Ven 12 Ott 2018 - 75 visite75 visite
Stampa

Bondeno offre borse di studio per gli studenti meritevoli

Contributi per l'acquisto di libri di testo e per l'iscrizione all'università. Bergamini e Poltronieri: "Continuiamo a investire sulla scuola"

Bondeno. Fondi per l’acquisto dei libri di testo e anche per gli studenti più meritevoli. Il Comune di Bondeno ha pubblicato da pochi giorni il bando per accedere a una apposita borsa di studio, che servirà come contributo all’iscrizione degli studenti ai corsi universitari.

«Il sostegno al mondo della scuola e della formazione si sta concretizzando in molti modi – assicura il sindaco Fabio Bergamini – con il ruolo che il Comune ha assunto nella formazione professionale e gli obiettivi che abbiamo in mente per il futuro. Mentre per le scuole, c’è stato anche quest’anno uno sforzo importante dell’ente, per investire sui trasporti scolastici, i servizi annessi, il doposcuola, ed contributo per l’acquisto dei libri di testo, finanziando borse di studio per studenti meritevoli che si accingono ad iscriversi all’università».

Proprio in questi giorni, è uscito quest’ultimo bando da 4mila euro per l’assegnazione di 8 riconoscimenti di merito del valore di 500 euro cadauno. «Come nell’edizione scorsa – precisa l’assessore alla scuola, Francesca Aria Poltronieri – l’adesione è riservata agli studenti di Bondeno, che si sono diplomati con una valutazione di almeno 95/100. In questo modo, intendiamo dare un aiuto alle famiglie di chi si è distinto nello studio, dimostrando i propri meriti».

Il contributo vale per chi si è diplomato alla fine dell’anno scolastico 2017-2018 e si sia iscritto ad un qualsiasi corso di laurea. Il termine ultimo per la presentazione della domanda è fissato per le ore 13 del 16 novembre, come riportato sul sito del Comune, alla voce “Bandi vari”.

Non è tutto, però: ci sarà tempo fino al 31 ottobre, per presentare la domanda di accesso ai contributi per l’acquisto dei libri di testo, per gli studenti iscrittisi alla prima media (secondaria inferiore). «In questo caso – spiega l’assessore Poltronieri – il contributo inizialmente previsto è stato portato da 100 a 150 euro, per fronteggiare il “caro libri” con cui si confrontano le famiglie. Per accedere al contributo – conclude – occorrerà di mostrare di aver fatto l’acquisto dei libri in un negozio di vicinato di Bondeno (non nella grande distribuzione; ndr)». Anche questo è un modo per incentivare l’acquisto a “km zero” nelle attività commerciali di Bondeno.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi