Lun 12 Ago 2019 - 377 visite
Stampa

Cento anni per il bersagliere Squarzanti

Festeggiato il secolo di vita con un buffet a Consandolo con amici, conoscenti ed ex fanti piumati

Osscar Squarzanti con il sindaco Andrea Baldini

di Giada Magnani

Consandolo. Cento anni, cento primavere: di corsa. Su questo filo conduttore sabato scorso il bersagliere Oscar Squarzanti, di Consandolo ha brindato al secolo di vita. L’ha salutato con un buffet offerto al ristorante Nonno Socrate, del suo paese, attorniato dall’affetto dei propri cari, parenti e famigliari. Ma soprattutto dalla calorosa presenza di una quindicina di ex fanti piumati che, come lui, sono iscritti nella sezione argentana dell’associazione di militari in congedo, tra cui il presidente Luca Ricci Maccarini, inquadrati, nei rispettivi contingenti, nelle fila del corpo fondato dal generale La Marmora.

Squarzanti nel 1940/42, in pieno periodo bellico della seconda Guerra Mondiale, nelle fila del 9° reggimento, fece parte della spedizione in Africa settentrionale.

A fargli gli auguri di un buon compleanno c’era anche il sindaco Andrea Baldini, il presidente regionale per l’Emilia-Romagna dell’associazione nazionale Bersaglieri il Cavalier Gabriele Strozzi ed 80 invitati: cittadini, amici e conoscenti.

“Come scorre il tempo – ha affermato Squazanti, scrivendolo anche sul biglietto di invito alla cerimonia – anno dopo anno sono arrivato a 100. Festeggiamo insieme questo evento”.

Intanto pochi giorni prima, l’8 agosto, un suo “coetaneo” di Santa Maria Codifiume, Agostino Bondioli, ha soffiato su 103 candeline.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi