Cento
24 Aprile 2024
Condannati entrambi dal giudice di pace. In appello il più giovane viene assolto

Vigilia di Natale finita a pugni tra due fratelli

di Redazione | 2 min

Leggi anche

“Per il lavoro* ci metto la firma”, la campagna referendaria della Cgil

È iniziata dal 25 aprile la campagna referendaria della Cgil per alzare l’attenzione in merito a quattro quesiti che, attraverso la raccolta firme, la Confederazione Generale Italiana del Lavoro intende proporre per tutelare i lavoratori. L’asterisco accanto a “lavoro*” nello slogan della campagna racchiude in sé quattro punti: stabile, dignitoso, tutelato e sicuro

La Curva Ovest si schiera contro la candidatura dell’ex capo della Mobile

Il nome all'indice è quello di Pietro Scroccarello, ex capo della Squadra mobile ed ex vicequestore di Ferrara, inserito nella lista della Lega. La Ovest non teme “in alcun modo di essere strumentalizzata” ma ha deciso che “non possiamo tacere sulla candidatura depositata nei giorni scorsi con la lista della Lega a Ferrara”

Elezioni. Enrico Bassi: “Copparo riparta da Berco e agricoltura”

È con lo slogan ‘’Riparti Copparo’’ che si è presentata, venerdì sera 17 maggio, in Piazza della Libertà, a Copparo, la coalizione di centrosinistra sostenuta da Partito Democratico, Movimento 5 Stelle e lista civica Rinascita. Un gruppo composto da 16 candidati aventi un unico obiettivo: “Vicino alle persone’’. E, attorno a loro, oltre 300 persone

Pieve di Cento. Era la vigilia di Natale dello scorso anno. Per le feste si ritrovano assieme, con le rispettive famiglie, due fratelli tra i quali, per questioni legate all’eredità paterna, negli ultimi tempi non corre buon sangue.

Il più giovane dei due, classe 1976, abita nella casa di Pieve di Cento ereditata come proprietà indivisa. Quella sera, mentre il più anziano, classe 1967, sta facendo la doccia, il minore scende nel sottoscala e per qualche motivo stacca la caldaia.

L’improvvisa doccia gelata fa infuriare il maggiore, che scende coperto da un asciugamano e inizia a insultare il fratello. Ne nasce un alterco, nel corso del quale il maggiore sferra un pugno all’altro. Questi, da referto del pronto soccorso, subirà una ferita all’occhio e allo zigomo.

Il giorno dopo, Natale, il 48enne denuncia quanto successo. Saputo della querela, anche il 57enne fa altrettanto, lamentando in querela di essere stato spinto e di aver riportato una ferita alla spalla mentre cadeva.

Di fronte al giudice di pace entrambi (assistiti dagli avvocati Gianni Ricciuti per il fratello minore e dall’avvocata Petra Balboni per il maggiore) vengono condannati a una multa di 344 euro oltre al risarcimento danni reciproco.

In sede di appello il giudice Giovanni Solinas ha invece assolto il 48enne “perché il fatto non sussiste”, confermando la condanna del coimputato.

“In secondo grado – commenta Ricciuti – siamo finalmente riusciti a far riconoscere le macroscopiche differenze tra le due posizioni e ora agiremo in sede civile per i danni”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com