Sab 19 Ott 2019 - 2716 visite
Stampa

Blitz in Gad: nel mirino pusher, assuntori e droga nascosta

I carabinieri denunciano uno spacciatore e segnalano quattro clienti. L'unità cinofila della polizia locale fiuta la marijuana nei giardini del grattacielo

Nuovo blitz contro lo spaccio in zona Gad. In campo nel pomeriggio di venerdì i carabinieri del Comando di Ferrara e l’unità cinofila della polizia locale che ha fiutato la droga nei giardini del grattacielo. Il servizio coordinato di controllo del territorio nel quartiere più critico della città ha portato alla denuncia di un pusher, a quattro segnalazioni nei confronti di altrettanti assuntori e al sequestro di marijuana scovata dai cani antidroga.

Un giovane di 29 anni di nazionalità nigeriana, già conosciuto alle forze dell’ordine, è stato sorpreso mentre cedeva a un coetaneo italiano, in cambio di 30 euro, due involucri contenenti rispettivamente 0.29 grammi di eroina e 0.28 grammi di cocaina.

Il 29enne è stato denunciato in stato di libertà per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, nel frattempo, sono stati individuati altri quattro clienti, tre uomini italiani e uno pachistano, pizzicati in possesso di 6.50 grammi di hashish e di 2.80 grammi di marijuana complessivi. Tutti e quattro sono stati segnalati alla prefettura per la violazione amministrativa della detenzione di sostanza stupefacente per uso personale.

Tutto lo stupefacente è stato sottoposto a sequestro, così come la marijuana fiutata dall’unità cinofila che ha rinvenuto 55,70 grammi di ‘erba’ nei soliti nascondigli di via Felisatti. Durante il servizio congiunto dell’Arma e della polizia municipale sono state complessivamente controllate 21 persone, tutte extracomunitarie, e 12 auto.

Sempre durante i controlli di venerdì sera, al termine del blitz in Gad, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri hanno arrestato J.A., nato in Tunisia nel 1979, in Italia senza fissa dimora, pregiudicato, irregolare sul territorio nazionale, nella flagranza del reato di false attestazioni a pubblico ufficiale.

Il 40enne, fermato per un controllo in via Felisatti, ha fornito ai militari false generalità al momento dell’identificazione. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato rimesso in libertà ai sensi dell’articolo 121 delle norme di attuazione del codice di procedura penale.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi