Mar 7 Feb 2017 - 1534 visite
Stampa

La Lega: “San Bartolomeo non è la pattumiera di Ferrara”

Gente in strada per protestare contro l’arrivo annunciato da Lodi di nuovi migranti nella frazione

di Marcello Celeghini

“Non siamo la pattumiera di Ferrara”. Circa un centinaio di persone ha sfidato la pioggia per partecipare alla manifestazione organizzata dalla Lega Nord nella frazione, e capeggiata come sempre da Nicola ‘Naomo’ Lodi, contro la possibilità che un gruppo di richiedenti asilo, già ospitati in un appartamento in città, possa essere trasferito nei prossimi giorni in un’abitazione messa a disposizione nel centro abitato del paese.

L’opposizione all’arrivo di questi nuovi richiedenti asilo nella frazione, che ricordiamo ospita già un gruppo di migranti in un’altra struttura, sarebbe legata, secondo i leghisti, al fatto che tali nuovi richiedenti asilo siano persone problematiche e che nell’attuale alloggio in città – notizia data a suo tempo da Estsense.com – abbiano creato problemi di ordine pubblico e, sempre secondo il Carroccio, “proprio per questo motivo la cooperativa che li ha in carico vorrebbe trasferirli in un luogo più defilato dal centro cittadino”.

Nella mattinata di lunedì Nicola Lodi ha incontrato il prefetto Tortora per avere informazioni riguardo a questa operazione e anche per le future ripartizioni di migranti per la nostra provincia. “Il prefetto non ha escluso l’arrivo di altri migranti a San Bartolomeo nelle prossime settimane o nei prossimi mesi. Siamo pronti a fare le barricate come a Gorino- annuncia Lodi-. Se servirà andremo anche a manifestare davanti alla Prefettura portando tutte le persone di San Bartolomeo, Gorino e Gaibanella per far sentire la nostra voce ad uno stato che sa solo fare ad ordinare ed imporre mentre i cittadini su questo tema sono davvero allo stremo”.

Durante la manifestazione, terminata con la diretta del programma ‘Dalla Vostra Parte’ in onda proprio lunedì sera su Rete4, Lodi ha anche annunciato la probabile azione del proprietario dell’immobile in questione che, dopo le varie voci sugli ospiti che dovrebbero arrivare nell’immobile di sua proprietà, sarebbe intenzionato a rievocare la concessione alla cooperativa che gestisce il servizio per i richiedenti asilo. “Ma tale indiscrezione- garantisce Lodi – sarà confermata solo in una conferenza stampa che organizzeremo nel caso nei prossimi giorni”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi