Mar 12 Feb 2019 - 1856 visite
Stampa

Famila, trasloco all’area ex Pesci: “Vantaggi per tutti”

Unicomm intende investire 7 milioni per lo spostamento e assumere 20 persone in più. "Ma va inserito nel piano della ricostruzione post sisma"

Cento. Il Gruppo Unicomm conferma la volontà di spostare di circa 500 metri il punto vendita a marchio Famila, già presente a Cento, con una nuova struttura all’interno dell’ex area Pesci.

Si tratta di un’area libera, abbandonata da tempo e nelle immediate vicinanze del centro storico, che era precedentemente già a destinazione commerciale, poi modificata in residenziale.

Il Gruppo Unicomm ha impostato un piano industriale che lo porterà ad investire 130 milioni di euro in nuove realizzazioni e ristrutturazioni dei suoi punti vendita nei prossimi anni. L’intervento su Cento, stimato attorno ai 7 milioni di euro, si inserisce all’interno di questo piano complessivo.

L’obiettivo – spiega la società di Gdo – “è rendere più funzionali i nostri supermercati, andando incontro alle rinnovate esigenze della clientela, costruendo strutture che rispettino i più moderni parametri di efficienza energetica e di edilizia sostenibile”.

Nel caso del Famila di Cento, trattandosi di un semplice spostamento e non di un nuovo insediamento commerciale, “il supermercato che vorremmo inaugurare nell’ex area Pesci non andrebbe, tra l’altro, a modificare o intaccare in alcun modo l’equilibrio commerciale della città”.

Pertanto “eravamo e restiamo convinti che si tratti di un intervento che non rappresenta un vantaggio solamente per il privato ma per tutta la collettività – ribadisce Unicomm -. Lo spostamento, infatti, porterebbe non solamente al versamento degli oneri di urbanizzazione nelle casse comunali, ma anche alla realizzazione di una rotonda di fronte all’hotel Europa e al completamento della pista ciclabile dalle frazioni fino al centro storico, interamente a spese di Unicomm”.

L’altro aspetto cruciale è quello occupazionale: l’azienda si è impegnata ad assumere 20/25 persone in più all’interno del nuovo negozio, in aggiunta a quelle già operative all’interno dell’attuale punto vendita. Infine vi sarebbe un ovvio effetto benefico sull’indotto delle aziende locali per l’esecuzione delle opere e per le attività ricettive e di ristorazione, grazie alla presenza delle maestranze nel cantiere.

Per tutte queste ragioni il gruppo chiede all’amministrazione comunale di approfondire e valutare con attenzione l’inserimento dello spostamento del Famila all’interno del Piano della Ricostruzione post terremoto. “La nostra disponibilità al dialogo è assoluta – riferiscono gli investitori -: per questo, nei prossimi giorni speriamo di poter incontrare il sindaco per comprendere se sussista ancora la disponibilità a consentire lo spostamento del punto vendita all’interno dell’area ex Pesci. In caso contrario, ci troveremo nostro malgrado costretti a modificare il nostro piano industriale e a dirottare su comuni contermini l’investimento già allocato per il Comune di Cento”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi