mar 21 Mar 2017 - 107 visite
Stampa

La musica del ‘Frescobaldi’ oltre le mura

Comune di Vigarano e Conservatorio danno alla luce la rassegna "Concerti di Primavera"

Vigarano. Per il primo anno, dopo diversi eventi sporadici, il Comune di Vigarano Mainarda e il Conservatorio “Frescobaldi” di Ferrara danno inizio a una vera e propria rassegna, “Concerti di Primavera”, prima rassegna del Conservatorio che sconfina la città di Ferrara per arrivare nel comune dell’Alto ferrarese.

Si tratta di quattro appuntamenti musicali, che da marzo a maggio allieteranno Vigarano. «Il progetto del Comune di Vigarano di promuovere una stagione concertistica in collaborazione con il Conservatorio Frescobaldi di Ferrara – spiega Francesco Colaiacovo, presidente del Conservatorio –, rappresenta non solo la scelta politica dell’Amministrazione comunale di investire su un certo tipo di offerta culturale, ma è anche l’occasione per il Conservatorio di acquisire la coscienza di essere luogo di formazione e produzione musicale, la cui attività può e deve superare i confini tradizionali delle mura estensi».

La rassegna prevede tre concerti nella Chiesa di Vigarano e un evento collaterale, che vedrà il coinvolgimento dell’Istituto comprensivo Alda Costa. «L’auspicio è che questa brillante intuizione possa innescare un circolo virtuoso – conclude Colaiacovo –, in cui l’offerta artistica del Conservatorio sia percepibile come opportunità di crescita culturale, anche dalle tante realtà più piccole del nostro territorio».

«Il Comune di Vigarano è da sempre volano culturale per il nostro territorio – spiega il sindaco Barbara Paron –, promuovendo eventi e incontri ancor più dopo gli eventi drammatici del sisma. Proprio la musica non solo rafforza una passione ma è anche un modo per crescere e formarsi». L’assessore alla cultura Flavio Tagliani evidenzia la lunga collaborazione che lega Vigarano al Conservatorio, presente da anni ma mai rappresentata in modo organico. «Quest’anno abbiamo voluto dare organicità all’iniziativa. La cultura è il nostro petrolio, per questo abbiamo voluto coinvolgere anche le scuole del territorio». La volontà è infatti quella di allargare la formazione musicale anche alle scuole dell’infanzia, come ha spiegato Elisa Borghi dell’Istituto comprensivo Alda Costa.

Gli appuntamenti:

Incontro con lo strumento, venerdì 24 marzo ore 10 Chiesa di Vigarano Mainarda. Far scoprire ai più giovani l’entusiasmante mondo della musica attraverso il suono che produce uno strumento musicale. È l’appuntamento di “Incontro con lo strumento”, pensato per gli studenti delle scuole primarie di Vigarano Mainarda, che venerdì 24 marzo alle 10 nella Chiesa di Vigarano Mainarda (via Ariosto), potranno scoprire le origini degli strumenti e sentire il loro suono e le differenti caratteristiche. I giovani ascoltatori saranno accompagnati nella scoperta della musica dalle classi di musica d’insieme per archi del docente del Conservatorio di Ferrara Luca Bellentani e di musica d’insieme per fiati del docente del Conservatorio Gianluca Roversi. Sarà un modo curioso per avvicinare il giovane pubblico alla musica classica, che potrà vedere all’opera alcune formazioni cameristiche del Conservatorio.

L’Ensemble barocco suona Vivaldi, domenica 26 marzo ore 20.30 Chiesa di Vigarano Mainarda Un rarissimo ascolto è quello proposto con il concerto di domenica 26 marzo dall’Ensemble barocco del Conservatorio “Frescobaldi” di Ferrara. Alle 20.30, nella Chiesa parrocchiale di Vigarano Mainarda, il concerto è infatti dedicato alle musiche che Antonio Vivaldi scrisse per liuto e strumenti ad arco, per la serata proposte con la più moderna chitarra. «Si tratta di brani di grande bellezza – spiega Achille Galassi, docente di violino al Conservatorio e organizzatore della manifestazione “Concerti di Primavera” –, raramente eseguiti data la difficoltà di mettere insieme numerosi esecutori, come richiesto dalle partiture». Nella serata, inoltre, verrà proposto il doppio concerto per liuto e viola d’amore, capolavoro del musicista veneziano. L’organico dell’Ensemble barocco, è composto da: chitarre (Piergiacomo Buso e Manuel Di Nuzzo), violini (Marcella Mammone, An Eunsaem, Giulio Signorile e Pasquale de Pinto), viola (Marta Fergnani), violoncello (Luisella Ghirello), contrabbasso (Francesco Cataldo) e viola d’amore e concertazione (Achille Galassi).

I fiati del Conservatorio Frescobaldi, domenica 30 aprile ore 20.30 Chiesa di Vigarano Mainarda Flauti e clarinetti, il concerto del 30 aprile porta a Vigarano Mainarda “I fiati del Conservatorio Frescobaldi”. Suddivisi in tre diverse formazioni, durante la serata sotto la direzione Gianluca Roversi, docente di musica d’insieme per fiati del Conservatorio, nella Chiesa di Vigarano Mainarda si susseguiranno tre gruppi: il trio di clarinetti (2 clarinetti e clarinetto basso), il quartetto di flauti e il quintetto a fiati classico (flauto, oboe, clarinetto, corno e fagotto). Dall’opera del compositore ungherese Ferenc Farkas alle musiche di Johann Strauss, passando per alcuni brani tratti dallo Schiaccianoci di Pëtr Il’ič Čajkovskij, non è detto che il repertorio non arrivi a toccare anche note più leggere, con accenni alla musica jazz.

Ensemble di ottoni del Conservatorio, domenica 14 maggio ore 20.30 Chiesa di Vigarano Mainarda L’ultimo appuntamento è dedicato alle maestose sonorità dell’Ensemble di ottoni, coordinato da Martina Dainelli con un repertorio che spazia dalle musiche rinascimentali alle classiche composizioni per tromba. L’Ensemble di Ottoni del Conservatorio si è formato due anni fa, con un progetto d’istituto per sostenere le classi di tromba e corno. Il suo organico può modularsi a seconda del concerto proposto così come il programma, che spazia dalla musica antica (Di Lasso, Gabrieli, Luzzaschi) a quella contemporanea (Ravel, Piazzolla), avvalendosi anche della collaborazione di Enrico Dolcetto, allievo di composizione del Conservatorio “Frescobaldi”, che per l’Ensemble di ottoni arrangia e compone brani originali. Per la data di “Concerti di Primavera” l’Ensemble suonerà al completo: trombe (Martina Dainelli, Sebastiano Giudici, Piergiorgio Vanzini, Luca Brunelli, oltre alla partecipazione in alcuni brani dei più giovani Elia Pedini e Lorenzo Rizzuta), corni (Massimo Mondaini, Lorenzo Checchinato, Maria Benedetta Piermattei), trombone (Giacomo Scanavini) e tuba (Paolo Lenzi).

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi