ven 30 Set 2016 - 229 visite
Stampa

Casa-museo “Remo Brindisi”: un abitazione d’avanguardia

Grande opera d'arte ispirata al movimento della Bauhaus e immersa nel verde della pineta del Lido di Spina

casa Museo remo brindisiLa moderna struttura fu realizzata negli anni tra il 1971 ed il 1973 su progetto dell’architetto – designer Nanda Vigo che si ispirò al movimento della Bauhaus.

E’ un esperimento/manifesto di “integrazione delle arti”: Remo Brindisi e Nanda Vigo intendevano con questa espressione uno spazio ove non vi fosse soluzione di continuità, fisica, concettuale e di percezione, tra l’architettura, gli arredi, il design e le opere d’arte che affollavano le pareti di tutte le stanze (anche dei bagni e dei ripostigli).

Nanda Vigo volle costruire un luogo fisico che divenisse luogo della mente e Brindisi intese accogliervi chiunque desiderasse entrarvi, come in abbraccio (e la struttura rotonda e cava dello spazio pubblico della villa non è casuale) rispondendo ad un desiderio profondo di democratizzazione dell’arte. Entrambi convinti che il progetto, inteso come progetto artistico e architettonico, potesse influire concretamente sulla vita e l’anima delle persone e cambiarle in meglio.

Inaugurata e aperta al pubblico nel 1973 con il nome di “Museo Alternativo Remo Brindisi”, si articolava in due funzioni distinte: di abitazione per le vacanze di Remo Brindisi e della sua famiglia e di un museo per accogliere la sua ricca collezione.

Ogni parte della casa assolve il compito di incontro vivo tra fruitori e opera d’arte. La cucina e il bar sono luoghi dimostrativi di come, in ogni istante, si possa e si debba vivere accanto ai prodotti artistici, senza fratture innaturali o mitizzazioni antistoriche.  E’ il principio basilare sul quale poggiano le fondamenta ideali del Museo Alternativo. Ed è anche di rilevante aspetto il valore della vita sociale e dei suoi significati etici: la mensa come momento comunitario, come sito di convegno e di rimozione delle tensioni

Per volere testamentario del Maestro, l’edificio e il suo contenuto sono stati donati al Comune di Comacchio, e questi ha provveduto ad effettuare i dovuti lavori di ristrutturazione e adeguamento, finalizzati alla riapertura al pubblico del prestigioso patrimonio culturale.

La Casa Museo Remo Brindisi è aperta al pubblico e visitabile nei seguenti orari:

GIUGNO – LUGLIO – AGOSTO

Tutti i giorni escluso il lunedì dalle 19 alle 23

APRILE – MAGGIO – SETTEMBRE – OTTOBRE

Ven/Sab/Dom 10 – 12,30  e 15 – 17,30

NOV – DIC – GENN -FEBB – MARZO

Ven/Sab/Dom 15 – 17,30

Per quanto riguarda le tariffe vi invitiamo a consultare il sito del Museo, sempre aggiornato in tempo reale.

Notizia offerta da Ferraracase.it

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi