Mer 11 Dic 2019 - 660 visite
Stampa

RemTech esporta tecnologia a Napoli per l’Hub Campania

Conferenze e visite alla “terra dei fuochi”. Tra gli obiettivi la prima Carta sulle bonifiche dei siti contaminati

È stato siglato martedì da Filippo Parisini, presidente di Ferrara Fiere, e da Michele Macaluso, direttore di Anea, l’accordo interfieristico tra RemTech Expo (FerraraFiere) ed EnergyMed (Mostra d’Oltremare di Napoli) per l’avvio di un progetto innovativo: la Hub Tecnologica Campania.

Il progetto Hub Tecnologica Campania nasce a marzo 2019 in occasione di un importante evento organizzato a Giugliano sul tema delle bonifiche e valorizzazione del territorio. All’evento erano presenti il ministro Sergio Costa, il sottosegretario Salvatore Micillo, il presidente di Anac Raffaele Cantone, il commissario straordinario Giuseppe Vadalà e Silvia Paparella, general manager di RemTech Expo, l’unico evento internazionale permanente specializzato sui temi delle bonifiche, rischi ambientali e naturali, rigenerazione e industria sostenibile.

La Hub Tecnologica Campania nasce quindi in piena sinergia con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ispra, il Commissario Straordinario per la Bonifica delle Discariche Abusive, e con la partecipazione di tutti i principali player pubblici e privati, nazionali e internazionali, con le finalità di promuovere il valore del risanamento del territorio e del recupero ambientale in Campania.

Il progetto congiunto prevede l’organizzazione di un importante evento centrato sul tema delle tecnologie e sulle attività di bonifica, coronato da un’esposizione dei migliori prodotti e servizi e da momenti di confronto tra istituzioni, imprese, associazioni, università, ricerca, esperti ogni giorno impegnati nella rigenerazione dei territori contaminati. Prevede inoltre in parallelo un momento di incontro e confronto con i cittadini e con gli studenti di alcune scuole presenti sul territorio e visite direttamente sulla “terra dei fuochi”.

Le sedi di svolgimento dell’evento sono due: Napoli, presso la fiera EnergyMed, una delle manifestazioni più importanti a livello nazionale in materia di sviluppo sostenibile e fonti energetiche rinnovabili che si terrà dal 26 al 28 marzo 2020 alla Mostra d’Oltremare e Giugliano dove si prevede un ampio coinvolgimento della cittadinanza e soprattutto delle scuole.

La Hub Tecnologica Campania rappresenta un vero e proprio polo di eccellenza che vede, tra le altre, la possibilità di individuare aree pilota per l’applicazione delle tecnologie innovative già disponibili sul mercato e la sperimentazione di nuove tecnologie in fase di validazione.

L’occasione sarà propizia anche per illustrare gli importanti approcci metodologici vincenti, implementati in ambito nazionale ed internazionale tra cui il Modello Taranto sviluppato dal Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto e le strategie per il superamento delle infrazioni comunitarie sviluppato dal Commissario Straordinario per la Bonifica delle Discariche Abusive, oltre ad eccellenze tecnologiche per la caratterizzazione e le bonifiche realizzate in ambito nazionale ed internazionale.

Allo scopo di inquadrare al meglio gli importanti obiettivi, si è deciso di nominare un Comitato Scientifico dedicato, che avrà il compito di individuare le migliori strategie congressuali e le modalità di promozione dei risultati attesi e raggiunti.

Il Comitato Scientifico sarà coordinato da uno dei massimi esperti internazionali in materia di bonifiche dei siti contaminati, il prof. Vito Felice Uricchio del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Tra gli obiettivi importanti, non manca la condivisione di quella che si prevede essere la prima Carta di Napoli sulle bonifiche dei siti contaminati.

L’appuntamento per la presentazione della Hub Tecnologica Campania è previsto a gennaio 2020 quando sarà organizzata la conferenza stampa di presentazione. Da domani, sarà possibile inviare le proprie candidature per la partecipazione alle fasi congressuali mediante apposito Call for Astract che si articolerà in tre sessioni, con relazioni ad invito, contributi selezionati, e un nuovo poster contest.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi