduto previsti per i soggetti che vennero colpiti dall'emergenza epidemiologica del Covid-19

Proseguono le indagini a tutto campo degli inquirenti sui fatti del bar Big Town di via Bologna dove, nella nottata tra l’1 e il 2 settembre, venne brutalmente ucciso il 42enne Davide Buzzi, a seguito di una violenta colluttazione con Mauro Di Gaetano, titolare del locale, e suo padre Giuseppe, entrambi ancora in carcere a Ferrara.

Lo scorso 5 dicembre, infatti, è stato conferito l’incarico all’anatomopatologo Roberto Testi di Torino, che effettuerà le analisi istologiche dei campioni prelevati durante l’autopsia sulla vittima, andando ad affiancarsi al medico legale Silvia Boni, impegnata anche sull’analisi delle gravi ferite da taglio all’addome riportate da Lorenzo Piccinini, il 21enne che si trovava insieme a Buzzi al momento dell’aggressione, poi ricoverato in condizioni disperate all’ospedale di Cona, salvandosi.

Gli accertamenti, in tal senso, saranno rilevanti per capire se i fendenti a lui inferti sarebbero stati tali da cagionarne o meno la morte. Un passaggio necessario alla Procura che, in base alle risultanze, deciderà se mantenere l’attuale accusa di tentato omicidio a carico dei Di Gaetano – indagati ovviamente anche per l’omicidio di Buzzi – o se cambiarla con quella di lesioni aggravate ai danni di Piccinini, oggi – a sua volta – ancora agli arresti domiciliari dopo essere stato accusato di tentata estorsione.

Al contempo proseguono le operazioni dei Ris di Parma che, dopo il sopralluogo al Big Town, avranno il compito di analizzare le forme delle macchie di sangue individuate sul pavimento e sulle pareti del locale, utili a definire le modalità in cui è avvenuta l’aggressione, a cui si aggiungono quelle del Nucleo Investigativo dei carabinieri che, attraverso l’analisi informatica dei telefoni cellulari delle quattro persone coinvolte nel tragico episodio, sono alla ricerca di altri dettagli per ricostruire le dinamiche di quella tragica notte.

 

 

 

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com