Gio 23 Mag 2019 - 1590 visite
Stampa

Frequentare donne in politica

Posso dire che sono affascinato da una donna (che non è mia moglie), della sua visione e della sua capacità di ascoltare le persone? 

Che mi piace il progetto dal punto di vista umano e politico? 

E che mi sto divertendo un mondo a fare campagna elettorale insieme a lei?

Ma chi ci crede?

Meglio stare zitti…

Invece lo dirò, come ho sempre fatto su questo blog.

Sono un femminista convinto, credo che la vera emancipazione si raggiungerà solamente quando si parlerà poco o niente della donna in quanto tale.

Quello che mi ha stancato sono i sorrisini di compiacimento solo per il fatto di interloquire con lei…

Sono stanco di pollici rivolti verso l’alto…

Sono stanco di gomitate ammiccanti e di occhiolini allusivi…

Tutto questo distrugge me e non solo…

Mi distraggo talmente nel pensare a queste persone, uomini e donne così limitati, tanto da non riuscire nemmeno a concludere un discorso politico.

Alcuni anni fa mi capitò una cosa simile con politici di Ferrara che vennero al circolo per discutere di Berco; due uomini e una donna, tutti e tre giovani, belli e capaci: rimasi folgorato, li seguivo costantemente.

Con lei soprattutto avevo raggiunto un’affinità politica fuori dalla norma, mi piaceva tutto quello che diceva e faceva.

Andava bene frequentarla perché a lei piaceva una forma di relazione diversa?

È poco rispettoso ed eticamente spaventoso dire che partecipo alla vita politica di un movimento solamente per il fatto che ci siano belle donne.

Mi sale la rabbia, mista a dispiacere.

Penso a Nilde Iotti, Teresa Mattei o Tina Anselmi, grandi madri costituenti: cosa penserebbero di tutto ciò ? 

Ma quand’è che matureremo questo rispetto della donna?

“Lotterò fino a dimenticarmi del perché sto lottando”

E mi dedico questo pezzo…

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119

Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi