ven 8 Dic 2017 - 501 visite
Stampa

Ruppe un polso a un carabiniere, un anno di carcere

Richiedente asilo 23enne patteggia la pena per violenza a pubblico ufficiale e detenzione di stupefacenti

(foto di archivio)

Lo scorso 20 ottobre, raggiunto dopo aver tentato la fuga, spinse un carabiniere facendolo cadere malamente per terra al punto che il militare si ruppe un polso. Nella mattina di giovedì è ha patteggiato un anno di reclusione senza sospensione della pena.

Si tratta di I.J., 24 anni, richiedente asilo nigeriano, arrestato in Gad, durante un controllo in via Cassoli. Lui si diede alla fuga scappando in sella a una bicicletta, probabilmente perché aveva con se 15 grammi di marijuana già suddivisa in dosi.

Raggiunto e bloccato dopo circa 600 metri, per sottrarsi al fermo spinse violentemente uno dei militari, che batté la testa al suolo e si procurò la grave lesione al polso.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi