Lettere al Direttore
31 Marzo 2024

Nuova piscina in via della Grotta

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Meloni e il 25 Aprile

La lettera del Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, che cerca di mettere una pezza sul caso creato, o fatto creare dalla Rai in prossimità del 25 aprile, che resta la Festa della Liberazione dell’Italia dalla guerra e dall’occupazione nazista e fascista, non mi...

Lavoro e permesso di soggiorno

Comunicato dell'assemblea dei lavoratori stranieri, aprile 2024   Siamo persone arrivate in Italia per vivere, lavorare in regola e dare un contributo economico e sociale a questo Paese. Lavoriamo in regola da anni in Italia nell'edilizia, nell'agricoltura,...

Alcune domande sulla propaganda del sindaco Fabbri

Egregio Direttore di Estense.com, da osservatore della politica locale mi pongo alcune domande sulla propaganda del sindaco Fabbri. Mi spiego meglio: alle scorse elezioni l’attuale maggioranza ha vinto anche grazie a una macchina promozionale che ha puntando molto...

Le scuse dell’Asd Tiro a segno di Bondeno

In relazione alla notizia diffusa sugli organi di informazione relativa alla scomparsa di Giuliano Marchetti la Direzione dell'Asd Tiro a segno di Bondeno di è basata su una fonte che è risultata inattendibile ci scusiamo infinitamente e ufficialmente con tutti ma...

Contributi del Comune o regali?

Si è letto di recente sulla stampa locale che il Comune di Ferrara ha stanziato € 150.000,00 per le micro imprese commerciali e quelle artigiane di servizi alle persona e cura degli animali da compagnia (vedi limitazioni codici Ateco), site nel forese, fondo che...

Vorrei conoscere il genio che ha progettato un dosso alla fine di una strada in discesa. Via della Grotta è una strada che parte in alto da via Piangipane e arriva in discesa in Rampari di San Paolo in un contesto che da anni soffre di problematiche, mai risolte, legate ad allagamenti in occasione di forti temporali e alluvioni ormai sempre più frequenti.

In questi interminabili lavori del piano periferie siamo arrivati al rifacimento dell’asfalto in Rampari di San Paolo in corrispondenza di quel bel piazzale di cemento con un po’ di arbusti che fingono di assorbire CO2, dopo aver fatto marciapiedi esageratamente alti adesso asfaltano la strada creando appunto un dosso alla fine di via della Grotta angolo Rampari.

Le ragioni le apprendo dalla stampa in occasione della comunicazione dell’avvio della riqualificazione del parcheggio ex mof.  Una delle linee guida dell’intervento è “la creazione di un importante asse ciclo-pedonale di collegamento tra le nuove piazze in via Rampari e la darsena, ideale proseguimento di via della Grotta”.

Se l’intento è questo perché, anziché alzare il livello stradale, non si è scelto di creare uno scivolo per cicli e pedoni in corrispondenza del dislivello tra piazzale e strada? Anche se la ditta che ha eseguito i lavori mi ha riferito di aver rifatto, di propria iniziativa perché nel progetto non era previsto, i nuovi i raccordi con le fognature appena prima del dosso, quando le fogne non tirano, e questo succede spesso l’acqua non va giù, anzi dai tombini sale creando inevitabili allagamenti, poi è noto che l’acqua non scorre in salita, ci dobbiamo dotare di canoa?

Mi domando chi ha progettato (tecnici) e chi ha commissionato (amministrazione) non si sono documentati sulle problematiche della zona? e sì che segnalazioni negli anni ne sono state fatte, il problema doveva essere noto. Sono stati rifatti i marciapiedi, piazzali ecc.. ma non le fognature in rampari e vie limitrofe. Vorrei poi soddisfare una curiosità personale, esiste una casistica nel mondo di dossi costruiti alla fine di una strada in discesa?…progettisti genii…li vorrei conoscere!

Lara Sitti

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com