mar 27 Dic 2016 - 414 visite
Stampa

La polenta del contadino torna a casa

La festa nella tensostruttura parrocchiale per la prima volta dopo il terremoto

il-sabato-sera-1Poggio Renatico. L’associazione Spazio Identitario Mikael, in collaborazione con il Bar Irene, organizza anche quest’anno “La polenta del contadino”, giunta alla XVII edizione.

Il parroco don Roberto Pedrini ha permesso di ritornare dopo cinque anni nella “sede storica”, sotto la tensostruttura riscaldata di proprietà della parrocchia, di fronte all’abbazia danneggiata dal terremoto del 2012, in piazza del Popolo.

2003-i-primi-anniL’evento legato all’Epifania, a cui da due anni collabora attivamente anche la ProLoco locale, è patrocinato dal Comune di Poggio Renatico in quanto divenuto, oramai, una tradizione consolidata per la comunità poggese.

La degustazione si svolgerà dalle 19 della serata di sabato 7 gennaio e proseguirà anche per il pranzo di domenica 8 gennaio, dalle 11 alle 14. Il menù fisso prevede pasta con ragù di maiale, bis di polenta (unta con il ragù e fritta con la pancetta arrosto), dolce, acqua e vino.

“La polenta del contadino” fu ideata da Tonino Buriani e Francesco Visentini nel Natale del 2000 e, all’inizio, non era altro che una festicciola all’aperto per pochi ardimentosi che azzardavano a sfidare il freddo pur di godersi un po’ di compagnia.

Ora, al diciassettesimo anno, questa iniziativa ha un richiamo che va oltre la stessa provincia di Ferrara e si distingue come occasione popolare per ritrovarsi in allegria a degustare uno tra i prodotti alimentari che vantano una tradizione antica di secoli, la polenta appunto, condito con un favoloso e genuinissimo ragù di maiale (di quello fatto “come si faceva una volta”). La popolarità di questa “festa fra amici” continua ad espandersi e anche per questa diciassettesima edizione non intende tradire le attese.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi