Tper, bus e treni ‘Tutto con uno’

Parte la campagna abbonamenti ai mezzi pubblici. Un unico titolo di viaggio per il trasporto su gomma e su rotaia

Con la ripresa delle attività produttive e l’avvio dell’anno scolastico, hanno fatto la loro comparsa da alcuni giorni su bus e pensiline le locandine della campagna abbonamenti ai mezzi pubblici del nostro territorio che per la prima volta porta le insegne di Tper, la società nata il 1° febbraio scorso dalla fusione dei rami trasporti di Atc e Fer.

Con la sua semplice headline, la campagna riprende il tema del motto dei moschettieri, che riassume in sé gli elementi fondanti della società nata per integrare i servizi locali su ferro e gomma, bus e treni (quindi “Una per tutto”), e la conseguente maggiore comodità d’utilizzo, grazie ad un unico di titolo di viaggio (da qui “Tutti con uno”) per le due possibilità di trasporto che oggi Tper può offrire, in particolare nei bacini provinciali di Bologna e Ferrara, dove effettua i servizi di bus urbani ed extraurbani e l’esercizio ferroviario delle linee Bologna-Portomaggiore, Bologna–Vignola, Ferrara-Suzzara e Ferrara-Codigoro.

“Oggi, con la nascita di Tper, nel rispetto dei confini delle aree urbane o della tariffazione a zone in ambito extraurbano, nei territori che serviamo, chi si abbona può utilizzare indifferentemente i nostri bus, le nostre corriere o i nostri treni – ha dichiarato il direttore generale di Tper, Claudio Ferrari – E’ un passo importante verso quella piena intermodalità che la nostra Regione persegue lavorando da tempo con tutti i soggetti coinvolti nella mobilità pubblica, con una visione d’avanguardia in campo nazionale”.

Il poter fruire di due servizi integrati da uno stesso gestore è un vantaggio in più che va a sommarsi a quelli consueti per chi si abbona per un anno intero, quali la praticità di utilizzo e l’assoluta convenienza della scelta.

In tema di convenienza e di attenzione ai bilanci delle famiglie, vale la pena di ricordare che l’abbonamento annuale al trasporto pubblico garantisce sempre di più la massima economicità in rapporto ai livelli – mai raggiunti prima d’ora – dei prezzi dei carburanti. Solo a titolo di esempio, un abbonamento personale ordinario per l’area Urbana di Bologna (300 euro), che permette al suo titolare di circolare tutti i giorni per un intero anno, costa solo poco più di 3 pieni di benzina di un’auto di media cilindrata; dieci anni fa costava 260 euro, a quei tempi l’equivalente di quasi 5 pieni di benzina.

Tra i vantaggi si aggiungono anche la possibilità pagare l’abbonamento in tre rate e le agevolazioni in termini di sconti – previste sia a Bologna e che a Ferrara – per giovani e anziani e per chi fa dell’abbonamento una scelta comune e condivisa da più componenti del nucleo familiare.

Anche sul piano della comodità, l’abbonamento annuale, che è “caricato” su tessera a microchip, offre un vantaggio per chi lo possiede: è, infatti, rinnovabile – oltre che alle biglietterie – anche presso gli sportelli bancomat di Unicredit e Carisbo e da quest’anno anche attraverso il sito web di Tper, nella sezione dedicata all’acquisto e al rinnovo online.

Tper, che è la sesta azienda di trasporti pubblici in Italia e la più grande della nostra regione per numeri e volumi di servizio, conta già oggi più di 72.000 abbonati annuali, a cui vanno aggiunti gli oltre 20.000 abbonamenti gratuiti garantiti dal Comune di Bologna ai bambini residenti di età compresa tra i 4 e i 10 anni.

“Per il trasporto pubblico sono dati senz’altro importanti” – ha dichiarato la Presidente di Tper, Giuseppina Gualtieri – “Si tratta di numeri che la nostra nuova azienda intende ulteriormente incrementare, consolidando una tendenza positiva in atto, in direzione della salvaguardia dell’ambiente e di una crescente vivibilità delle aree che serviamo. Siamo consapevoli di svolgere un servizio molto importante per i cittadini, che è un perno fondamentale della rete dei collegamenti del nostro territorio ”.

Anche per questo, agli abbonati annuali l’azienda ha riservato pratiche opportunità anche in tema di acquisti, cultura, tempo libero, divertimento e utilità quotidiana; promozioni esclusive garantite dai numerosi partner commerciali e istituzionali di primo piano che hanno accettato di unirsi a Tper in questa sua prima campagna abbonamenti, per offrire una sinergia concreta di utili vantaggi a chi si abbona per un intero anno.

Vodafone riconosce agli abbonati annuali Tper un bonus di traffico telefonico omaggio, Ikea un buono spesa per acquisti effettuati in più mesi, la Multisala The Space Cinema sconti su tutti film in programma; sconti sono garantiti da Camst per le consumazioni presso i propri ristoranti, dalle  Librerie Coop e da Comet per gli acquisti. Sono previsti sconti dal CityRedBus per i viaggi sul bus turistico scoperto e da Atc per utilizzare il car sharing a Bologna, combinando in questo modo modalità di spostamento ad alta compatibilità ambientale. Altrettanto vantaggiose sono le agevolazioni offerte dai numerosi enti della nostra regione che primeggiano in ambito culturale, quali Cineteca di Bologna, Biografilm Festival, Teatro Comunale di Bologna, MamBo, Museo Morandi, Museo per la Memoria di Ustica, Ferrara Arte e Fondazione Arturo Toscanini.

Tutte le informazioni relative agli abbonamenti, sono consultabili sul sito di Tper, al link: www.tper.it/abbonati .

 

Un Commento in: “Tper, bus e treni ‘Tutto con uno’”


  • Claudio ha scritto il 19 settembre 2012 alle 18:19

    Proposta variazione percorso linea 11 : io ( i miei figli ) siamo utilizzatori linea 11 , causa terremoto non transita per centro storico , non si potrebbe terminarlo giardini fianco poste centrali , come una volta ? Probabilmente col tragitto + corto sarebbe puntuale e permetterebbe di aggiungere + agevolmente scuole , anagrafe , avvocati , negozi , duomo . Non esiste solo Ipercoop , oltretutto rispetto a studenti che pagano abbonamento 195 euro , all’ Iper la maggioranza va in auto .Si puo verificare usandolo , la maggioranza in entrambe le direzioni , scende in centro , allora perchè non coprire percorso con 2 autobus diversi che terminano vicini al centro ( l’ altro in P. travaglio o Kennedy ) .Ripeto 40 anni fa era cosi , non è un discorso campato in aria .

    Commento molto apprezzato! Thumb up 16

Scrivi un commento

Estense.com si riserva il diritto di cambiare, modificare o bloccare completamente i commenti sul forum. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della redazione, ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento che se ne assume le relative responsabilita'. Non saranno pubblicati i commenti che contengono elementi calunniosi o lesivi della dignita' personale o professionale delle persone cui fanno riferimento.

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine


Ti rimangono caratteri disponibili. (Caratteri massimi: 1000)

Copyright © 2014 estense.com. Testata giornalistica on-line d'informazione, registrazione al Tribunale di Ferrara n. 5 del 2005 - Realizzato da: skande.com | Powered by ITestense
Direttore responsabile: Marco Zavagli - Redazione: Scoop Media Edit - via Alberto Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 - INVIO COMUNICATI
Editore: Scoop Media Edit soc. coop. - via Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 REA/R.I.: 195108 - P.IVA/C.F.: 01755640388 - C.S.: EUR 6.125 i.v.
Registro op. Comunicazioni (ROC) nr.: 20627