Politica
22 Dicembre 2022
Il pubblico ministero Isabella Cavallari ha emesso il decreto di citazione diretta a giudizio per 15 imputati

Pinguini e odio sui social, fissata la data del processo a Ferrara

Pinguini Estensi
di Redazione | 2 min

Leggi anche

La marcia dei 1.500 per dire no al Cpr

Ferrara dice ancora no con forza ai Cpr, e questa volta ha deciso di farlo con la voce di più di 1.500 persone che nel corteo di sabato pomeriggio (2 marzo) hanno preso parte alla manifestazione che ha riunito decine di forze, politiche e non, verso un'unica direzione: chiudere i dieci Cpr presenti in Italia e fare in modo che mai ne sia aperto uno a Ferrara

L’ex capo della Mobile nella lista della Lega

Portare in municipio i concetti di “servizio” e “presenza”. È l’impegno di Pietro Scroccarello, ex capo della Squadra mobile, oggi in pensione, che si candida al consiglio comunale nella lista della Lega

Pinguini Estensi

L’immagine di copertina del gruppo I Pinguini estensi

Inizierà prima dell’estate il processo per far luce sul mondo dei Pinguini estensi, il gruppo facebook creato nel novembre 2019 in reazione a quello delle Sardine, in vista delle imminenti elezioni regionali per far da spalla social alla Lega.

La pm Isabella Cavallari, dopo una fase in cui aveva chiesto per due volte l’archiviazione – alla quale si erano opposte le parti offese l’avvocato Fabio Anselmo, Ilaria Cucchi e a sua madre, Rita Calore. Con motivazioni accolte poi dal giudice per le indagini preliminari – ora ha emesso un decreto di citazione diretta a giudizio per 15 imputati.

In primo luogo a comparire davanti al giudice per l’udienza preliminare, fissata per il 12 giugno 2023, saranno gli amministratori del gruppo: il fondatore Sergio Traccchi, Paolo Pennini, Arianna Pocaterra, Paola Romani, Alberto Ferretti, Raffaella Breveglieri e dei moderatori Stefano Mezzetti. Con loro è chiamato a rispondere in concorso il moderatore Stefano Giglioli.

Per loro l’ipotesi di reato è diffamazione pluriaggravata (aggravata dalla diffusione attraverso i social e dal concorso).

Questo perché gli imputati, in quanto amministratori e moderatore del gruppo, che aveva raggiunto la cifra cospicua di 4936 membri, avrebbero reiteratamente e consapevolmente omesso di esercitare il proprio potere/dovere di prevenire comportamenti diffamatori e offensivi a opera degli iscritti, facendoli così diventare propri. E, di fronte a commenti palesemente offensivi, non si sono adoperati per cancellare i post pubblicati nel gruppo dal dicembre 2019 al gennaio 2020, quando il vaso di pandora venne scoperchiato da una inchiesta di Estense.com.

I post incriminati sono 51, scritti in gran parte da persone ferraresi, diverse delle quali già a giudizio, sempre per diffamazione aggravata.

Con amministratori e moderatore sono coimputati 7 commentatori. A loro si addebitano frasi ritenute offensive nei confronti dei familiari si Stefano Cucchi e nei confronti di Anselmo. Per loro l’imputazione è diffamazione aggravata dal mezzo stampa (Facebook).

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com