Lun 8 Lug 2019 - 3846 visite
Stampa

In Certosa tombe fantasma

Il Comitato Vittime della Pubblica Amministrazione scrive a Ferrara Tua

Ancora il campo M14 della Certosa di Ferrara. E ancora una mancata attenzione per il culto dei defunti. Succede alla Certosa di Ferrara, dove nei giorni scorsi è giunta una nuova segnalazione al Comitato Vittime della Pubblica Amministrazione.

Già nel mese di novembre 2017 l’associazione aveva denunciato un’incuria da parte di Ferrara Tua, nella manutenzione di diverse sepolture situate nel Campo M14 della Certosa di Ferrara. “Con solerzia e tempestività – ricorda il portavoce Aldo Ferrante -, il giorno successivo alla segnalazione, le “tombe” sono state ripristinate da Ferrara Tua, ed è stata ridata quel minimo di dignità e di decoro ai poveri resti e sollievo ai parenti”.

Ora un nuovo problema, segnalato dal Comitato con una nota inviata al sindaco di Ferrara, all’amministratore unico di Ferrara Tua e al presidente della Holding Ferrara Servizi, relativa a sepolture anonime.

“Abbiamo trovato diverse inumazioni “senza nome” e senza riferimento alcuno a chi appartenevano in vita i poveri resti”, spiega Ferrante. Nelle informazioni sui diversi tipi di sepoltura, alla voce ‘inumazione’ Ferrara Tua scrive che “Chi sceglie la sepoltura in terra in campo comune ha la garanzia di manutenzione della tomba e del verde circostante per dodici anni (?). Il giaciglio del riposo eterno deve essere manutenuto e curato; il rispetto e la dignità delle misere spoglie non devono mai apparire desolate e trascurate, od ancor più grave, appartenenti a defunti fantasma, ignoti o irreperibili”.

Ecco allora che secondo Ferrante. “vuol dire che più di qualcuno non ha fatto il proprio dovere. Non è possibile che nessuno si sia accorto che diverse sepolture erano carenti del nome del defunto. Chiediamo agli intestatari della presente: Perché permettiamo che alla sofferenza si aggiunga la difficoltà di non reperire la tomba del proprio caro?”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. <a target="_blank" href="https://www.iubenda.com/privacy-policy/34911805">Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy</a>.

Chiudi