Sab 12 Gen 2019 - 2522 visite
Stampa

Spal, brusca frenata per le operazioni Schiattarella e Giaccherini

Il Frosinone deve liberare un posto a centrocampo, il Chievo è titubante nonostante il pressing estense. Prende quota l'ipotesi Cigarini

di Simone Pesci

Le grandi manovre della Spal subiscono una brusca frenata e prendono strade più impervie. La ‘colpa’ sarebbe di Lorenzo Crisetig, centrocampista in forza al Frosinone che di lasciare i gialloazzurri proprio non ne vuole sapere. O, almeno, non vuole scendere in serie B e ritornare a vestire la maglia del Crotone. Per far sì che venga definita l’operazione Schiattarella, infatti, il Frosinone non può non liberare almeno una casella sulla linea mediana. E’ una condizione imprescindibile. Per effetto domino, il discorso fra i due club in causa legato a Schiattarella va per forza di cose posticipato.

Gli estensi, nel mentre, si erano portati avanti individuando in Luca Cigarini il regista indiziato numero uno a colmare la casella che lascerebbe vuota il napoletano in caso di partenza. Crisetig permettendo, ovviamente.

Ma a frenare è anche la trattativa con il Chievo per Emanuele Giaccherini. I biancazzurri stanno pressando il Chievo per l’ex juventino, ma i veronesi, oltre a chiedere 3 milioni di euro, si fanno sempre più titubanti. In riva all’Adige iniziano a fare muro e non sono più così convinti di lasciarsi sfuggire tanto facilmente uno dei migliori uomini della propria rosa.

Sempre nelle fila clivensi milita Fabrizio Cacciatore, terzino destro che indiscrezioni hanno accostato nelle ultime ore a Spal, Bologna, Frosinone, Cagliari ed Empoli. Si trova al momento in cima alla lista dei preferiti Ervin Zukanovic, difensore centrale bosniaco in uscita dal Genoa. Sarebbe lui il sostituto di Johan Djourou, seguito dagli svizzeri di Xamax e Sion, anche se si è vociferato della suggestione Monaco, squadra della massima serie francese che sta navigando in pessime acque e allenata da Thierry Henry, ex compagno dello spallino ai tempi dell’Arsenal.

Lazzari, invece, è sempre più conteso. La Lazio potrebbe decidersi una volta per tutte a prestare alla Spal Murgia, considerandolo come un favore da contraccambiare con una corsia preferenziale per l’esterno spallino. A Napoli hanno provato a portare Lazzari alle pendici del Vesuvio già a gennaio, e sono convinti di avere una sorta di prelazione sul calciatore. Sulla sponda granata di Torino, invece, rivendicano gli ottimi rapporti con la Spal, visti i recenti affari che hanno portato a vestire la casacca biancazzurra Gomis, Bonifazi, Milinkovic-Savic e Valdifiori. A giugno, soprattutto se Lazzari giocherà un girone di ritorno sulla falsariga di quello di andata, se ne vedranno delle belle.

Nel frattempo, il centrocampista classe 2000 dell’Atalanta Andrea Rizzo Pinna è in procinto di accordarsi con il club di via Copparo. 

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi