gio 4 Dic 2014 - 340 visite
Stampa

Agenda digitale Ferrara, i progetti per il 2015

Un approfondimento per poterne mettere a fuoco i benefici che ne potranno derivare

digitaldivedstopDopo le dichiarazioni del responsabile dei servizi informatici del Comune, Fabio De Luigi, il nuovo programma legato all’Agenda digitale della città più “anziana” di Italia (il rapporto è di 261 anziani ogni 100 giovani) e le sue motivazioni, si sono guadagnati un approfondimento, anche per poterne mettere a fuoco i benefici che ne potranno derivare. La questione infatti non verte solamente sulla possibilità di poter ampliare la scelta sui servizi telefono e adsl dei cittadini (scopri di più su http://miglioriofferteadsl.com/tipo/adsl-e-telefono.html), quanto sulla riduzione del “gap” tecnologico e digitale che inevitabilmente si è verificato in un tessuto sociale dove la tradizione, carica della propria esperienza, ha fatto mantenere un passo spesso rivolto al passato, per la sua conservazione.

Ma dato che tradizione ed innovazione possono convivere benissimo, la nuova agenda ha puntato sull’implementazione di una serie di servizi, che tra l’altro metteranno al centro quelli legati al mondo scolastico e dell’infanzia, proponendo servizi sempre più “smart” (con la possibilità di fare iscrizioni e pagamenti delle rette e delle mense direttamente online). Di Luigi ha riassunto l’impegno che negli ultimi anni è stato profuso, per ricordare che oltre ai servizi “per l’infanzia e le scuole” ci saranno anche quelli dedicati alle “imprese e all’edilizia” e poi “ per i turisti, la viabilità ed i sistemi di pagamento online”, con la “priorità” che “è stata il sistema di prenotazioni e acquisto biglietti per mostre, teatri e musei e un servizio integrato di carta turistica online, che comprende anche scontistiche varie”.

Quali i vantaggi diretti e quasi immediati per i cittadini? E’ lo stesso Di Luigi che ci tiene a precisarlo, parlando del fatto che verrà completato “il sistema dei servizi online inserendo tutta la certificazione anagrafica, migliorando significativamente quelli professionisti dell’edilizia, attivando la presentazione completa della pratica edilizia online e la sua integrazione nei sistemi di back-office. L’Agenda digitale in via di approvazione prevede anche l’attivazione di un sistema unificato di raccolta delle segnalazioni dei cittadini, prevalentemente legate al decoro urbano e ai lavori pubblici, e una newsletter personalizzata basata sulla caratteristiche e necessità del singolo residente, anche grazie all’intero insieme di banche dati di cui il Comune dispone”.

Per aiutare chi è meno pratico sull’uso delle tecnologie digitali, saranno organizzati “momenti formativi all’uso delle tecnologie soprattutto per anziani inserendovi anche aspetti social ed estendendo questi interventi anche ad alcuni comuni limitrofi”. E data la portata di questo progetto ambizioso, anche ai cittadini verrà offerta la possibilità di dare la propria versione, ai quali “i quali sono invitati a presentare proposte sulle tematiche dell’online con momenti sia in presenza che in rete per orientare le nostre azioni future. E sul tema dell’open data abbiamo in corso un processo continuativo e incrementale che si arricchisce man mano che i sistemi interni vengono adeguati nel processo di manutenzione ordinaria”.

Messaggio publiredazionale

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi