gio 19 Lug 2018 - 1712 visite
Stampa

Superstrada, Anas sarà chiamata a rispondere in prefettura

Il prefetto convoca il tavolo richiesto dai sindaci Marchi e Fabbri: "Vogliamo risposte su tempi e modalità dei lavori"

Il grido di allarme lanciato dai sindaci Andrea Marchi e Marco Fabbri per porre attenzione sulle preoccupanti e disagevoli condizioni della Superstrada Ferrara-Mare ha sortito un primo effetto.

La lettera inviata dai primi cittadini di Ostellato e Comacchio al prefetto di Ferrara ha ricevuto una risposta concreta: Michele Campanaro ha infatti convocato un tavolo in prefettura al quale presenzieranno i rappresentanti di Anas e l’assessore regionale ai trasporti Raffaele Donini.

Un confronto atteso per rivendicare risposte adeguate e tempestive, da parte di Anas, alla chiusura in alta stagione di un tratto della superstrada a causa di una voragine che, tra le altre problematiche, ha congestionato le arterie viarie secondarie, attraversate da centri abitati, con ulteriori conseguenze legate alla sicurezza e alla vivibilità degli stessi.

Un impegno assunto in primis da Marchi: “La richiesta di attenzione sullo stato e condizione della Superstrada Ferrara Mare, lanciato alcuni giorni fa da me e dal collega Marco Fabbri, ripreso da associazioni di categoria, ha un primo risultato – scrive il sindaco ostellatese sulla sua pagina Facebook -. La prossima settimana in prefettura ci confronteremo con Anas anche alla presenza dell’assessore regionale ai trasporti. Chiederemo risposte in ordine ai tempi, alle soluzioni offerte, alle modalità di esecuzione dei lavori. Un ringraziamento al signor prefetto di Ferrara per essersi adoperato fattivamente a convocare un tavolo autorevole in tempi brevi”. La battaglia continua.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi