lun 17 Lug 2017 - 12700 visite
Stampa

Tragedia in mare, si schianta contro un palo e muore

Muore nella Sacca di Goro un pescatore di 45 anni, Gennaro Ferrara. Lavorava per la Cooperativa Pescatori Volano

(foto di Giuseppe Malatesta)

Goro. Si è schiantato ad alta velocità con la propria barca contro una briccola e l’impatto è stato talmente violento da non lasciargli scampo. E’ morto così, recandosi questa mattina al lavoro, un pescatore di 45 anni, Gennaro Ferrara, fratello del presidente della Cooperativa Pescatori Volano, l’azienda per la quale lavorava.

L’uomo, originario di Caserta ma residente da tempo a Chioggia, ha sbattuto contro un palo all’interno del canale navigabile che porta alla Sacca di Goro, ma la sua imbarcazione è stata trovata dagli uomini della Guardia Costiera di Goro alla deriva all’interno della Sacca, in località Bonello. A dare l’allarme è stato il fratello della vittima, che attendeva Gennaro Ferrara al lavoro, in quanto avrebbe dovuto montare di guardia nella cooperativa. Dopo l’avvio delle ricerche una segnalazione giunta alla Guardia Costiera ha aiutato a ritrovare la barca.

Gli uomini dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Goro che hanno effettuato i rilievi hanno constatato che la prua del natante risultava aperta in due e a bordo si trovava il corpo ormai senza vita del 45enne, con fratture al braccio sinistro e al cranio. L’imbarcazione è stata tratta in secca e posta sotto sequestro, mentre la salma, su disposizione del pm di turno, è stata trasferita a Medicina Legale per l’autopsia. Sul posto è arrivato anche il personale sanitario del 118, che non ha potuto far altro che constatare il decesso del pescatore.

Stampa