Ven 14 Giu 2019 - 208 visite
Stampa

Letture Dantesche in versione estiva: cinque canti e uno spettacolo all’aperto

Tournée da piazza del Carbone. Ruben Garbellini: "Il mondo ha bisogno di poesia, arte e bellezza"

La Galleria del Carbone, in collaborazione con la Società Dante Alighieri di Ferrara, presenta le Letture Dantesche estive, che si svolgeranno nella piazza del Carbone antistante la galleria, da oggi (venerdì 14 giugno) al 3 luglio.

Paolo Volta, direttore artistico della Galleria, ha chiesto a Ruben Garbellini di portare le letture all’aperto nel mese di giugno. Saranno commentati e letti scenicamente i primi cinque canti dell’Inferno, oltre a una serata extra ordinaria, uno spettacolo per due voci e violino dedicato alla giovinezza poetica di Dante, narrata ne “La Vita Nova”.

Le Letture Dantesche Ferraresi nascono nel 2015, in occasione dell’anniversario della nascita di Dante (1265), in vari ambienti storici della città (Palazzo Scroffa, Palazzina di Marfisa d’Este), parallelamente alle letture per le celebrazioni ariostesche, entrambe tenute da Garbellini. Nel 2017, per dare “nutrimento all’anima oltre che al corpo”, Garbellini ha voluto proseguire il teatro della parola dantesca.

L’iniziativa si è rivelata di successo, tanto che quest’anno le Letture Dantesche Ferraresi han compiuto due anni, cui si è affiancata la collaborazione con la Società Dante Alighieri, che le ha portate in altri nobili luoghi della città, quali Palazzo Bonacossi e la Sala dell’Arengo.

Perché le letture Dantesche? “Perché il mondo ha bisogno di poesia, di arte e di bello, e tutto ce lo sta confermando –risponde l’interprete – ne è scaturita una necessità di Dante, che mi ha spinto non solo ad aderire positivamente alla richiesta della Galleria del Carbone, ma anche a programmare una tournée dantesca che, a partire dal prossimo autunno e perlomeno fino al traguardo 2021, anniversario della morte del divino poeta, toccherà, all’inizio, le tre regioni limitrofe Emilia Romagna, Veneto e Lombardia”.

Inoltre, al ritorno di Garbellini in Italia da Parigi, sua città d’elezione, si è andata formando spontaneamente attorno a lui una sorta di compagnia, costituita da quelle persone che lo hanno affiancato nel corso di questi ultimi anni di attività artistica.

“Così ho deciso di riunirli tutti sotto il nome di Compagnia del Sagittario, rimando astrale e concreto al tempo stesso, in attesa di future collaborazioni e in nome del “supremo ben de l’intelletto”, per presentarle questa mattina alla stampa” spiega Garbellini “un doveroso ringraziamento pubblico nei confronti di coloro con i quali ho eccellentemente lavorato sino ad ora”.

Tra essi si ricordano Cinzia Vaccari, attrice, Pier Claudio Fei, violinista e direttore d’orchestra, Lucilla-Rose Mariotti, violinista, Antonio Rolfini, pianista, e soprattutto il grandissimo violinista Marco Fornaciari, virtuoso di fama mondiale. Ecco il programma:

Venerdì 14 giugno : Inferno, canto I
Martedì 18 giugno : “Una giovinezza poetica: Vita Nova”, con Cinzia Vaccari e Pierclaudio Fei
Giovedì 20 giugno : Inferno, canto II
Mercoledì 26 giugno : Inferno, canto III
Venerdì 28 giugno : Inferno, canto IV
Mercoledì 3 luglio : Inferno, canto V

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi