Maurizio Musacchi

Maurizio Musacchi

Sono nato a Ferrara, dove abito da sempre, il 20 aprile 1940. Ho svolto diversi lavori prima di diventare autista di scuolabus nella “storica” scuola d’agricoltura Istituto Navarra di Malborghetto di Boara. Trasferito al Provveditorato agli Studi di Ferrara, negli ultimi dieci anni circa di lavoro, prima della pensione, ho iniziato, spinto da numerosi colleghi, a scrivere poesie, “zirudèle” e altro. Mi sono iscritto così a premi letterari vincendone alcuni o piazzandomi tra i primi, una sessantina di volte. Ho pubblicato due libri: “Piccole memorie in una piccola Ferrara”, in e-book, e “San Valentino a Ferrara”. Sono presente in numerose antologie, riviste e altro, prevalentemente in Dialetto Ferrarese, del quale ho pubblicato in compagnia con diversi studiosi e intellettuali un vocabolario. La professoressa Floriana Guidetti, fondatrice della compagnia teatrale “I ragazit da ‘na volta”,scrittrice, poetessa regista teatrale e una dei massimi esperti di Dialetto Ferrarese, mi ha “costretto” ad interpretare una parte consistente in una sua commedia in vernacolo “La Sgnóra Mercèdes”. Da quel momento ha cominciato a recitare, collaborando con diverse compagni e teatrali Ferraresi.

Da Maurizio Musacchi On martedì, 24 Marzo, 2020
0 Comments

Dalla Seconda Guerra Mondiale al coronavirus

Carissimi Amici. Fa pochi giorni avrò ottant’anni. Nacqui il 20 aprile 1940. (Giorno combaciante , non anno ovviamente, con quello di Massimo D’Alema, Adolf Hitler, Pietro Aretino, Joan Miró e tanti altri More...

Da Maurizio Musacchi On giovedì, 12 Marzo, 2020
0 Comments

Speranzo Millenio tra Thunberg, umarèl e coronavirus

Greta Thunberg, umarèl, coronavirus. Ammiro molto la ragazzina svedese che ha provato a dare una smossa all’indifferenza della “Grande Finanza” nei confronti dei problemi climatici sulla Terra. Ritengo More...

Da Maurizio Musacchi On mercoledì, 12 Febbraio, 2020
0 Comments

Piccole storie dei nostri dialetti

Floriana Guidetti: storia condensata delle parlate in provincia di Ferrara. Ho chiesto alla professoressa Floriana Guidetti di regalare a me e a tutti gli appassionati di dialetto ferrarese un concentrato di More...

Da Maurizio Musacchi On giovedì, 6 Febbraio, 2020
0 Comments

Cani e solitudine in dialetto ferrarese

L’amore per un cane e il dramma della solitudine. Carissimi amici del dialetto di Ferrara, oggi vi propongo due poesie di una persona molto amata a Ferrara, per la dolcezza e amabilità di carattere, per More...

Da Maurizio Musacchi On mercoledì, 1 Gennaio, 2020
0 Comments

Dàr al Bònàno

  Carissimi amici del dialetto di Ferrara e delle tradizioni. Un tempo, noi bambini andavamo a “dàr al bònàno”(augurare buon anno). Ci si alzava all’alba per andare a suonare i campanelli delle More...

Da Maurizio Musacchi On venerdì, 20 Dicembre, 2019
0 Comments

“La serenàda” truculenta a Sambe

“La serenàda” a San Benedetto (meglio conosciuta come Sambe). Storia o leggenda, truculenta in poesia nei versi in dialetto di Nino Tagliani. Nel dopoguerra la mia famiglia si trasferì, da dove More...

Da Maurizio Musacchi On lunedì, 2 Dicembre, 2019
0 Comments

Zirudèla dlà bìga ach rìd, quando la bici ride in dialetto

La bicicletta: un omaggio al veicolo simbolo di Ferrara e a un suo grande amico, Flavio Mari. “Biga, “Spìciula”, “Cìcla”, “Generosa”, “Cavallo d’acciaio”,”Bicicléta”,”Bigòn”, More...

Da Maurizio Musacchi On domenica, 17 Novembre, 2019
0 Comments

Antiche emozioni ferraresi e un po’ di busker in dialetto

Carissimi, oggi vi presento due poesie che hanno ottenuto segnalazioni e sono state pubblicate nel relativo libro del prestigioso XXX concorso di poesia “Poetar Padano” di Carpi. La prima, “Brisul”, More...

Da Maurizio Musacchi On martedì, 5 Novembre, 2019
0 Comments

Al pan fraréś e Francesco Benazzi

Un ricordo di un grande ferrarese, che a  96 anni, che ci ha lasciati in questi giorni. Si tratta di una piccola cosa, tra le tante da lui realizzate, magari di valore artistico superiore, ma vi assicuro che More...

Da Maurizio Musacchi On domenica, 20 Ottobre, 2019
0 Comments

Quando l’educazione passava dagli slapòn

Cipón, ślapón, svimnà, scupazón (modi dialettali traducibili in sberle o giù di lì), nùśa (colpo secco sul cranio con il dito medio piegato, quasi un pugno, ma meno violento), sgranadlà (colpo di scopa), More...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi