Gio 6 Ago 2020 - 3297 visite
Stampa

Marattin a Lodi: “Se fossi stato orgoglioso di pagare i debiti, il fisco non sarebbe stato costretto a pignorarti lo stipendio”

Il deputato di Italia Viva interviene sulla vicenda che riguarda il vicesindaco. Davide Bergamini (Lega): “Attacchi personali, il Pd ha gettato la maschera”

“Se fossi stato ‘orgoglioso di pagare i debiti’, il fisco non sarebbe stato costretto a pignorarti lo stipendio per obbligarti a farlo”. È Luigi Marattin, deputato ferrarese di Italia Viva e presidente della commissione Finanze della Camera, a dare una stilettata al vicesindaco estense Nicola Lodi per la vicenda dello stipendio pignorato.

Marattin riprende la risposta di ‘Naomo’, evidenziando l’incoerenza tra l’orgoglio rivendicato su Facebook e ciò che è agli atti, ovvero il fatto che il vicesindaco ha deciso di non pagare volontariamente un sesto delle somme che doveva, come previsto dalla legge e come da avviso dell’ufficiale giudiziario risalente a febbraio, ‘costringendo’ il giudice dell’esecuzione a dare il via al pignoramento del suo stipendio presso il Comune di Ferrara.

“Il populismo ha sempre la frase a effetto giusta, nel momento giusto. Rimane solo da scoprire fino a quando il popolo ci cascherà”, commenta ancora Marattin che ricorda come Lodi – che “alle elezioni amministrative del maggio scorso ha ricevuto il record di preferenze personali nella storia delle elezioni a Ferrara” –  “ha mantenuto il suo alloggio in una casa popolare (nonostante l’ottimo stipendio, che la giunta come primo atto ha anche provveduto ad aumentarsi del 10%) e gira orgogliosamente con un pass per disabili, pur senza esserlo” (il pass è regolarmente detenuto da Lodi dal 2006, ndr).

Una commento sulla vicenda arriva anche da Leonardo Fiorentini, ex consigliere comunale di Ferrara: “A me di tutta questa vicenda, la cosa che fa più arrabbiare non è che il vice sindaco voglia far finta di essere come voi (sempre che siate pluricondannati, evasori fiscali e debitori che non tengono fede ai propri impegni) – afferma -. Ma che il sindaco poche settimane fa si sia lamentato dei 3 milioni di euro di mancati versamenti Imu da parte dei cittadini ferraresi, dopo che (nientedimeno) aveva mandato il suo vice con fascia tricolore a chiedere il condono a Milano e raccolto le firme in piazza a Ferrara. Ci provano a prenderci per i fondelli, a fare gli amministratori con una mano e gli aizzapopolo con l’altra. Ma quando si governa i nodi vengono al pettine, prima o poi. E a pagare, state tranquilli, saremo al solito noi e voi”.

Nicola Lodi e Davide Bergamini (Lega)Interviene invece a difesa di Lodi, Davide Bergamini, Referente provinciale per Ferrara della Lega Salvini Premier: “Con gli attacchi personali diretti al vicesindaco di Ferrara che sta pagando i suoi debiti con il fisco, il Pd ha gettato la maschera – afferma -. Altro che partito vicino ai cittadini: la sinistra non perde il vizio ed è pronta a puntare il dito contro chi si è trovato o si trova in difficoltà economiche.  Quello ai danni di Nicola Lodi è un attacco becero e ingiustificato che mira a screditare un avversario politico sul fronte personale invece che cercare un confronto aperto e diretto. Dalla Lega massimo sostegno a Lodi e a tutti gli italiani che, come lui, con grandi sacrifici pagano i loro debiti con il fisco e solidarietà a tutti i cittadini vessati dall’Agenzia delle Entrate in questo momento di grande difficoltà economica”.

“Con questa vergognosa uscita, inoltre, il Pd a Ferrara si dimostra incapace di fare un’opposizione vera e di entrare nel merito dell’operato politico del vicesindaco e di tutta la giunta che sta dimostrando, in questi mesi, di aver dato un nuovo corso a Ferrara – continua Bergamini -. È innegabile, infatti, come Ferrara sia diventata una città più sicura, più attiva e vivace con una attenzione forte alle imprese e a tutte le attività del territorio e probabilmente è questo che il Pd non riesce a mandare giù e per questo cerca di smontare, uno dei simboli della campagna elettorale e uno dei candidati che ha ricevuto il maggior numero di voti grazie soprattutto alle battaglie portare avanti per anni in Lega. A chi sceglie questa strada per denigrare l’avversario vogliamo ricordare cosa accadrebbe se tutte le questioni private di ognuno dovessero finire in piazza come è successo per le vicende economiche del vicesindaco”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi