mer 16 Mag 2018 - 843 visite
Stampa

Stop a bullismo e droga con la nuova App “YouPol”

Presentata al "Copernico-Carpeggiani" l'applicazione che intende rendere gli studenti protagonisti attivi della lotta ai due fenomeni

Da oggi bullismo e droga si possono combattere anche per mezzo di un’applicazione per smartphone con la quale segnalare in tempo reale gli episodi alla Polizia di Stato, inviando nello stesso tempo foto di quanto sta avvenendo. E’ questa la funzione di YouPol, la nuova App scaricabile da Apple Store e Play Store che consente di dialogare con la sala operativa della Questura, anche in forma anonima, se si è testimoni o si è venuti a conoscenza di episodi di bullismo o traffico di stupefacenti.

L’applicazione è stata pensata soprattutto per i giovani e gli studenti delle scuole, dove bullismo e spaccio sembrano essere ormai all’ordine del giorno, ed è per questo che nel giorno del suo lancio a livello nazionale la Questura di Ferrara ha pensato di illustrarne le funzioni agli allievi di un istituto scolastico cittadino, il “Copernico-Carpeggiani”, che a loro volta potranno fare da megafono con i propri compagni per diffonderne l’utilizzo.

A presentare le funzionalità di YouPol il questore Giancarlo Pallini e il nuovo dirigente dell’Ufficio Volanti, Teresa Mancinelli, supportati dalla proiezione di un breve video-tutorial sull’applicazione. “Questa nuova App – ha spiegatl il questore – sostituisce l’estensione di un’altra applicazione, “Sos Bullismo”, ed è pensata per consentire a ogni cittadino, giovane e meno giovane, di concorrere al miglioramento della vivibilità del territorio e della qualità della vita, rendendoli partecipi del sistema sicurezza. Bullismo e droga sono due fenomeni che si possono contrastare attraverso la collaborazione con cittadini e giovani”.

Teresa Mancinelli ha precisato che le segnalazioni inviate con la nuova App al 113 verranno poi prese in carico dalle Volanti per gli interventi sui luoghi degli episodi. “Prima del lancio odierno a livello nazionale – ha aggiunto – sono state compiute sperimentazioni in alcune città, come Roma, Catania e Torino, che hanno restituito ottimni riscontri. Ovviamente l’applicazione si può utilizzare anche per altri reati, avendo sempre presente che si sta contattando la Polizia, quindi la raccomandazione è che l’App venga utilizzata in maniera ragionata”.

Proprio per evitare un uso improprio di YouPol, infatti, è previsto che dopo un certo numero di segnalazioni fasulle l’utente venga “bannato” e non la possa quindi più utilizzare.

E’ prevista la possibilità di inviare due tipi di segnalazione: “bullismo” e “stupefacenti”, alle quali si potrà allegare delle foto che riguardano la segnalazione. L’utente potrà inviare segnalazioni come “utente registrato” e quindi con nome, cognome e dati di geo localizzazione, oppure in modalità anonima. Dalla stessa applicazione, tramite pulsanti dedicati, sarà possibile effettuare sia la chiamata al 113 che l’invio di sms.

Poco prima della presentazione dell’App all’istituto “Copernico-Carpeggiani”, il questore e la nuova dirigente delle Volanti si sono recati presso la sede dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Ferrara in via Madama 35 dove era riunita la Consulta Provinciale Studentesca di Ferrara (organismo istituzionale di rappresentanza studentesca su base provinciale, costituita da due rappresentanti degli studenti delle scuole secondarie di II grado della provincia, designati dagli studenti frequentanti l’istituzione scolastica medesima), con la quale è stato condiviso il lancio della app “Yuopol” prima dell’analogo incontro nella scuola.

GUARDA ANCHE LA VIDEONEWS

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi