Dom 23 Set 2018 - 748 visite
Stampa

Inaugurato il ponte Torniano, a giorni la riapertura

Dopo tre anni di chiusura per cedimento strutturale riapre il valico sul canale che collega Gallo a Poggio Renatico. Garuti: "Grande soddisfazione, l'attesa per tempi tecnici"

Il taglio del nastro sul ponte Torniano sabato

di Martin Miraglia

Poggio Renatico. È stato inaugurato nel pomeriggio di sabato il ponte del Torniano, valico di un canale d’irrigazione che collega la frazione di Gallo a Poggio Renatico e chiuso dall’inizio del 2015 a causa di un cedimento strutturale che lo aveva reso pericoloso.

A tagliare il nastro che segnala la fine dei lavori sul ponte — di proprietà del consorzio di bonifica e finanziati con 415mila euro di fondi regionali assegnati solo nel luglio del 2017 — erano presenti il sindaco di Poggio Renatico Daniele Garuti, l’assessore regionale Simona Caselli, la consigliera regionale Marcella Zappaterra, quella provinciale Francesca Piacentini e il dirigente dei lavori pubblici della Provincia Massimo Mastella oltre al presidente del Consorzio Franco Dalle Vacche e il direttore tecnico e dei lavori delle ditte appaltatrici (Edilscavi di Poggio Renatico e Olidrag di Cotronei).

I lavori, partiti a marzo di quest’anno, hanno visto il completo rifacimento del ponte, soprattutto per quanto riguarda le sue fondamenta, essendo il manufatto soggetto al traffico di mezzi pesanti e facendo leva su un terreno parzialmente cedevole.

I cedimenti strutturali sul vecchio ponte Torniano che ne hanno imposto la chiusura / Archivio, 23 settembre 2015

“Questo è stato un lavoro abbastanza complicato perché si trattava di una strada provinciale, un ponte del Consorzio e con finanziamenti attesi dalla Regione”, ha detto il primo cittadino poggese che poi scherza su come “gli accidenti però erano del sindaco”.

“Tutti abbiamo collaborato per la propria parte, io sono ovviamente il più felice perché era chiaro il disagio che si era creato ai frontisti che dovevano fare un giro molto lungo. Viste anche le difficoltà che si stanno profilando in giro per l’Italia e anche nel ferrarese nella gestione delle strade e dei ponti questo possiamo considerarlo come un risultato molto soddisfacente. È vero che si è aspettato tre anni ma si trattava di tempi tecnici e di reperimento risorse, che una volta arrivate hanno permesso di risolvere il problema in pochi mesi”.

Ora a mancare sono le ordinanze della Provincia che permettano il ripristino del traffico veicolare sul ponte e la segnaletica per la gestione di quello che a tutti gli effetti tornerà ad essere un incrocio tra la SP25 (via Valle) e via Pio (ovvero il cavalcavia sulla A13 sfruttato fin qui come deviazione per Gallo). Il ripristino della circolazione stradale è previsto per metà della prossima settimana, probabilmente nella giornata di mercoledì.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi