Mer 13 Feb 2019 - 1222 visite
Stampa

Due rotatorie per una Romea più sicura, pronto il progetto per l’incrocio maledetto

Anas e il Comune di Mesola concordano sulla soluzione caldeggiata da anni anche dai cittadini: due rotatorie per scongiurare altri gravi incidenti. Padovani: "Opera già finanziata, ne abbiamo ribadito la necessità"

di Giuseppe Malatesta 

Mesola. Non una, bensì due rotatorie miglioreranno e soprattutto tenteranno di rendere più sicura la circolazione nel mesolano, nel Comune attraversato da un tratto di Statale Romea ad elevata incidentalità.  È quanto emerso nella sede regionale di Anas martedì mattina, in occasione di un incontro tra l’ente ‘strade’ e il sindaco di Mesola Gianni Padovani.

Il recente, tragico, incidente stradale costato la vita a Maria Paola Passafini ha solo fatto avvertire con maggiore urgenza una questione ritenuta da anni di vitale importanza dai cittadini, tornati di recente a caldeggiare la soluzione di una rotatoria. “Si è ribadita la necessità di portare a termine un progetto complessivo che prevedere la costruzione di due rotatorie: una dove attualmente vi è il semaforo che regola l’accesso alla frazione di Bosco verso Goro e l’altra nell’intersezione di via Garibaldi con la statale Romea” spiega proprio Padovani.

Oltre alle due rotatorie vi sarà la messa in sicurezza degli altri incroci che insistono sulla Statale, che si prevede in alcuni casi di allargare, in altri di migliorarne la visibilità e la segnalazione con indicazioni più precise.

“Attualmente il progetto è completato – aggiunge il sindaco – e vi è la certezza che è stato completamente finanziato: in questi giorni è stata avviata l’interlocuzione con i vari enti coinvolti per l’acquisizione dei pareri di legge. Nell’attesa sarà redatto il progetto esecutivo e quindi appaltata l’opera che, ripeto, è già stata tutta finanziata”.

Infine, a completamento dell’incontro, Anas ha affermato che entro la fine della primavera verrà rifatto completamente il manto stradale con relativa segnaletica verticale ed orizzontale. “Ribadisco l’importanza di questo incontro che fa seguito a molti altri che si sono susseguiti in questi anni e mesi per rimarcare con forza la necessità della messa in sicurezza della Statale con la costruzione delle rotatorie, con l’auspicio che queste opere riducano il più possibile gli incedenti stradali in zona”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi