dom 21 Ott 2018 - 2796 visite
Stampa

Pallino ‘sparato’ alla finestra del direttore di Viale K, ipotesi intimidazione

Raffaele Rinaldi ha denunciato il fatto in Questura: "Spero nel gesto di un ragazzino che si è voluto divertire"

Aveva recentemente accolto i cinque senza tetto dei quali si era interessato Nicola ‘Naomo’ Lodi appellandosi al vescovo e questa mattina si è ritrovato con il vetro di una finestra della propria abitazione bucato da un pallino di piombo, forse tirato con una fionda, forse sparato da un’arma ad aria compressa.

Che l’atto di solidarietà sollecitato dal segretario comunale leghista possa aver dato fastidio a qualcuno non vi è alcuna certezza, ma ha comunque tutto il sapore dell’intimidazione il gesto indirizzato da anonimi a Raffaele Rinaldi, il direttore dell’associazione Viale K, che da sempre accoglie senza tetto e migranti bisognosi di un posto dove mangiare e dormire.

Comunque sia l’episodio che lui stesso ha ‘postato’ sul suo profilo Facebook, mostrando le foto del vetro perforato dal pallino della sua casa al piano rialzato di viale Krasnodar e lo stesso pallino lanciato o sparato da ignoti, risulta inquietante.

Anche su consiglio dei tanti che gli hanno espresso solidarietà, Rinaldi si è recato in Questura a sporgere denuncia, dopo i rilievi della Polizia effettuati sul posto.

“Chiunque sia stato – ha detto – spero un ragazzino che si è voluto divertire, potrebbe comunque far male a qualcuno”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi