Ven 10 Mag 2019 - 464 visite
Stampa

“Con Fusari sindaco e Manzi a Bruxelles, Ferrara avrà un filo diretto con l’Europa”

La provocazione di Zamorani nel presentare la candidata alle europee

di Matteo Bellinazzi 

“L’Europa è una grande occasione non un problema”, di questo ne è fermamente convinta Silvja Manzi, numero 2 in lista per +Europa Nord-Est e segretaria nazionale di Radicali Italiani, che nel pomeriggio di giovedì 9 maggio ha fatto tappa nella città estense per la conferenza stampa organizzata al Grisù Factory da +Europa Ferrara sull’”Europa che vogliamo”.

“Quando sarà eletta al Parlamento Europeo e Roberta Fusari sarà sindaco, Ferrara avrà un filo diretto con l’Europa” afferma in modo provocatorio Mario Zamorani, coordinatore della sezione ferrarese di +Europa, in apertura della conferenza dopo aver presentato il ricco curriculum della Manzi e descritto brevemente il suo passato da militante radicale.

“Ho deciso di mettere la mia esperienza politica, formatasi anche al di fuori dei confini nazionali, al servizio di questo partito perché possa risolvere i gravi problemi del mondo moderno e non subirli – afferma Silvja Manzi –; l’Europa è il continente dove si vive meglio al mondo e dobbiamo spingere per la costruzione di un sempre più compatto fronte comune che affronti armoniosamente i più gravi problemi che ci affliggono oggigiorno, come l’immigrazione incontrollata, gestita al momento in modo schizofrenico e non coordinato, per la quale urge una regolamentazione unica per tutti i Paesi Ue”.

“+Europa è nato allo scopo di dimostrare ai cittadini che l’Europa è la soluzione e non un problema come vissuto da molti al momento, in una fase storica dove sono messi in discussione le basi del vivere insieme europeo e si fanno sempre più presenti correnti, non solo italiane, che spingono per un ritorno al passato – prosegue la candidata –. Noi spingiamo invece a una maggiore apertura dei rapporti tra i Paesi coordinata da un fronte europeo comune che porti alla creazione di una sorta di ‘Stati Uniti d’Europa’. Ora dobbiamo conquistare la fiducia degli elettori e convincerli che l’Europa è il posto dove si possono determinare le politiche che coinvolgono i cittadini italiani giorno dopo giorno”.

Ai primi posti degli impegni elettorali di +Europa c’è anche la questione climatica, approfondita dall’intervento di Paolo Niccolò Giubelli della lista ferrarese del partito, che insieme alla candidata sindaco Roberta Fusari, ha presenziato all’incontro con i giornalisti.

“Un Parlamento Europea che decida per tutti i Paesi membri le politiche ambientali da adottare e definisca una normativa comune è il primo passo di contrasto efficace all’inquinamento –afferma Giubelli –. Un’Europa che agisce unita può avere un impatto effettivo positivo sul cambiamento climatico e innescare un movimento a livello globale. Ora più che mai è importante spingere per un Europa unita”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi