mer 5 Dic 2018 - 1966 visite
Stampa

Trovato in ipotermia al grattacielo, giovane espulso dall’Italia

Appena dimesso dall'ospedale dopo una notte all'addiaccio, il 27enne è stato portato al Cpt di Brindisi per il rimpatrio

Una serata passata al freddo, all’addiaccio cercando un minimo di riparo al grattacielo, lo manda in ipotermia fino all’arrivo dei soccorsi. Ma il ricovero in ospedale è solo il primo viaggio di quella notte, conclusasi con la sua espulsione dall’Italia.

Un dramma sfiorato alla torre B del grattacielo, dove nella tarda serata di lunedì le volanti della polizia di Stato hanno trovato un giovane in stato di ipotermia. In via Felisatti è accorsa anche un’ambulanza del 118 che ha trasportato il ragazzo all’ospedale di Cona.

Essendo privo di qualsiasi documento di identità, la pattuglia del 113 si è portata al Sant’Anna per aspettare le dimissioni e procedere con l’identificazione. Terminate le cure dei sanitari, quindi, il giovane è stato dimesso e accompagnato dagli agenti presso il gabinetto provinciale di polizia scientifica.

Gli accertamenti hanno permesso di identificare il ragazzo – un giovane di 27 anni di nazionalità nigeriana, senza fissa dimora – e di appurare il suo stato di irregolarità.

Dopo aver denunciato il 27enne in quanto irregolare sul territorio italiano e sbrigato le formalità burocratiche, lo straniero è stato espulso dall’Italia e pertanto accompagnato al Centro di Permanenza Temporanea ed Accoglienza di Brindisi per essere rimpatriato.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi