Mer 17 Lug 2019 - 113 visite
Stampa

L’Ariosto ingaggia Martina Crosta

Pallamano, serie A1/F. La centrale/terzino classe '93 proviene dall'Olimpica Dossobuono

La società Pallamano Ariosto Ferrara è riuscita a portare alla corte di coach Carlos Britos la centrale/terzino classe ’93 Martina Crosta, proveniente dall’Olimpica Dossobuono.

La dirigenza Ariosto si avvicina così al completamento di una rosa ampia e completa, pronta per affrontare una stagione che la vedrà impegnata su tre fornti: Serie A1, Ehf Challenge Cup ed una Final Four di Coppa Italia, che diviene uno degli obiettivi stagionali.

“Mi sono avvicinata a questo sport all’età di 11 anni e da allora, penso si possa parlare di amore a prima vista – ha dichiarato entusiasta Martina Crosta -. La pallamano rappresenta gran parte della mia vita e le scelte prese nel corso degli anni sono sempre state fatte in funzione di essa: sono ormai quindici anni che pratico questo meraviglioso sport. Mi reputo una giocatrice determinata, ambiziosa, con tanta passione, voglia di fare, di imparare e di dimostrare. La tenacia e la grinta sono gli elementi che più di tutti mi caratterizzano in campo: sono una ragazza che non molla mai e che lotta sempre fino alla fine”.

Crosta ha militato per quattordici stagioni nell’Asd Handball Flavioni Civitavecchia, società nella quale è nata e cresciuta. “In questi anni tante emozioni, tante delusioni, tanti sacrifici, duro lavoro, ma ripagata da belle soddisfazioni – aggiunge -! Sono partita,come tutte, campionati giovanili (che ricordo con piacere), per poi passare con la prima squadra in serie A2, disputando vari campionati, prima da ala sinistra, passando poi a terzino destro, sino a guadagnarmi il posto in campo, con il ruolo di centrale. Fra promozioni e qualche retrocessione, anno dopo anno, mi sono tolta tante soddisfazioni, raggiungendo gli obiettivi che mi ero prefissata sino a realizzare il mio più grande sogno: indossare per la prima volta nella vita la maglia della nazionale”.

Dovendo fare una classifica, le emozioni sportive più belle in assoluto per la giovane atleta sono state: la promozione in Serie A1 nella stagione 2015/2016 e la convocazione in nazionale nella stagione 2016/2017. “L’esperienza in nazionale più unica che rara, 3 raduni intensi e ricchi di emozioni fino alla convocazione per la qualificazione al mondiale. Piansi dall’emozione durante l’inno nazionale e tremai come una foglia quando entrai in campo per la prima volta in una partita ufficiale. In Serbia segnai le mie prime 2 reti con la maglia azzurra il giorno del mio compleanno. Certe emozioni non si scordano mai”.

Lo scorso anno la contattò l’Olimpica Dossobuono, proponendole un buon progetto per la stagione 2018/2019: decise di lasciare la mia squadra e la mia società per andare alla ricerca di nuovi stimoli e obiettivi.

Ecco ora arrivare la proposta dell’Asd Ariosto Pallamano: “chiamata prestigiosa ed entusiasmante, un buon progetto composto da persone armate da tanta voglia di fare: proprio come piace a me. Mi sono presa qualche giorno per pensare, poi, dopo aver valutato attentamente, ho deciso di accettare con entusiasmo, aprendo un nuovo capitolo della mia carriera. Ringrazio la società per la stima e fiducia riservatami e spero togliermi grandi soddisfazioni con le mie nuove compagne di squadra”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi