Ven 20 Lug 2018 - 1195 visite
Stampa

Superstrada, Anas rassicura: “Lavori conclusi entro fine mese”

Il 28 luglio riaprirà la circolazione su entrambe le corsie. La senatrice Boldrini parzialmente soddisfatta: "Confido che i termini siano rispettati"

Ci vorrà ancora qualche giorno per sistemare la voragine aperta a Comacchio, ma entro fine mese saranno completati i lavori e riprenderà la circolazione su entrambe le corsie di marcia. Sono le rassicurazioni giunte da Anas circa gli interventi in corso sulla superstrada Ferrara-mare che stanno mettendo in ginocchio la viabilità ferrarese.

Anas, che è già stata convocata in prefettura la settimana prossima come richiesto dai sindaci di Ostellato e Comacchio per rivendicare risposte adeguate e tempestive su tempi e modalità dei lavori, anticipa che “entro fine mese saranno completate tutte le opere programmate”.

Una risposta sollecitata dalla senatrice Pd, Paola Boldrini, dopo che l’interrogazione presentata la settimana scorsa al ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, affinché sollecitasse Anas al ripristino della viabilità dopo la chiusura del tratto a causa della voragine apertasi all’altezza dello svincolo di Ferrara in direzione Comacchio, non ha avuto riscontro.

Nello specifico Anas ricorda “gli interventi di manutenzione straordinaria sulla infrastruttura, per un investimento complessivo di circa 6 milioni di euro”. Ancora che “in tale quadro sono compresi i lavori di risanamento profondo della pavimentazione, attualmente in corso in tratti saltuari, per un investimento di circa 3.36 milioni di euro”. E che “sono stati, altresì finanziati e affidati tramite Accordo Quadro – si legge nella nota Anas – due interventi per il risanamento della sovrastruttura stradale, in direzione Porto Garibaldi”.

Tutto ciò mentre è “impegnata nei lavori di ripristino del piano viabile a seguito della rottura improvvisa di un attraversamento idraulico di grande diametro, ubicato sotto la pavimentazione stradale, nel Comune di Comacchio”. Anas puntualizza che le opere “vengono sospese durante il fine settimana per consentire il transito su una corsia per senso di marcia. L’ultimazione delle lavorazioni e il ripristino integrale della circolazione su entrambe le corsie di marcia è programmata entro la fine del mese corrente”.

Parzialmente soddisfatta Boldrini: “Confido che i termini siano rispettati – il commento – questa situazione sta mettendo a dura prova la stagione turistica, che ne risentirà comunque”.

Come anticipato da Anas, dunque, da venerdì 20 luglio, e per tutta la durata del weekend sarà riaperto al traffico in entrambe le direzioni il tratto del raccordo autostradale Ferrara-Porto Garibaldi interessato dai lavori di ripristino del piano viabile a seguito dell’avvallamento verificatosi la sera di lunedì 2 luglio. Il transito sarà garantito su una corsia per senso di marcia sia in direzione mare che in direzione Ferrara, tra i km 43,500 e il 33,500. I lavori, che si sono resi necessari per la rottura improvvisa di un attraversamento idraulico di grande diametro ubicato sotto il piano il piano stradale, consistono nella ricostruzione della condotta, ubicata al km 42,250 e nel ripristino del piano viabile.

Gli interventi, precisa ulteriormente l’Anas, riprenderanno regolarmente lunedì 23 e si concluderanno entro venerdì 27 luglio. Anas comunica, inoltre, che lungo il raccordo autostradale Ferrara-Porto Garibaldi proseguiranno gli interventi, già programmati, di ripristino e risanamento della sovrastruttura stradale. Per limitare i disagi all’utenza e consentire una maggiore fluidità della circolazione durante il fine settimana, i lavori di pavimentazione saranno sospesi dalle ore 14 del venerdì fino alle ore 14 del lunedì.  L’investimento è di circa 6 milioni di euro per interventi che riguardano sia il risanamento profondo della pavimentazione stradale nei tratti più ammalorati, sia interventi di manutenzione superficiale. I lavori comprenderanno anche il ripristino degli attraversamenti idraulici irreparabilmente danneggiati.

“L’Anas su richiesta del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti velocizzerà i lavori di ripristino della strada Ferrara-Mare e attenuerà i disagi alla circolazione nei week-end quando il rischio di paralisi del traffico legato agli spostamenti verso le spiagge è altissimo”, afferma il sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Michele Dell’Orco.

“Nei giorni scorso –racconta Dell’Orco – ho ricevuto la segnalazione del sottosegretario Vittorio Ferraresi, del consigliere comunale M5S Ilaria Morghen e della deputata della Lega Maura Tomasi in merito all’enorme voragine all’altezza di Comacchio in direzione Ferrara, causata dalla rottura di una grande tubazione idraulica e che ha costretto l’Anas a chiudere la circolazione deviando il traffico sulla provinciale. Mi sono quindi attivato per capire come si stesse provvedendo e come si potesse nell’immediato limitare il disagio per i cittadini”.

“L’Anas – conclude il sottosegretario – ha dato garanzie che i lavori saranno completati entro la fine del mese e, per arrecare meno disagi possibili all’utenza, ho chiesto di riaprire al transito la carreggiata in direzione Ferrara nei week end, già a partire dalle ore 14 del venerdì e fino alle ore 14 del lunedì. In questo modo fino al completamento dei lavori almeno nel week-end sarà garantita la circolazione in entrambi i sensi di marcia, seppure con restringimento di carreggiata. Proseguiranno poi i lavori di manutenzione già programmati ma sempre ponendo attenzione alla circolazione in particolare nei fine settimana”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi