lun 21 Mag 2018 - 3349 visite
Stampa

Nonostante le difficoltà, esordio positivo per la Sagra della Canocchia

La presidente Carli: “Polemichetta di cui avremmo fatto volentieri a meno, anche perché fuorviante ed ingiusta”

Porto Garibaldi. “Nonostante qualche difficoltà ed intoppo organizzativo di troppo – e una polemichetta di cui avremmo fatto volentieri a meno, anche perché fuorviante ed ingiusta – archiviamo un week end d’esordio sicuramente confortante. Anche perché, accanto al confermato gradimento per lo stand gastronomico, questa festa può fortunatamente contare sul contagioso coinvolgimento di tanti magnifici volontari oltre che su amici e sponsor che si impegnano con concretezza e serietà per sostenerla e dare una mano per la sua buona riuscita”. Primo fine settimana positivo per la Sagra della Canocchia e della Seppia a Porto Garibaldi. “Una Sagra – sottolinea Lorena Carli, la presidente del Consorzio L’Alba – in questa ottava edizione arricchita dagli incontri, visite guidate e cooking show del Festival del Mare”.

Dopo il debutto dedicato all’approfondimento di norme e regolamenti nazionali ed europei in materia di pesca che sabato mattina ha richiamato numerosi operatori del settore, sia ieri che oggi gettonatissimi sono stati – nell’ambito degli eventi inseriti nella rassegna itinerante promossa dal Flag Costa dell’Emilia Romagna – le passeggiate guidate e gratuite ai “luoghi della pesca” lungo il Porto Canale condotte da Giacomo Rizzati e Nicola Tassella così come le scuole di cucina ospitate nella suggestiva cornice del Giardino di Villa Bellini che hanno visto in passerella ricette e ‘sdòre’ della Sagre, così come la passeggiata con i bastocini promossa da Dimensione Nordic Walking.

Anche quest’anno, star indiscussa della kermesse si sta comunque confermando la tendostruttura allestita proprio di fronte al Mercato Ittico che, fra pranzo e cena, ha ospitato non meno di duemila appassionati gourmet.

E il cartello di protesta apparso di fronte a un’attività lungo il PortoCanale? “Fin dalla prima edizione – risponde Lorena Carli – nei week end di Sagra il viale del Porto Canale viene chiuso al traffico, così come punteggiato da stand, anche di prodotti tipici. Se però, prima era possibile un po’ di elasticità, purtroppo quest’anno le norme in materia di sicurezza sono cambiate e, non per colpa nostra, sono state irrigidite”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi