Mer 6 Set 2017 - 1797 visite
Stampa

Tentano di rubare lo stemma della Marfisa e lo frantumano

Il blasone posto all'entrata del museo dovrà ora essere restaurato

Nella notte tra il 5 e il 6 settembre scorsi ignoti ladri si sono introdotti nel giardino della palazzina di Marfisa d’Este, in corso Giovecca a Ferrara, e con mezzi di fortuna hanno cercato di asportare lo stemma posto sulla porta di entrata del museo.

L’atto criminoso non è stato portato a termine poiché, nel tentativo di rimuovere lo stemma, questo è caduto a terra frantumandosi. Il Servizio Musei di Arte Antica del Comune di Ferrara si è già attivato per far restaurare il manufatto nel più breve tempo possibile.

L’accaduto è stato immediatamente denunciato alle competenti autorità di Stato che si sono prontamente attivate.

Ecco come si presentava l’ingresso della Marfisa prima del tentativo di furto:

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi