mar 13 Feb 2018 - 793 visite
Stampa

Museo Egizio. Sgarbi al direttore: “Sconti anche per coppie cristiane”

Il critico d'arte: “Giusto lo sconto alle coppie arabe proposto dal direttore”

Non una polemica come quella di Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia, ma una proposta in più. Vittorio Sgarbi invita il direttore del Museo Egizio di Torino ad estendere lo sconto sul biglietto d’ingresso anche alle coppie cristiane.

“Lo sconto alle coppie arabe proposto dal direttore del museo egizio di Torino è una cosa giusta – osserva Sgarbi -, ma trovo altrettanto, e più, coraggiosa la proposta che mi viene da ambienti cattolici, in tempi di crisi e di conflitti, di fare il medesimo sconto alle coppie cristiane in visita a musei di arte italiana, in larga parte di ispirazione religiosa”.

È naturalmente ovvio che la riduzione sia, per chi si dichiara cristiano, praticata anche dai musei vaticani che, pur essendo in un altro Stato, poggiano sulla città di Roma, capitale universale del cristianesimo – prosegue il critico d’arte, assessore in Regione Sicilia e candidato alle prossime elezioni -. I valori cristiani sono in crisi o minacciati. In Francia un prete è stato ucciso in chiesa. La civiltà cristiana come quella egizia è universale. Bisogna favorire e rifondare l’appartenenza e l’identità. Per questo sono fondamentali i musei, che sono luoghi di formazione; e il primo obiettivo di ogni governo dovrebbe essere, per i musei pubblici, la gratuità dell’accesso. L’investimento sulla bellezza e sulla cultura non può riguardare gli istituti di formazione – conclude -. Un museo statale è come una biblioteca, al servizio della conoscenza”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi