dom 25 Feb 2018 - 3533 visite
Stampa

Ubriachi, lanciano oggetti sui binari e attaccano i carabinieri

Arrestati e condannati due uomini di 24 e 31 anni che venerdì notte hanno messo a rischio anche il passaggio dei treni

(archivio)

Sarebbe potuta finire malissimo la notte alcolica di due uomini di 24 e 31 anni, che venerdì notte ne hanno combinate di ogni colore alla stazione di Ferrara.

I due, entrambi marocchini, ubriachi, si sono messi a discutere in maniera molto animata, al punto di prendersi a spintoni, mentre si trovavano nella banchina del primo binario. Uno di essi è anche caduto, mentre quello rimasto in piedi si è messo a gettare oggetti sui binari mentre transitavano i treni.

Sul posto, chiamati dal personale delle Ferrovie dello Stato, sono immediatamente arrivati i carabinieri del Norm e della stazione di corso Giovecca, che hanno avuto un bel da fare per prenderli, dato che i due si sono scagliati violentemente anche contro i militari. Alla fine, però, è probabilmente è stato un bene anche per loro, sono stati tratti in arresto e denunciati per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e attentati alla sicurezza dei trasporti.

Il tutto è accaduto verso le 22, quando il personale delle Ferrovie ha chiamato il 112 segnalando la presenza di due soggetti stranieri che, urlando frasi sconnesse, si spintonavano violentemente sulla banchina. Si tratta di Boudraa Abdelhak (31 anni, quello caduto per terra) e Achraf Olbani (24 anni) che ha continuato scagliando sui binari un cestino dei rifiuti, due secchi in plastica, tre spazzoloni per le pulizie e un borsone di grosse dimensioni contenente materiale per le pulizie, mentre erano in transito treni.

La pattuglia del Norm giunta subito sul posto, li ha trovati in stato di grande agitazione ed in evidente condizione di ubriachezza – che, nei pressi del binario 1 -, discutevano animatamente tra loro continuando a bere da una confezione di vino in tetrapak.

I due, all’invito di esibire i documenti di identità, hanno assunto repentinamente un atteggiamento ostile, scagliandosi contro i carabinieri con violenti spintoni, tanto da far cadere a terra il brigadiere capo equipaggio, il quale, tuttavia, non ha riportato lesioni. È stato quindi necessario l’arrivo di una seconda pattuglia, della stazione di corso Giovecca, con l’ausilio della quale i due stranieri sono stati finalmente bloccati.

Gli arrestati sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della caserma in attesa del processo con rito direttissimo celebrato nella giornata di sabato davanti il tribunale monocratico, che li ha condannati entrambi a 8 mesi di reclusione, con il divieto di ritornare a Ferrara.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi