gio 17 Ago 2017 - 2659 visite
Stampa

Si alza il sipario sulla Spal 2017-2018

Colombarini: “Il Mazza diventi un fortino in grado di incutere timore agli avversari”

(foto di Alessandro Castaldi)

di Simone Pesci

Con il coro “tanto già lo so che l’anno prossimo gioco all’Olimpico” si è alzato il sipario sulla Spal 2017-2018, che andrà a disputare il campionato di serie A. Nella cornice del Puedes, nel sottomura colorato di biancazzurro per l’occasione, migliaia di persone hanno applaudito i vecchi e i nuovi calciatori della rosa spallina.

Applausometro che ha decretato Meret, Costa, Lazzari, Antenucci, Schiattarella, Schiavon e Mora – accolto dal coro “c’è solo un capitano” – come idoli principali della tifoseria spallina, che fra cori e fumogeni ha trasformato il sottomura di via Baluardi in una succursale del Paolo Mazza.

Dopo le presentazioni di rito di tutti gli effettivi a disposizione di mister Leonardo Semplici e dello staff tecnico e medico si è entrati nel vivo della serata, con le parole di Simone Colombarini che ringrazia tutta la gente “presente qui stasera, è grazie a voi che abbiamo ottenuto tutti i risultati degli ultimi anni”. Entrando nel merito della prossima stagione il patron auspica, anche nei momenti più difficili, “una grande partecipazione, sperando che il nostro stadio diventi un fortino in grado di incutere timore agli avversari”.

Gli ha fatto eco mister Leonardo Semplici, che ribadisce una volta di più come “l’unione sarà importante: i giocatori passano ma la società rimane, per questo dovremo avere tutti voglia di soffrire”. Toni sposati anche dal direttore sportivo Davide Vagnati, che per una sera ha lasciato i tavoli delle trattative di mercato per accorrere a salutare le migliaia di supporters spallini: “la passione dei tifosi vale di più che un avversario difficile, stateci vicini perché i ragazzi hanno bisogno di voi”.

La scena principale, manco a dirlo, se l’è invece presa ancora una volta il presidente Walter Mattioli, esortato dal pubblico a portare la Spal in Europa. “L’anno scorso avevo parlato di serie A, quest’anno cosa volete che vi dica? Scommettete 20 euro sullo scudetto” esordisce divertito. L’anno che verrà, secondo il ‘pres’ “sarà ricco di soddisfazioni per i tifosi e per tutta la città di Ferrara, che vedrà le squadre più forti d’Italia e d’Europa”. E poi, ecco la promessa: “ci danno già per spacciati, ma la Spal non è mai spacciata. Se ci uniremo tutti come l’anno scorso sono convinto che torneremo a fare la serie A”.

Serie A che non inizierà domenica all’Olimpico per Alberto Grassi. L’ecografia a cui si è sottoposto il centrocampista di Lumezzane ha evidenziato una lesione di primo grado al quadricipite femorale, che gli precluderà la possibilità di giocare contro la Lazio. Nell’allenamento pomeridiano di mercoledì si è fermato anche Federico Mattiello, che ha interrotto la seduta per il riacutizzarsi di un affaticamento all’adduttore.

Capitolo abbonamenti: sono state sottoscritte altre 50 tessere, per un totale di 8065 persone che si sono assicurate il proprio posto allo stadio Paolo Mazza per la prossima stagione.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi