lun 25 Lug 2016 - 10004 visite
Stampa

Ferrara. Spari contro una coppia di anziani: ucciso il marito, gravissima la moglie

Due giovani hanno sparato a due coniugi di 73 e 63 anni nel giardino della loro casa a Fossanova San Marco

Fossanova San Marco. Omicidio ieri mattina a Fossanova San Marco. Due giovani hanno sparato a distanza ravvicinata a due coniugi di 73 e 63 anni residenti in via Ravenna 277, uccidendo il marito e riducendo la moglie in fin di vita. Le vittime sono Roberto Tosi Savonuzzi e Raffaella Pareschi.

L’episodio di sangue è avvenuto ieri mattina attorno alle 9 a Fossanova San Marco e il movente è ancora al vaglio di polizia e carabinieri intervenuti sul posto per i rilievi e le indagini del caso, poi affidato ai militari dell’Arma. I vicini hanno visto due giovani allontanarsi in bicicletta e gli inquirenti sono sulle loro tracce. Uno dei due, sul quale si stanno concentrando in particolare le ricerche, è legato al proprietario della casa in cui viveva la coppia: sarebbe infatti il fidanzato di una nipote e un possibile movente – secondo le informazioni disponibili al momento – sembrerebbe da far risalire a questioni relative a debiti o dissidi relativi all’abitazione. I due giovani in bici sono fuggiti in direzione Ferrara e le ricerche sono state attivate nella zona e nei dintorni.

La donna è stata soccorsa con l’eliambulanza ed è stata trasportata in gravissime condizioni in ospedale, prima a Cona e poi è stata trasferita al Maggiore di Bologna, dove lotta tra la vita e la morte nel reparto di Rianimazione.

Il titolare delle indagini è il pm Stefano Longhi.

La coppia vive da molti anni nella villetta, abitata al piano superiore dal padrone di casa e proprio il cugino di questi, che abita di fronte al civico 440, è stato colui che ha chiamato il 112. “Non so nulla su storie di debiti, ma di sicuro non è stata una rapina. Ho sentito gli spari e ho chiamato il 112”, le sue affermazioni rilasciate ai nostri taccuini.

Al momento pare siano stati esplosi due o tre colpi con un’arma di piccolo calibro e da distanza ravvicinata, nel giardino dell’abitazione. L’uomo è stato colpito all’addome mentre la moglie è stata colpita alla schiena, probabilmente a seguito del suo intervento in difesa del marito.

I carabinieri stanno cercando i bossoli con l’ausilio di un metaldetector e ieri i carabinieri hanno sentito un testimone, mentre l’arma del delitto non è ancora stata trovata.

GUARDA IL VIDEO

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi