Amnistia e indulto subito, “in Italia violata la legalità”

Pugiotto ricorda i 1.200 ricorsi dei detenuti italiani presentati a Strasburgo, che denunciano il trattamento inumano subito

Amnistia si o no: il dibattito sugli strumenti per alleggerire il sovraffollamento delle carceri italiane – tenutosi ieri sera alla festa Pd di Ferrara, moderato da Elisabetta Soriani – ha visto contrapporsi nettamente le posizioni di Andrea Pugiotto, ordinario di diritto costituzionale per l’università di Ferrara e Marcello Marighelli, garante dei detenuti all’Arginone.

Pugiotto ha specificato come non si possa innanzitutto ragionare di amnistia senza che questa venga abbinata all’indulto – “altrimenti i tribunali continuerebbero per anni a lavorare inutilmente su processi che si concluderebbero con una formula di rito: reato estinto” -, e ha poi affrontato il nodo della questione: “da qui a breve esploderà una bomba, a Strasburgo ci sono 1.200 ricorsi presentati dai detenuti italiani, che chiedono la condanna dello Stato per il trattamento inumano e degradante a cui sono stati sottoposti in prigione”.

Per il docente l’amnistia è necessaria al ripristino della legalità – “se la legalità è violata bisogna intervenire subito, non si aspetta” – ma altri interventi sarebbero necessari, come per esempio la revisione delle leggi Bossi-Fini in materia di immigrazione, la Fini – Giovanardi in materia di stupefacenti, la Cirielli che ha inasprito i termini della recidiva: “le prime due hanno aperto le porte del carcere a clandestini e tossicodipendenti, la terza ha chiuso la porta a doppia mandata”.

L’opportunità di intervenire su questi provvedimenti è forse l’unico punto su cui Pugiotto e Marighelli sono riusciti a convergere, per quanto riguarda l’amnistia il garante è contrario: “in parlamento inizierebbero discussioni infinite su quali reati comprendere e quali no, alla fine uscirebbero dalle carceri in pochissimi. Sarei più disposto a ragionare sull’indulto”.

Marighelli ha sottolineato come bisognerebbe impegnarsi di più per favorire gli inserimenti lavorativi e la mediazione culturale: “a Ferrara gli inserimenti sono meno di dieci, e le ore del mediatore sono passate da 20 a 17 a causa dei tagli”.

Sulle attività per la rieducazione della popolazione detenuta è intervenuto il regista e attore Michaelis Traitsis, impegnato da anni presso il carcere femminile di Venezia, per ribadire come – a prescindere dalle iniziative legislative che si possono mettere in campo – il problema in Italia sia soprattutto di natura culturale: “è difficile organizzare delle attività in prigione, c’è molta diffidenza. Le istituzioni spesso non agevolano questi progetti. Vince l’idea che lì dentro bisogna soffrire. Ma se tratti le persone come delle bestie, quando usciranno saranno ancora più inferocite. La rieducazione dei detenuti riguarda l’interesse sociale”.

Niccolò Giubelli, segretario dell’associazione Radicali di Ferrara, schierato a favore dell’amnistia, ha annunciato l’intenzione del gruppo di promuovere azioni che provochino al più presto un dibattito serio: “l’amnistia è necessaria, ma nessuna misura sarà mai efficace fino a quando lo Stato non sarà credibile, fino a quando non sarà capace di far valere le regole imposte a livello nazionale e a livello europeo”.

 

145 Commenti in: “Amnistia e indulto subito, “in Italia violata la legalità””


  • Marcellus ha scritto il 1 settembre 2012 alle 19:17

    Dunque…. gli extracomunitari in carcere sono già troppi e NOI non vogliamo spedirli nelle carceri LORO (???).
    Allora mandiamo nelle carceri TURCHE, MOLDAVE, RUSSE, CINESI, eccetera … i NOSTRI detenuti…………..sono disposto a pagarci l’ennesima ACCISA sulla benzina.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 45

  • Marcellus ha scritto il 1 settembre 2012 alle 19:21

    IO ho la fedina penale PULITA anche se sono POVERO…..sembra che TUTTI dimentichino il fatto che , se uno finisce in carcere, un motivo C’E’ : o sono tuttti errori giudiziari ?????
    Basta con queste MENATE. Non c’è una LOTTERIA NAZIONALE che ti fa andare in GALERA a caso….

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 49

  • luca lolli ha scritto il 1 settembre 2012 alle 19:55

    da sempre si discute sul fatto che in italia non c’è la certezza della pena il solito liberi tutti non risolverà mai il vero problema della domanda di giustizia dei cittadini nè delle condizioni inadeguate delle carceri e poi possibile che nessuno parli dei diritti calpestati delle vittime?

    Commento molto apprezzato! Thumb up 43

  • Capitan Ovvio ha scritto il 1 settembre 2012 alle 19:59

    ma io li metterei a pane e acqua e lavori forzati .. non sono mica in albergo o in villeggiatura i detenuti..

    Commento poco apprezzato. Thumb up 51

  • vendicatore ha scritto il 1 settembre 2012 alle 20:01

    Amnistia e indulto nel Paese europeo in cui è più difficile andare in galera?
    Mi sembra proprio un’ottima idea…il parto di una mente geniale!
    Se si pensa che fino a tre anni di condanna nessuno mette piede in carcere, mi pare di poter desumere che chi soggiorna nelle patrie galere non è mondo di ogni peccato.
    E dove sta scritto che la pena debba essere tesa soltanto alla rieducazione del condannato?
    Soprattutto in un momento come questo, la pena ha una dimensione retributiva e di deterrenza che l’amnistia pone nel nulla completo, con effetti criminogeni.
    Ma ovviamente questo è un problema che non sfiora questo signore…figuriamoci!

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 42

  • galliani ha scritto il 1 settembre 2012 alle 20:15

    Sono d’accordo! Amnistia e indulto…poi tutti a casa di Andrea Puggiotto.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 58

  • Gianluca48 ha scritto il 1 settembre 2012 alle 20:46

    Concedere l’amnistia e peggio l’indulto è come cancellare il certificato medico che attesta un cancro,sperando che guarisca! Occorre riformare la detenzione, spedire a casa loro i non italiani carcerati, creare carceri galleggianti in grandi navi passeggeri, campi di lavoro coatto, et similia. 

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 39

  • massimiliano ha scritto il 1 settembre 2012 alle 20:53

    Stai a vedere che se vincono i ricorsi ci tocca fare le carceri a 5 stelle con piscina e bagno turco…

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 35

  • johan cari ha scritto il 1 settembre 2012 alle 21:04

    É una vvergogna.tutto iil sistema si deve cambiare.siete tutti un magna magna!le ppersone non ssi ddevono rrinchiudere pper ccambiarle.fate sschifo

    Commento molto apprezzato! Thumb up 39

  • Laura Rossi ha scritto il 1 settembre 2012 alle 21:22

    Marcellus hai ragione da vendere! Gli extracomunitari e non, tipo i rumen etc.., devono scontare la pena a casa propria. Perchè?: perchè  una volta arrestati l’unica cosa che chiedono alla polizia:” Dove andrò in carcere? La risposta, arriva immediata:” Nelle nostre carceri italiane”. detto questo bisognerebbe vedere i loro salti di gioia !!!Pugiotto parla dei nostri detenuti a  Strasburgo per le condizioni inumane a cui vengono sottoposti?.  l’ Italia dovrebbe prendere Strasburgo come esempio…Certamente va sempre fatto un distinguo di pena fra chi ruba il pollo e chi  si macchia di cose molto gravi. Ognuno deve scontare la pena a casa propria solo in questo modo si possono risolvere i problemi del sovraffollamento delle carceri, perciò diamoci un taglio a tutti questi convegni che non solo non servono a nulla ma vengono a costare troppo in un momento di gravissima crisi !

    Commento molto apprezzato! Thumb up 44

  • Dalton Trumbo ha scritto il 1 settembre 2012 alle 21:45

    Sono d’accordo con chi scrive che in Italia non c’ìe’ la certezza della pena e i diritti delle vittime sono sempre calpestati, quando al danno non si aggiunge la beffa, e questo capita molto spesso.
    Ai fini pratici che differerenza c’e’ tra amnistia e indulto?
    Sembra piu’ una presa per i fondelli, il palleggiarsi tra il docente e il garante.

    @Iohan Cari, balbetti anche quando scrivi?

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 24

  • Manuela ha scritto il 1 settembre 2012 alle 21:49

    capitano iio mmetterei tte a pane e acqua sbagliare e uumano ssiamo ttutti ppeccatori e bbisogna pagare con dignità poi ricorda ci sono tipi di tdi rreati e ttipi ddi ddelinquenti cce cchi ddelinque per fame padri di famiglia anche pper fame sscusa forse ssono mmeglio i nnostri politici cche fanno reati tutti i giorni io mi iinformarti bbene ssulla aargomento pprima ddi pparlare

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 33

  • Roberto-PolliciGiù ha scritto il 1 settembre 2012 alle 22:23

    Manuela (fake di johan cari ) hai la tastiera che ba ba baaalbetta.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 28

  • web ha scritto il 1 settembre 2012 alle 22:24

    ma sta gente con ni problemi che ha l Italia non ha altro da oensare se non liberare ladri, stupratori, maniaci, picchiatori, strozzini, assassini e robaccia del genere? questinpseudo politici mi fanno letteralmente vomitare edvanche la gente che va ad ascoltarli e poi ha il coraggio di votarli.

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 31

  • fuchida ha scritto il 1 settembre 2012 alle 22:41

    Il prof. Pugiotto sarà un ottimo costituzionalista, ma troppi libri fanno perdere il contatto con la realtà.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 30

  • Popov ha scritto il 1 settembre 2012 alle 22:45

    “1.200 ricorsi dei detenuti italiani presentati a Strasburgo”   e i diritti degli altri 58.000.000 di cittadini italiani   dove li mettiamo?

    Commento molto apprezzato! Thumb up 41

  • Dalton Trumbo ha scritto il 1 settembre 2012 alle 22:51

    @Manuela
    Su una cosa hai ragione, quando citi quella categoria di ‘privilegiati’ , che in carcere non ci vanno mai. E non m i riferisco soltanto ai politici, ma personaggi del calibro di Calisto Tanzi, a cui il carcere porto’ un deperimento e la perdita di 30 chili di peso e venne proposto per lui, l’affido ai servizi sociali oppure Lele Mora, anche lui profondamente deperito, a cui Don Mazzi spalanco’ le braccia e le porte.
    Invece per i padri di famiglia che delinquono per la pagnotta, non sarei cosi’ sicura.
    io vedo OPERAI a cui viene tolto il lavoro, come in Sardegna in questi giorni, che si piantano li’ e non si muovono perche’ vogliono risposte. Oppure salgono in cima a qualcosa.
    Non vanno a rubare, ma se succedesse, sarebbe comprensibile.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 44

  • njm ha scritto il 1 settembre 2012 alle 23:30

    Popov i 58.000.000 di cittadini li mettiamo in colonna ad aspettare che arriva la lenta e mala  giustizia,se arriva bene per il cittadino,se non arriva ecco che il detenuto avrà la sua bella e silenziosa amnistia che si chiama non luogo a procedere per scadenza dei termini..!!Sempre Amnistia è quindi forse è meglio ascoltare cosa dicono quando parlano di ripristinare la macchina della giustizia,vedi secondo mè se cambierebbero il nome avrebbe un’effetto diverso che farebbe meno paura e forse non lo capiremmo nemmeno…!! 

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 12

  • alcide mosso ha scritto il 1 settembre 2012 alle 23:35

    è violata la legalità se chi ha commesso un reato non paga il proprio debito con la società. oltre a reinserimento e rieducazione ci si dimentica che deve esistere anche il concetto di giustizia. non capisco nemmeno perchè non si possano fare convenzioni con i Paesi di origine dove inviare i detenuti stranieri a scontare la pena. l’Italia potrebbe anche pagare lo stato straniero per la custodia: costerebbe sempre meno che tenerli in Italia e sarebbe risolto il problema del sovraffolamento delle carceri o della costruzione di nuove. mi chiedo come farà mai l’Italia a risollevarsi se chi ci governa continua a rinviare i problemi.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 30

  • sara ha scritto il 1 settembre 2012 alle 23:53

    Non si possono  tenere in carcere esseri umani e farli vivere come bestie. Sono d’accordo!! Poi sonio straconvinta che almeno 1/3 dei detenuti è innocente e la loro colpa e quella di bon potersi permettere un avvocato.  La democrazia è anche rieducare chi ha sbagliato. 

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 35

  • tony ha scritto il 2 settembre 2012 alle 0:00

    invito a  quelle persone che di diritto non ne sanno nulla, e che sia giusto far scontare le proprie pene a chi si e macchiato di un reato, non ritengo giusto violare i piu  fondamentali diritti che la nostra costituzione ha scritto questo parlamento ha paura di prendere iniziative serie, perche condizionato dal voto e per la loro immagine politica… anzi una buona politica deve immediatamente affrontare il problema anche con strumenti come AMNISTIA e INDULTO solo cosi si esce immediatamente da una condizione di vero crimine

    Commento molto apprezzato! Thumb up 30

  • alf ha scritto il 2 settembre 2012 alle 0:11

    X Manuela comunque sia Callisto Tanzi e Lele Mora la galera se la sono fatta e credimi che gente di quel calibro soffre in certi posti e comunque non ci ritornerà più. Per quanto riguarda i padri di famiglia la pagnotta se la possono andare a guadagnare. Il discorso sul pianeta carcere è un pò complicato e comunque non è con l’indulto o l’amnistia che risolvi il problema. In questo modo non si fà altro che spostare il problema a fra 1 anno o poco più, l’unico rimedio è far fare la galera al cittadino extracomunitario nel suo paese facendoci carico delle spese. Solo in questo modo risolvi il problema, altra cosa importante è la famosa rieducazione, che comunque visto tutti i tagli non è possibile. Buona Domenica a tutti.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 20

  • cittadino comune ha scritto il 2 settembre 2012 alle 0:39

    In un momento come questo, parlare di indulto e amnistia, è da blasfemi,è arrivato il momento che chi ci governa abbia la percezione che le vittime dei reati, non sono coloro che sono in galera,ma quelli che ne sono fuori.
    Che razza di dignità può avere uno stupratore,un pedofilo, un omicida, un truffatore o chiunque commetta dei reati?
    Se a Strasburgo ci fossero i ricorsi di chi,ha subito un reato, o un ingiustizia, probabilmente lo stesso parlamento non avrebbe posto per contenere tutte le richieste di risarcimento.
    Si pensi a fornire un’alternativa di lavoro a chi deve mandare avanti una famiglia, altro che riabilitazione.
    Finchè in parlamento ci saranno deputati con condanne passate in giudicato, è naturale che le forze politiche spingano per avere indulto e amnistia, loro sarebbero i primi ad usufruirne.
    Ce ne ricorderemo alle prossime elezioni.

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 23

  • Elina ha scritto il 2 settembre 2012 alle 1:01

    Siete feroci senza sapere la realta devono mettere voi dentro per capire vera situazione e ci sono veramente le persone che hanno sbagliato ma non lo danno ne meno la possibiita di reabilitarsi ci sono troppi ragazzi giovani ma e loro futuro del paese non si sbaglia solo chi non fa nulla  ma non vuol dire che devono marcire dentro per anni diventono delusi defidenti  persi poi si creano altri situazioni brutte e cosi via prima di commentare ragionate 

    Commento poco apprezzato. Thumb up 22

  • La Nouvelle France ha scritto il 2 settembre 2012 alle 2:12

    Incommentabile, @sara con la s minuscola, il tuo commento.
    In tre righe, zeppo di luoghi comuni che non servono a nessuno, ne’ allo Stato ne’ ai cittadini che violano la legge.
    Dove vivi, chiusa in casa a raccontarti le favolette?
    Per dire che, per affrontare realta’ particolari o dure bisogna avere gli occhi aperti, i piedi per terra mantenendo fermo un punto che e’ il rispetto della vita e della dignita’ della persona, ma di tutte le persone non soltanto di chi finisce in carcere.
    Almeno 1/3 dei detenuti e’ innocente? Rispetto a che cosa?
    Democrazia e’ rieducare? Bella frase , importante ma vuota, prova a spiegare come la realizzeresti, tu , questa democratica rieducazione.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 30

  • CantZeta ha scritto il 2 settembre 2012 alle 7:30

    la differenza tra amnistia e d indulto sta nel fatto che con l’amnistia,si svuotano le carceri e i reati sono cancellati come la pena,quindi zero lavoro ai tribunali,avvocati,ecc…Con l’indulto invece,si svuotano le carceri a certe condizioni,(un po’ come fecero durante il Governo Prodi,quando la maggior parte delle persone messe in libertà,ritornarono in galera dopo poco,ad affollare quelle prigioni che oggi e perennemente si vuole svuotare),ma il reato rimane.Amnistia fedina pulita.Indulto libertà ma a certe condizioni e reato comunque compiuto e quindi fedina “sporca”.A chi afferma che le galere italiane sono stracolme e sono indecenti,io potrei obiettare che sono affollate di stranieri,ergo concordare con i Paesi di provenienza il rimpatrio e saldare i debiti con la giustizia italiana al paese natio.Punto!Stop!Chi è in gabbia non è sempre e solo innocente,giustizia da terzo mondo,ok,ma a volte ne beccano di criminali,no?Troppo spesso ci si dimentica delle vittime dei reati.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 21

  • alf ha scritto il 2 settembre 2012 alle 9:25

    X ELINA CHI SBAGLIA DEVE MARCIRE IN GALERA SENZA NESSUN SCONTO DI PENE. E COMUNQUE LA GALERA ITALIANA NON PUO’ CERTAMENTE ESSERE PARAGONTA AD UNA GALERA STRANIERA, QUELLA SI CHE E’ GALERA. WWWWWW LA CERTEZZA DELLA PENA E’ UN OBBLIGO PER I CITTADINI ONESTI CHE PAGANO LE TASSE E VANNO TUTTI I GIORNI A LAVORARE. POI MI CREDA CHE DI GENTE INNOCENTE IN GALERA NO C’E’ NE’…………………….BUONA DOMENICA

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 27

  • fabrizio ha scritto il 2 settembre 2012 alle 9:56

    amnistia amnistia amnistiaaaaaaaaa

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 28

  • libero ha scritto il 2 settembre 2012 alle 10:24

    HO GENTE…………….tutti avete ragione e tutti avete torto……..(se vi racconto la mia storia di malagiustizia ve cadono i capelli)………vi parlo da ex detenuto noi non chiediamo l’amnistia x uscire fuori,xche non tutti i reati vengono coperti da amnistia e indulto,li dentro si more sul serio non ce spazio manco x farti una pisciata in pace…(perche sposti uno sgabello e pisci dentro un buco nel pavimento)..se solo li stranieri andassero a scontare la pena nel loro paese….già il 25\30% in meno di detenuti…..poi togliere le recidive pesanti x reati minori…tipo furto con destrezza….tossicodipendenza……e tanto altro ancora….che mille parole non bastano…..ha dimenticavo…..16 metri quadri per 8 persone……vogliono i spazi per scontare e vivere la loro pena……..dignitosa….e poi vogliamo parlare dei strozzini legalizzati in veste d’avvocati..se davvero c’è una giustizia vera i carceri se riempiono de guadie,avvocati,politici e pora gente che ruba x fame….

    Commento molto apprezzato! Thumb up 29

  • Capitan Ovvio ha scritto il 2 settembre 2012 alle 10:25

    Manuela le auguro di non essere mai vittima di quelli che difende.. voglio vedere cosa dice dopo! .. io a pane e acqua? se non faccio reati perchè dovrei? .. chi fa un reato è consapevole ( non in italia vedendo come vanno le cose ) delle conseguenze! … qua è sempre la solita storie del ” poverini .. non hanno colpa ” … ma se son finiti li evidentemente… e farli campare alle spese di tutti non mi sembra per niente giusto … il mangiare e il dormire se lo devono guadagnare .. quindi lavori ” forzati ” … se no pane e acqua e silenzi…

    Commento molto apprezzato! Thumb up 26

  • libero ha scritto il 2 settembre 2012 alle 10:29

    ricordo che i maiali e cani anno più diritti degli essere umani in carcere………………….

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 24

  • sara ha scritto il 2 settembre 2012 alle 11:28

    @ nouvelle france.. calmati caro sei troppo agitato…io sono una che crede nei diritti umani. Ciao sbirro!!! ( furbo)

    Commento poco apprezzato. Thumb up 11

  • Vangel ha scritto il 2 settembre 2012 alle 11:42

    Buon giorno, sono felice di vedere tanti commenti. Ma vorrei sottoporvi solo una domanda: qualcuno di voi ha avuto Mai problemi con la giustizia? Naturalmente mi rivolvo a coloro i quali hanno puntato il dito, sparato sulla croce rossa e goduto della sofferenza. Aspetto risposte, grazie.

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 17

  • fabrizio ha scritto il 2 settembre 2012 alle 11:48

    capitan ovvio io vorrei vederci te li dentro, magari per un errore giudiziario come credimi capita molto più spesso di quello ke la gente pensi,  credimi io sono uscito da poco e magari meritavo anke di starci ma credimi c’è gente ke li dentro non dovrebbe proprio esserci, e vorrei vedere se dopo continuerai a parlare cosi

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 18

  • michela ha scritto il 2 settembre 2012 alle 11:52

    x Alf……i tuoi commenti non si possono leggere !!!!!!!!! certezza della pena x chi ??????? sicuramente x chi ruba x necessita’ xchè i veri delinquenti son fuori e si trovano tutti nella politica italiana ….ci rendiamo conto vi accanite con chi ruba pochi spiccioli …..le carceri sono intasate da poveri cristi …..in italia essere poveri e avere fame è un reato punito con la galera !!!! prima di sputare sentenze aggiornatevi……….e sfogate la vostra rabbia verso i delinquenti legalizzati…a loro tutto e permesso e concesso e noi restiamo muti a subire al posto di ribellarci a tutto cio’ ….ci scanniamo tra poveri ma non abbiamo il coraggio di andare a buttarli fuori a calci nel sedere….il loro posto nn è al potere ma in galera !!!!!

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 20

  • mariella paolucci ha scritto il 2 settembre 2012 alle 11:58

    la vostra mente è criminogena,ho letto commenti di qualcuno che se ne intende di diritto,ma di quale?dato che l’Italia è piene di queste menti ,non andremo mai da nessuna parte e per chi esercita il diritto,poveri malcapitati.

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 13

  • michela ha scritto il 2 settembre 2012 alle 12:10

    x Capitan ovvio……a pane e acqua metterei te ignorante!!!!! vabbè che non manchera’ molto che ci arriveremo tutti se nn ci ribelliamo …..quello che io non capisco e che la gente preferisce perdere il posto di lavoro che aderire per un’amnistia…..lo sapete che se esce l’amnistia si risparmiano i processi che costano milioni di soldi…e si risparmiano 6.000 euro al mese a detenuto….sono 67.000 detenuti vedete quanti soldi si risparmierebbero….e non ci sarebbe bisogno di licenziare o rischiare di perdere il posto di lavoro o la pensione…..ma vi volete svegliare italianiiiiii….per quanto ancora volete vivere nella vendetta e nell’odio???quaa bisogna pensare a sopravvivereeeeeeeeee l’amnistia esclude i reati di sangue di pedofilia e di violenza….quindi di che avete pauraaaaa?????

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 17

  • cittadino comune ha scritto il 2 settembre 2012 alle 12:15

    L’ultimo provvedimento di indulto,risale al 2007 con il governo Prodi.
    Dopo aver rimesso in circolazione circa 20.000 detenuti, abbiamo assistito al rientro lelle patrie galere, di due terzi di loro nell’arco di un anno di distanza.
    Questo episodio dovrebbe farci riflettere su quali benefici portino provvedimenti del genere.Chi ha veramente usufruito di questo stato di cose, sono stati politici, come Mastella ed altri suoi degni colleghi, che sono riusciti ad evitare il carcere,solo grazie all’indulto.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 25

  • NAPOLI 57 ha scritto il 2 settembre 2012 alle 12:16

    A NOUVELL FRANCE O COME CAVOLO TI CHIAMI………..sia chiaro che chi sbaglia deve pagare, ma voglio farti capire che i campi di concentramento sono stati chiusi tantissimi anni fa,i detenuti oggi vivono una tortura giornaliera,molti dormono per terra per mancanza di posti,l’acqua manca spesso e volentieri nei momenti peggiori,potrei elencarti tantissime situazioni analoghe ma non capiresti sicuramente,per non parlare di quello che ti propinano per pranzo…….uno stato che non può dare neanche la carta igienica ai detenuti non si può permettere di tenere in piedi certe situazioni,per non parlare di tutti quelli che in galera non ci vanno mai come i nostri politici i quali condannati per vari reati siedono ancora ai loro posti aspettando non la certezza della pena ma la certezza della prescrizione,sappiamo bene che nella rete della giustizia ci restano solo i pesci piccoli e chi non si può permettere un buon avvocato,anche io vorrei 18 processi e 18 prescrizioni (vedi berlusconi)

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 18

  • VERGOGNATEVI! ha scritto il 2 settembre 2012 alle 12:18

    X ALF TE DEVI ESSERE UN FASCISTA XCHE’ DA COME PARLI EMERGE QUESTO.LA TUA CATTIVERIA SI VEDE TUTTA.ANCHE IO LAVORATORE DIPENDENTE PAGO LE TASSE,.MA NON CONDANNO…ECCO LA DIFFERENZA TRA UN COMUNISTA E UN FASCISTA..CHE TENTA DI REPRIMERE TUTTO E SOTTOMETTERE..CAPIRE E PROVARE X CREDERE!SONO INCENSURATO DOVREI ESSERE INCAZZATO ANCHE IO PERCHE’ MI TOCCA PAGARE X QUELLI CHE NON PAGANO,MA NON LO SONO…I PICCOLI COMMERCIANTI CEH EVADONO E CHE PAGANO…NON POSSONO ESSERE PARAGONAI AI NOSTRI POLITICI CHE RUBANO A NOI,POPOLO SOVRANO TUTTTO QUELLO CHE C’E’ DA RUBARE.E POI.CHI VIENE RINCHIUSO?IL PICCOLO COMMERCIANTE.I GRANDI HANNO L’IMMUNITA’ E PURE SE VENISSERO RINCHIUSI,STAI PUR CERTO CHE NON STAREBBERO NELLE BETTOLE DELLE CELLE,DOVE DETENGONO CON TANTO ONORE E GIOIA..IL POPOLO SOVRANO!SPESSO,E SPERO CHE TU LO COMPRENDA.CI PORTANO LORO AD EVADERE,A RUBARE EC.SE CI FOSSE PIU GIUSTIZIA E PIU UMANITA’,QUELLA CHE TU NON HAI DIMOSTRATO DI AVERE,RISPONDENDO AD ELINA.TUTTO QUESTO NN CI SAREBBE.SALUT

    Commento poco apprezzato. Thumb up 15

  • alfonso ha scritto il 2 settembre 2012 alle 12:24

    io non riesco a capre di che razza di nazisti sono magior parte dei italianoma lo sapete che i lavor piu duri li fano i stranieri in italia e lo sapete che se i cosidetti stragneri sene vano
    l’italia rimane nella m……. po sto coso lavori forzati pane e aqua senti coso se in carcere ci fosse lavoro e studio cambierebero molte cose ti vedrei a te 22 ore in cella ignorante
    anchio non sono favorevole al aministia per tutti i reat ma a reti minori si poi vederei te vedere i propri figli sofrire la fame una scusa ma e realta oggi giorno in italia non e come in germania o in altri paesi che se perdi il lavoro ti dano il susidio e ti cercano un lavoro e poi un altra cosa i bambini che nascono in germania ano dirito alla cittadinanza ma in italia no ce gente che non a un pezzo di documento e secondo voi come fa a lavorare a si al nero cosi li sfrutate meglio poi secondo me il 50% di italiani sono delincuenti se si evade le tasse e un crimine no quidi capitan ovvio state zitto

    Commento poco apprezzato. Thumb up 9

  • alfonso ha scritto il 2 settembre 2012 alle 12:27

    schiavi dello stato battetevi per i animali e non per i diritti del uomo hahaha tanti mi sembrano i figli di hitler

    Commento poco apprezzato. Thumb up 10

  • saba ha scritto il 2 settembre 2012 alle 12:31

    il problema carcerario è molto più complesso di come pensiamo,oggi tenere persone in queste condizioni è veramente da terzo mondo,uno stato civile non si può permettere una situazione del genere. Molti non sanno cosa significa il carcere,parlano per cognizione di causa,il carcere oggi è tortura,perdita di dignità di affetti e di tant’altro,chi come me può visitare un carcere lo faccia,si documenti prima poi parli,se restiamo ammutoliti quando guardiamo i reportage sui campi di concentramento vi posso assicurare che quì ci manca poco.L’amnistia e l’indulto gia esiste…ma solo per i potenti,solo per i politici sotto la parola prescrizione quindi di cosa vi scandalizzate ?E ricordatevi anche che nella vita esistono due parole…..perdono e clemenza e che ogni tanto ogni uno si passasse la mano per la coscienza e troppo facile puntare il dito verso chi sbaglia.Amnistia e indulto anche per riportare l’Italia nella legalità e tra i paesi civili

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 15

  • VERGOGNATEVI! ha scritto il 2 settembre 2012 alle 12:33

    X CAPITAN@ OVVIO..SONO INCENSURATA E MI SONO INNAMORATA DI UN UOMO CON 27 ANNI DI CARCERE ALLE SPALLE.TUTTI POSSONO SBAGLIARE NELLA VITA!E A TUTTI DEVE ESSERE DATA UN’ALTRA POSSIBILITA’ DI RISCATTO..E SOPRATTUTTO TUTTI SONO ESSERI UMANI…E LA DIGNITA’ E I DIRITTI UMANI DEVONO ESSERCI X TUTTTI.NON PENSARE CHE CHI E’ INCENSURATO SIA UNO STINCO DI SANTO.AVEVO AMICI CHE HANNO AVUTO PROBLEMI…CHE X AIUTARMI SI SON FATTI IN 4 SENZA VOLER NIENTE IN CAMBIO.MI SPIEGHI COME MAI DALLE PERSONE INCENSURATE E PERBENISTE NON HO OTTENUTO LO STESSO AIUTO?TE LO DICO IO!E’ IL CUORE CHE E’ DIVERSO!CHI SBAGLIA E’ PIU SENSIBILE E UMANO DI CHI ELARGISCE CONDANNE!BUONA DOMENICA!

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 19

  • fabrizio ha scritto il 2 settembre 2012 alle 12:43

    ma perkè non sono publicati tutti i commenti? forse ki la pensa diversamente da voi viene censurato? volete forse far credere sempre di essere la maggioranza? questa è l’italia sempre piena di inganni e sotterfuggi vergognatevi siete solo dei bigotti

    Commento poco apprezzato. Thumb up 11

  • luvi ha scritto il 2 settembre 2012 alle 12:54

    L’unica cosa da fare oggi per riportare l’Italia alla pari di un paese civile come lo è sempre stato bisogna concedere l’amnistia con l’indulto,non si possono tenere i detenuti in queste situazioni da terzo mondo,i lager sono chiusi da anni e non devono tornare più,vero chi sbaglia paga ma questo concetto dovrebbe essere esteso a tutti mentre ancora oggi ci sono persone che pur commettendo reati la galera non la conoscono proprio,l’amnistia per loro gia esiste si chiama prescrizione,e si l’amnistia dei potenti dei ricchi dei furbi,visitate se potete un carcere oggi poi parlate,nella rete della giustizia oggi ci restano solo i poveracci e i diseredati…..AMNISTIA per riportare alla civiltà questo paese e per far capire che veramente la giustizia è uguale per tutti.A NOUVELLE FRANCE o come ti chiami spero che prima di parlare ti sia documentato e che non parli per cognizione di causa…..PERDONO E CLEMENZA,ricordate quando andate in chiesa.

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 16

  • ale ha scritto il 2 settembre 2012 alle 13:25

    amnistiaaaaaaaaaaaaaaa

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 21

  • fabrizio ha scritto il 2 settembre 2012 alle 13:37

    siamo censurati amici detenuti…. questa è l’italia

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 15

  • La Nouvelle France ha scritto il 2 settembre 2012 alle 14:06

    @sara
    Tu dai dello sbirro a me? Davvero divertente, devi essere una di quelle persone che blaterano a 360 gradi, ripetendo all’aria le stesse identiche parole e rioempendosi la bocca di ‘diritti umani, democrazia’.
    Ti ho fatto una domanda, perche’ non mi rispondi, non era polemica la mia, vorrei davvero sapere come la realizzeresti una ‘democratica rieducazione. Io lo so, si tratta di dare delle possibilita’ e di fare un lavoro capillare, ma si tratta ‘ANCHE’ di rispettare le vittime.
    Quando scrivo che il primo punto fermo e’ il rispetto della vita e della dignita’ della persona, fuori e dentro il carcere, parlo primaditutto di ‘integrita’ fisica’, perche’ dalla cronaca di oggi e di vent’anni fa, e’ primaditutto questa che e’ in gioco.
    Quando hai a che fare con la divisa.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 18

  • La Nouvelle France ha scritto il 2 settembre 2012 alle 14:28

    E un’altra domanda, @sara, anche se dai tuoi commenti posso immaginare la risposta.
    Immagino sarai soddisfatta dell’esito per l’omicidio Aldrovandi, 3 anni condonati per l’indulto e sei mesi in probabile affido ai servizi sociali.
    Hanno pure loro, i 4 agenti, diritto ad una ri-educazione, vero?
    Non c’e’ niente di peggio per una convivenza civile e democratica, del ‘buonismo’ stomachevole.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 19

  • elisa ha scritto il 2 settembre 2012 alle 14:32

    Ho letto molti commenti, tutti di persone che ignorano il funzionamento della giustizia. Chi dice che sotto i tre anni non si va in galera (non è una legge obbligatoria quindi molti sono comunque detenuti), chi dice che se sono in galera è perchè sono colpevoli (il 43% è in attesa di giudizio, quindi ancora innocente), c’è chi dice che non è scritto da nessuna parte che il carcere deve riabilitare (leggete la costituzione) , insomma una serie di ignoranti che prima di parlare dovrebbero quanto meno informarsi prima di fare ciò che fanno i giudici ora ovvero emettere sentenze senza quasi leggere gli atti processuali. Un ultima cosa, auguro a tutti questi “bene informati” di nonincappare mai nelle maglie della giustizia, perchè se mai dovesse accadere mi piacerebbe leggere ancora la stessa opinione

    Commento molto apprezzato! Thumb up 20

  • alberico ha scritto il 2 settembre 2012 alle 14:48

    Ma vi rendete conto quali sono i “problemi ” di cui si discute in questo paese? Bene bene continuiamo cosi’, speriamo solo di arrivare alla [...] a questo punto….

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 15

  • La Nouvelle France ha scritto il 2 settembre 2012 alle 15:11

    Quello che volevo dire, in sostanza, e’ che in Italia la legge non e’ uguale per tutti e non si puo’ realizzare questa uguaglianza con amnistia o indulto, si puo’ realizzarla con la certezza della pena per tutti, anche i politici e i potenti vengano processat i e scontino la pena eventuale.
    E chi blatera di perdono clemenza e chiesa , invece di fare l’ipocrita e il bigotto, si ricordi, quando va in chiesa alla domenica, delle vittime e dei familiari di queste vittime.

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 15

  • Roberto-PolliciGiù ha scritto il 2 settembre 2012 alle 15:54

    Ma la sinistra non ha altro a cui pensare se non cercare in tutti i modi di raccattare voti puntando sulla [...]?

    Commento molto apprezzato! Thumb up 24

  • fabrizio ha scritto il 2 settembre 2012 alle 16:17

    qui non si tratta di destra o di sinistra ma di una popolazione bigotta ke non vuole aprire gli occhi, andate a guardare le situazioni nelle carceri della norveggia, australia spagna etc etc ce ne sono molti e vi renderete conto ke siamo un paese da terzo mondo per quanto riguarda la situzione carceraria, voltaire disse ” la civiltà di una nazione si vede guardando le sue galere”, avete mai dato un occhiata alle nostre prima di parlare, siamo l’ultima ruota del carro in europa grazie a persone come voi ke non riescono ad aprire gli occhi vergognatevi…

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 13

  • CIRO ha scritto il 2 settembre 2012 alle 17:00

    Egr. sig.ri, che postate la notizia di cui sopra, forse dimenticate, Voi che pensate che per i carceraticè solo da sbatterli in galera e buttare via la chiave perchè è quello che si meritano, senza pensare che nelle carceri italiane ci sono quasi 68.000 detenuti a fronte di 44.000 posti letto; senza pensare che la metà di questi detenuti è tenuta reclusa ancora prima di aver subito il primo processo; senza tner conto che la metà di questi ultimi verrà prosciolta, quindi avrà scontato il carcere ingiustamente; senza tener conto che dal 2000 ad oggi, visto che si vive bene in carcere, i suicidi nelle carcerri ammontano a circa 2100 e circa cento sono guardie penitenziarie; senza tener conto che lo Stato Italiano, è in flagranza di reato vista la situazione carceraria e le varie condanne avute dalla Corte Europea dei Diritti Umani perche tiene le persone tetenuti in spazzi che rasentano la tortura.

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 17

  • CIRO ha scritto il 2 settembre 2012 alle 17:04

    PER COLORO CHE IGNORANO LA COSTITUZIONE ITALIANA E HANNO ILL CORAGGIO DI SCRIVERE: DOVE è SCRITTO CHE I DETENUTI DEVONO ESSERE TRATTATI BENE GLI RICORDO IL SEGUENTE ARTICOLO DELLA COSTITUZIONE ITALIANA:
    Art. 27.

    La responsabilità penale è personale.

    L’imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva.

    Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 18

  • alf ha scritto il 2 settembre 2012 alle 17:16

    PER CHI HA CRITICATO ALF. IN GALERA CREDETEMI C’E’ SOLO GENTAGLIA CHE MERITA DI MARCIRE IN GALERA. COMUNQUE SE SI TROVANO IN CERTI POSTI E PERCHE’ QUALCOSA HA COMMESSO. SE TU HAI BISOGNO DI UNA TAC LA FAI FRA 10 MESI SE VA BENE, VEDI O INFORMATI IN QUANTO TEMPO FA’ UNA TACCA UN DETENUTO???????????????? TU FAI PRIMA A MORIRE CREDIMI. COMUNQUE NON SONO FASCISTA MA NON HO NIENTE CONTRO CHI LO E’.

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 14

  • njm ha scritto il 2 settembre 2012 alle 17:26

    X ALF IL POLITICO ALFREDO PAPA DA INNOCENTE E’ FINITO IN GALERA ORA LIBERO ED I POLIZIOTTI DELLA QUESTURA DI FERRARA GIUDICATI COLPEVOLI [...] DEL POVERO ALDOVRANDI SONO SEMPRE STATI LIBERI E SONO TUTTORA LIBERI DIMMI DOV’E’ LA CERTEZZA DELLA PENA  IO TI FAREI PROVRARE UN  100 GIORNI POI VEDI COME TI METTI AL FIANCO DI PANNELLA 

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 11

  • giosue ha scritto il 2 settembre 2012 alle 18:00

    Amnstia in italia…basta con questi sopprusi!!italia vergognati..amnstia…amnstia…amnstia

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 14

  • Capitan Ovvio ha scritto il 2 settembre 2012 alle 18:40

    auguro a tutti i soliti buonisti della domenica di subire un reato da quelli che difendono… e qui chiudo.. è grazie a gente come voi che son più tutelati i delinquenti che gli onesti in italia!! vergugnev!! portateveli a casa vostra i criminali e manteneteveli voi!

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 23

  • La Nouvelle France ha scritto il 2 settembre 2012 alle 20:48

    @NAPOLI57 o come cavolo ti chiami, se e’ per questo siamo in uno Stato che non puo’ neppure fornire la carta igienica alle scuole.
    Mai negata la condizione dentro le mura di un carcere, e neppure i maltrattamenti o peggio per mantenere una forma di controllo, ma ribadisco che indulto e amnistia non sono soluzioni ma un modo per rimandare il problema senza mai risolverlo, per incapacita’.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 18

  • fabrizio ha scritto il 2 settembre 2012 alle 22:13

    cari alf e capitan ovvio mi dispiace tanto per voi ma siete dei [...] ottusi e bigotti

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 10

  • pascfz54 ha scritto il 3 settembre 2012 alle 0:34

    MI RIVOLGO A TUTTI [...] CHE  HANNO POSTATO CONTRO AMNISTIA E INDULTO. CHI SBAGLIA DEVE PAGARE GIUSTISSIMO, MA PAGARE SENZA TOGLIERGLI LA DIGNITA’, L’AMNISTIA SIA CHIEDE PER 3 MOTIVI FONDAMENTALI 1° RIFORMARE LA GIUSTIZIA IN ITALIA CHE E’ TOTALMENTE ASSENTE (VIVIAMO IN UNO STATO FEUDALE E NON DEMOCRATICO ) LA LEGGE E’ UGUALE SOLO PER LA POVERA GENTE, E QUESI VANNO IN GALERA, MENTRE CHI SI PUO’ PERMETTERE UN ABILE AVVOCATO IL PROCESSO LO MANDA IN PRESCRIZIONE COSI’ SE LA CAVA, E PROCESSI CHE VANNO IN PRESCRIZIONE IN ITALIA SI CONTANO COME 160.000 OGNI ANNO, QUESTA E’ UNA AMNISTIA PER I RICCHI E I VERI DELINQUENTI.
    2° PER IL SOVRAFFOLLAMENTO DELLE CARCERI, LI DENTRO CI SONO PERSONE, CHE NON DOVREBBERO ESSERCI, INFATTI IL 40% DE DETENUTI IN ATTESA DI GIUDIZIO IN CARCERE QUANDO VANNO A FARE I PROCESSI SONO GIUDICATI INNOCENTI, TANTO IL MAGISTRATO O I MAGISTRATI CHE LO HANNO RINCHIUSO NON PAGANO LE CONSEGUENZE, NON HANNO NESSUNA RESPONSABILITA’ LORO LO STIPENDIO (E CHE STIPENDIO )

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 10

  • pascfz54 ha scritto il 3 settembre 2012 alle 0:42

    3° ) PER FAR RITORNARE IL NOSTRO PAESE DEMOCRATICO, DARE LA RESPONSABILITA’ DIRETTAMENTE AI GIUDICI, SE UNA PERSONA VIENE MESSO IN GALERA IN ATTESWA DI GIUDIZIO E POI VIENE ASSOLTO, E QUESTO GIUSTAMENTE PRETENDE I DANNI, PER QUALE MOTIVO QUESTI DANNI LI DEVE PAGARE LA COLLETTIVITA’ SE IL GIUDICE NON SVOLGE PIENAMENTE IL PROPRIO DOVERE, SE LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI CHE LO SIA E NON SOLO PER LA POVERA GENTE.
    A COLORO CHE SONO CONTRO NON VOGLIO DIRE ANEDDOTI DI MALA GIUSTIZIA, GLI AUGURO SOLAMENTE DI FINIRCI LORO IN GALERA DA INNOCENTI SOLO CS’ FORSE POSSONO CAPIRE… IO HO I MIEI DUBBI , NON CAPIRANNO COMUNQUE. CONCLUDO VIVA PANNELLA!!!!!!!! AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA [...]!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Commento poco apprezzato. Thumb up 7

  • max ha scritto il 3 settembre 2012 alle 7:58

    Una volta vinte le cause mandateli a casa di tutti i buonisti rossi sia di fede che di pollice verso….

    Commento molto apprezzato! Thumb up 16

  • cittadino comune ha scritto il 3 settembre 2012 alle 9:18

    E’ strabiliante come ci si preoccupi tanto dei carcerati, sono persone che hanno sbagliato e devono espiare per i loro reati.
    In tutti i post, non si evidenzia quale sia la condizione psicologica, di chi è vittima di un reato, non si evidenzia come sia mutata la percezione di paura, prima e dopo aver subito un danno, sia personale,sia nella propria sfera affettiva.
    Personalmente ho subito un furto in casa e tuttora sia mia moglie, che mio figlio, hanno ancora paura ad entrare in casa,questo grazie a qualcuno che si è arrogato il diritto di entrare in casa mia e venire a rubare.
    Il trauma psicologico che abbiamo vissutp, non potrà mai essere ripagato da nessuno, l’unica cosa che ci darebbe sollievo, sarebbe sapere che il o i responsabili di ciò, fossero assicurati alla giustizia e rinchiusi all’interno di un carcere,in modo da togliere a questi soggetti, la possibilità di reiterare il reato. 

    Commento molto apprezzato! Thumb up 20

  • Et in Arkadia ego ha scritto il 3 settembre 2012 alle 10:56

    L’argomento trattato in modo generico del tipo “chi siamo, da dove veniamo, cosa stiamo facendo e dove andiamo” può contribuire soltanto a fare altri danni come i precedenti casi di amnistìa ed indulto sono stati applicati anche per favorire qualche componente della casta (ove delinquenti assistiti da avvocati preparati hanno ottenuto la libertà).

    Thumb up 9

  • MiG ha scritto il 3 settembre 2012 alle 11:19

    Giusto metterli fuori, così la prossima volta non passo 10 minuti dopo, ma magari sono dietro di lui in coda…
    http://www.estense.com/?p=234201
    Questa è la vostra rieducazione? la seconda chance? pensate con la vostra testa per favore non con quella del partito!
    Perchè poi non volete metterli a pulire i fossi o tirar su siringhe nei parchi? poverini si affaticano?!

    Commento molto apprezzato! Thumb up 22

  • Dalton Trumbo ha scritto il 3 settembre 2012 alle 11:58

    @pascfz54
    Il punto non e’ capire o meno, ma l’opinione tua che ha valore quanto la mia e quella di chiunque altro.
    E il tuo urlare attraverso la tastiera e definire chi non la pensa come te, con una parola evidentemente censurata dalla redazione, da’ la misura della tua mentalita’ fascista.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 14

  • alfonso ha scritto il 3 settembre 2012 alle 12:29

    amnistia subito e poi queli dentro non tutti sono dei balordi

    Commento poco apprezzato. Thumb up 9

  • alfonso ha scritto il 3 settembre 2012 alle 12:36

    anchio o subito dei furti in casa una volta mi ano rapinato ma comunque sono per la aminista

    solo e ripeto solo quando penso che ci sono perche si fano dei anni per dele ****** in quel inferno sto malissimo e penso che ogni buon cristiano la pensa come me perche non solo loro sono dei criminali cosa dobiamo pensare dello stato italiano che sta ciuciando pure il sangu ai italiano

    Commento poco apprezzato. Thumb up 9

  • max ha scritto il 3 settembre 2012 alle 12:54

    sono daccordo con MIG…tutti fuori si ma a lavorare per la società…gli si garantisce un minimo per mangiare e per le cure però questi devono andare a sistemare strade (visto come sono messe) o a fare altri lavori utili per la società, almeno hanno l’occasione per imparare a lavorare.. ecco cosa significa rieducare le persone non mollandole allo sbaraglio con indulto e amnistia..cosa pensate che quando escono dal carcere trovano lavoro? questi per campare tornano tutti a rubare spacciare ecc ecc… la riprova e che i detenuti rilasciati per l’indulto del 2007 sono tornati tutti ad affollare le carceri nel giro di un anno…ci vuole buon senso… cosa che in Italia ormai non esiste più…

    Commento molto apprezzato! Thumb up 19

  • Barbara ha scritto il 3 settembre 2012 alle 13:01

    Le carceri sono sovraffollate? Prendiamo questo dato di fatto e, anzichè svuotarle con dei provvedimenti che NON TUTELANO chi ha già subito un torto da parte di un carcerato, semplicemente NE COSTRUIAMO DELLE NUOVE! Se le vecchie sono fatiscenti, sono inumane, sono tutto quello che sono ma soprattutto non sono adeguate, purtroppo, al numero di persone che delinquono oggi in Italia, allora che se ne costruiscano delle nuove. Oltre a questo, i delinquenti stranieri vengano debitamente schedati ed estradati IMMEDIATAMENTE a casa loro, se si ripresentano al confine nuovamente estradati, se ne stiano a casa loro. E quest’ultimo pensiero lo dedico ai buonisti ai quali piace tirare fuori la disputa “comunisti vs fascisti” nel momento in cui un cittadino invoca pene severe per chi non rispetta la legge. Un cittadino/a deve sentirsi sicuro nella propria città e questa regola vale per tutti, bianchi rossi neri etc. Rispetto delle regole e il rispetto delle persone sarà automatico.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 23

  • MiG ha scritto il 3 settembre 2012 alle 14:07

    @ alfonso: ti prego, usa la punteggiatura di cui è sicuramente dotata la tua tastiera…

    Commento molto apprezzato! Thumb up 19

  • fabrizio ha scritto il 3 settembre 2012 alle 22:15

    ma da dove li tirate fuori questi commenti? da quello che scrivete si evince benissimo che siete ignoranti in materia, informatevi prima di aprire bocca e dare fiato, la maggior parte dei detenuti è in carcere per delle sciocchezze , io ho incontrato gente a rebibbia dentro per aver rubato un pezzo di parmigiano al supermarket per mangiare, un altro per una bottiglia di shampoo, credetemi le carceri sono piene di questa gente che ruba per fame, che pagherebbero oro per avere il più umiliante dei lavori ce voi ” gente per bene” non fareste mai, ma in italia non gli viene data la possibilità, cosa credete che non ci andrebbero se gliene fosse data la possibilità? bè sbagliate e credetemi i criminali che hanno svuotato le vostre case sicuramente sono fuori, e continueranno a farlo indisturbati perchè tanto la giustizia continuerà a prendersela con il poveraccio che non può pagare, quindi prima di aprire quelle bocche e dargli fiato, informatevi su quello che state parlando amnistia amnis

    Commento poco apprezzato. Thumb up 7

  • stefano ha scritto il 3 settembre 2012 alle 22:30

    ipocriti !!!! vi farei trascorrere un mese in galera per vedere le condizioni disumane
    neanche le bestie pagano quel prezzo……avete fatto un casino per i cani di green hill e tenete le persone in quelle condizioni ??? VERGOGNATEVI persone “civili”  ((???)))

    Commento poco apprezzato. Thumb up 9

  • Barbara ha scritto il 4 settembre 2012 alle 8:47

    @Stefano: gli unici ipocriti che devono vergognarsi sono quelli che, senza sapere cosa significano le parole amnistia e indulto, si ergono a paladini di fantomatici diritti, salvo poi pentirsi amaramente quando scoprono che l’amnistia ESTINGUE il reato e la pena. Il facile buonismo non giova a nessuno nè a chi sta dentro nè a chi sta fuori le carceri e NON credo che tutti i carcerati siano ladri di polli… dai per favore piantiamola!! E a @Fabrizio che dice che siamo tutti ignoranti in materia, perchè non ci specifica lui la sua di esperienza in materia! Tutti santi a Rebibbia? Tutti perbene alla Dozza (BO)? Dai non diciamo s[...]

    Commento molto apprezzato! Thumb up 18

  • alberico ha scritto il 4 settembre 2012 alle 8:48

    Come sempre ci si ricorda dei diritti ma non dei doveri. A me andrebbe benissimo che avessero le celle adatte e confortevoli pero’ sarebbe anche giusto che tali gentiluomini andassero a raccogliere pomodori, asfaltare strade, spalare fango e ovunque ce ne sia bisogno 12 ore al giorno(con pausa pranzo i 30 minuti) con qualsiasi clima e magari con braccialetto o catena ai piedi onde evitare furbizie. Poi alla sera nella loro bella ed accogliente cella con la TV, la radio, l’mp3 ed altre comodita’ varie. Io penso che se facessimo un referendum ttra i carcerati preferirebbero rimanere nele condizioni attuali.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 17

  • Jan ha scritto il 4 settembre 2012 alle 17:21

    Intanto bisogna ricordare che 5 anni fa con amnistia-indulto furono scarcerate un gran numero di persone ma esattamente dopo 3 anni il numero della popolazione carceraria era addirittura aumentato del 7% rispetto a prima dell’indulto.
    Inoltre non dimentichiamo che in Italia vi sono 40 carceri non utilizzati (fonte fine 2011) .Poi 30-40 mila persone che usciranno dal carcere cosa faranno dovranno pur vivere e allora? Abbiamo senza questi già ora , disoccupati, cassa integrati,lavoratori in mobilità e altro qui si rischia veramente qualche sommossa per il pane

    Commento molto apprezzato! Thumb up 13

  • fabrizio ha scritto il 4 settembre 2012 alle 21:34

    rispondo a jan allora perkè già non c’è lavoro e non c’è il pane è giusto tenere 77000 persone rinchiuse in condizioni disumane? ki non ha mai provato non può capire, e forse una sommossa sarebbe davvero l’unica soluzione per provare a raddrizzare questa italia ke secondo me a breve farà la fine della grecia se non peggio… e tu barbara che vuoi sapere la mia esperienza? io vengo da un ottima famiglia ke ha sempre lavorato, ho una moglie e un figlio stupendo, il mio sbaglio è stato quello di farmi trovare con una modesta quantità di haschish (100) per uso personale visto ke è l’unico vizio ke ho, ma invece di detenzione mi hanno accusato di spaccio sono 5 anni ke sono detenuto di cui 3 in carcere e il resto a casa, mi è stata tolta la patente e ho perso il lavoro, ora con il precedente mi è quasi impossibile trovare un posto di lavoro e io una volta finito visto ke mi manca poco come dovrei far mangiare la mia famiglia? io non credo ke la carcerazione mi abbia rieducato ma soltanto 

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 8

  • fabrizio ha scritto il 4 settembre 2012 alle 21:39

    creato problemi ke prima non avevo, mentre ki rubba miliardi o uccide è libero fuori, ricordi i romei ke 2-3 anni fa a guidonia violentarono una ragazza e picchiarono il ragazzo dopo 2 anni sono gia fuori allora il loro reato è menbo grave del mio? ci sono tante violenze su donne e bambini sai ke in carcere ki si macchia di questi reati viene selvaggiamente picchiato dagli altri detenuti? mentre  la cosi detta gente per bene se ti passa vicino mentre subisci una violenza sicuramente cambierà strada, invece di giudicare imparate a non fare di tutta un erba un fascio

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 6

  • Il Monaco ha scritto il 5 settembre 2012 alle 2:46

    Il livello di questi commenti è desolante. Numerose le falsità (come quello che spaccia l’indulto come un insuccesso e dando un dato falso sulla recidività degli indultati: chi ha beneficiato dell’indulto in realtà ha avuto un tasso di recidiva notevolmente inferiore a chi sconta la pena per intero. Non c’è stato alcun disagio o allarme in seguito alla misura d’indulto, fatevene una ragione e soprattutto informatevi da chi riporta i dati del Ministero. Diversi spacciano queste misure di clemenza come proposte del c-sinistra tacendo il fatto che i più a sinistra tacciono e che nel c-destra tanti non sono contrari a valutare queste iniziative).
    L’articolo non cita la principale illegalità sistematicamente commessa dallo Stato italiano in questa situazione: i tempi della giustizia che assieme alle condizioni delle carceri ci portano ad essere in stato in flagranza di reato e criminale professionale.
    Senza amnistia la Giustizia non può ripartire. Con amnistia diviene necessario l’indulto

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 6

  • Il Monaco ha scritto il 5 settembre 2012 alle 2:57

    Ma andiamo avanti: ogni anno ci sono 160-180.000 prescrizioni. È un’amnistia di classe e soprattutto indiscriminata che verrebbe stroncata da un’importante misura di amnistia. Se c’è prescrizione, la vittima non si può rivalere in sede civile mentre se il presunto innocente usufruisce dell’amnistia la vittima può rivalersi comunque in sede civile. Questo per chi dice di pensare alle vittime (senza conoscere tecnicamente le prosposte giuridiche in discussione).
    Indulto e amnistia vanno approvate dal Parlamento: vanno valutati i reati da prendere in considerazione e quindi ovviamente non riguarderanno criminali pericolosi per la società.
    L’amnistia è sempre stata periodicamente attuata nella storia della Repubblica e sono moltissimi anni che non ne viene fatta una nonostante sia uno strumento fisiologico previsto dalla Costituzione.
    Chiudo con una delle falsità più clamorose presenti nei commenti dei disinformati chiacchieroni: queste misure di legge non fanno guadagnare voti!! Anzi…

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 8

  • Io sto con gli ippopotami ha scritto il 5 settembre 2012 alle 4:29

    @Il Monaco
    Io penso anche alle vittime e non sono sicuramente sufficientemente informata per cio’ che concerne gli aspetti tecnici e giuridici.
    Ho una perplessita’ che e’ una domanda e riguarda la possibilita’, per le vittime e i loro familiari, di rivalersi in sede civile in caso di amnistia, cosa che lei scrive, non puo’ avvenire con la prescrizione.
    Rivalersi in sede civile significa, per quello che io so, avere la possibilita’ -e soltanto questa- di chiedere un risarcimento per il danno subito.
    Cioe’ denaro, mentre il penale viene cancellato.
    E’ cosi’?

    Commento molto apprezzato! Thumb up 14

  • Barbara ha scritto il 5 settembre 2012 alle 8:54

    @Il Monaco: per cortesia non confondiamo un problema strutturale (capienza ed “umanità”) delle carceri con un problema/riflessione sulla gravità delle tipologie di reato! Amnistia e indulto vanno usate con parsimonia e non come “tana libera tutti” con la scusa che solo così ripartiamo. @Fabrizio: nonostante possa dispiacermi per l’eventuale durezza con cui il tuo reato è stato giudicato, nemmeno tu puoi confondere problemi strutturali con la riorganizzazione e l’ottimizzazione delle carceri. Chiedo inoltre a voi tutti: se uscisse per amnistia una persona seriamente recidiva, con nessuna intenzione di pentimento o ravvedimento e se questa incontrasse sul suo cammino una persona a voi cara e le facesse del male……………. ?

    Commento molto apprezzato! Thumb up 12

  • MiG ha scritto il 5 settembre 2012 alle 10:40

    Quindi fatemi capire: se ci sono pochi posti letto, pochi giudici, ma tanti delinquenti si deve fare l’indulto, aggiungendo magari un lavoro retribuito, anzichè fare nuove carceri, prendere più giudici e far lavorare per il sociale i detenuti così da ripagare in parte vitto e alloggio?
    Per chi dice che si è finisce in gabbia per il formaggio, ricordo che esiste la caritas, che stà già aiutando in nuovi poveri, ovvero i padri divorziati…

    Commento molto apprezzato! Thumb up 15

  • Francesco Fersini ha scritto il 6 settembre 2012 alle 15:03

    Sono contrario ad amnistia od indulto a queste condizioni ma Puggiotto ha ragione: le carceri italiane sono indecenti ed inumane (persino Torquemada si vergognerebbe). In quei luoghi la rieducazione del detenuto non é favorita, anzi. Alcuni dicono: costruiamo nuove carceri. Peccato però che dobbiamo poi farle funzionare ed in questo momento i soldi dove si trovano? Io sarei favorevole ad un’amnistia se collocata in un ampio disegno di riforma del codice penale (esistono reati assurdi), della carcerazione preventiva (la tortura del XXI secolo) e soprattutto del sistema penitenziario. Diano la possibilità ai detenuti di apprendere un lavoro, anche con l’aiuto del mondo no profit, altrimenti questi una volta fuori nessuno li assume, non hanno imparato un lavoro, sanno solo delinquere, devono pur mangiare cosa credete che facciano? Ma senza queste condizioni l’amnistia o l’indulto rischiano solo di aggravare il problema specieconsiderando l’inasprimento delle pene per i recidivi…

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 14

  • un amico ha scritto il 6 settembre 2012 alle 17:47

    Silvia Baraldini (Roma, 12 dicembre 1947) è una attivista ed ex terrorista italiana: ha operato negli anni sessanta, settanta e ottanta negli Stati Uniti. Componente di un partito rivoluzionario (Black Panther Party) che combatteva per i diritti civili dei neri, fu condannata nel 1983 a una pena cumulativa di 43 anni di carcere negli Stati Uniti per concorso in evasione, associazione sovversiva, due tentate rapine e ingiuria al tribunale.
    Il forte sostegno alla sua causa da parte dei partiti di sinistra ha portato alla estradizione in Italia nel 1999, dopo alcuni anni di arresti domiciliari Silvia Baraldini è stata scarcerata il 26 settembre 2006 per effetto dell’indulto.
    Secondo alcuni, tale concessione è stata una contropartita ottenuta dal governo D’Alema per l’appoggio alla guerra degli USA in Kosovo, secondo altri essa è da mettersi in collegamento alla Strage del Cermis. Perche non applicare lo stesso principio per i detenuti extracominitari?

    Commento molto apprezzato! Thumb up 10

  • MiG ha scritto il 6 settembre 2012 alle 18:04

    Sig.Fersini, i soldi non sono un problema, eliminando 2 politici nazionali facciamo andare avanti una prigione, togliendo i rimborsi elettorali ( chiedono ancora i soldini all’ingresso della festa del pd?) e i doppi rimborsi si trovano tutti i soldi che volete, ma si sa, siamo in itaGlia…e questi sgarri non si fanno!
    Dice di imparare un lavoro, ma sembra che di andare a raccogliere le siringhe dei propri clienti nessuno abbia intenzione…

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 14

  • Jan ha scritto il 6 settembre 2012 alle 20:01

    @un amico il problema è che gli stessi stati di provenienza dei comunitari o extracomunitari mi sa che non ne vogliano proprio sapere di riprenderseli allo stato attuale.
    Devono essere stipulati accordi ben precisi. Altrimenti non si risolve nulla.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 13

  • atavar ha scritto il 6 settembre 2012 alle 22:44

    Io non ci manderei nessuno in galera, semmai li manderei a riabilitarsi direttamente ……
    Altrimenti si riempono le carceri senza motivo,,,, luogo inutile e soprattutto per rispetto della dignità delle persone che ci finiscono ingiustamente non come dice quello al primo post…. che se gli fate fare un giretto di un paio d’ anni senza motivo primna o poi lo capisce da solo….

    Commento poco apprezzato. Thumb up 1

  • Francesco Fersini ha scritto il 6 settembre 2012 alle 22:45

    Sig. Mig, a parte il fatto che se lei dice “i soldi non sono un problema” in un periodo di recessione come quello attuale mi domando dove lei stia vivendo e se si sia accorto che la crisi é dei lavoratori, delle imprese ma anche delle finanze pubbliche. Ma ammesso che ci siano questi ipotetici ma attualmente inesistenti soldi recuperabili nel modo da lei proposto io preferirei spenderli per uscire dalla crisi, per abbattere il debito pubblico, per il sostegno al reddito delle famiglie, per creare posti di lavoro, per far ripartire l’economia piuttosto che per rinnovare il sistema penitenziario (in questo momento). Siamo REALISTI e non smettiamo di vivere su Marte!!! Quanto al fatto che nessun carcerato voglia imparare un lavoro é una BUGIA (per non dire altro perché sono educato). Si informi della Cooperativa Giotto e di Nicola Boscoletto e dell’opera che hanno realizzato nel carcere della vicina Padova prima di dire cose inesatte!!!

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 11

  • MiG ha scritto il 7 settembre 2012 alle 1:48

    Soldi inesistenti? carissimo, non vedo mille politici nazionali in cassa integrazione, c’era al referendum sull’abrogazione dei rimborsi elettorali? e i doppi rimborsi anche a partiti morti? più di 20000 regionali nella sola sicilia ( le pratiche si fanno in mezzo secondo se non sono impegnati a spalar neve a palermo in pieno giugno!) e le migliaia di auto blu ( tutte grosse, mai una panda)?Vediamo poi cosa si può trovare…come dimenticarci l’imu alla chiesa! ma questo forse non bisogna dirlo a student office!

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 9

  • dinamitebla ha scritto il 7 settembre 2012 alle 8:27

    A lavorare ! Ci sono centinaia di lavori da fare : pulire strade, fossi, fiumi, tombini, si lamentano (giustamente) dello spazio angusto delle celle… allora fuori a lavorare ! 1) si pagherebbero vitto ed alloggio 2) farebbero un po’ di ginnastica : tutta salute per tutti !

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 12

  • Jan ha scritto il 7 settembre 2012 alle 13:42

    “In Italia violata la legalità”, altro articolo “rompono in testa ad un anziana vaso e la rapinano” ma metteteli in galera a scontare tutta la pena , andate a chiedere a chi ha subito tali violenze o chi ha avuto un figlio ucciso da una persona in stato di ebrezza o sotto effetto da stupefacenti se sono d’accordo. Ma signori benpensanti se a voi capita una cosa del genere ( chiaro è solo una ipotesi) sarete ancora dello stesso parere ?

    Thumb up 8

  • Francesco Fersini ha scritto il 7 settembre 2012 alle 13:43

    Gentile Mig purtroppo anche se si tagliano i costi della politica i soldi ricavabili pur essendo tanti non sono sufficienti per risolvere i problemi che abbiamo. Anche perché vanno date delle priorità e le priorità in questo momento sono il LAVORO e lo SVILUPPO (non l’esecuzione delle pene, salvo per i forcaioli). La situazione carceraria é risolvibile attraverso riforme adeguate che consentano al privato sociale di intervenire (ho citato l’esempio della cooperativa Giotto perché io parlo di cose concrete e non di luoghi comuni, a sua differenza). In secundis: cosa c’entra Student Office con l’imu alla Chiesa (?) visto che é un’associazione universitaria, segno che lei ha le idee piuttosto confuse. Oltretutto la Chiesa l’Imu la paga già ma le tasse, come é noto e ci sono studi (si legga Milton Friedman premio Nobel per l’economia 1976), sono soldi in meno allo sviluppo economico e alla solidarietà che la Chiesa fa in luogo dello Stato (che la farebbe pure male) a chi é meno fortunato.

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 6

  • MiG ha scritto il 7 settembre 2012 alle 14:58

    20miliardi in un anno sono tanti ma non sufficenti, scherziamo? mezza finanziaria Tremonti! Iniziamo a togliere sprechi politici, meno tasse, più soldi spendibili subito dalle persone, meno aziende e commercianti chiuderanno.
    Student office non è il braccio universitario di cl? chi tirerebbe mai via soldi al proprio datore di lavoro? togliamo l’8×1000 alla chiesa e vediamo quanti credenti veri doneranno volontariamente dei soldi. Da quello che dice Monti la chiesa non pagherà l’imu, poi vedete voi…
    Parliamo delle sue cooperative, il lavoro di giardiniere: sa quante persone sono in cassa integrazione e dopo una vita di tasse si sbattono a fare lavori peggiori del giardiniere? a quel punto cpnviene farsi mettere dentro per avere un lavoro

    Thumb up 0

  • MiG ha scritto il 7 settembre 2012 alle 15:04

    20miliardi in un anno sono tanti ma non sufficenti, scherziamo? mezza finanziaria Tremonti! Iniziamo a togliere sprechi politici, meno tasse, più soldi spendibili subito dalle persone, meno aziende e commercianti chiuderanno.
    Come, Student office non è il braccio universitario di cl? mi sono sbagliato?! chi tirerebbe mai via soldi al proprio datore di lavoro? togliamo l’8×1000 alla chiesa e vediamo quanti credenti veri doneranno volontariamente dei soldi. Da quello che dice Monti la chiesa non pagherà l’imu, poi vedete voi…
    Parliamo delle sue cooperative, il lavoro di giardiniere: sa quante persone sono in cassa integrazione e dopo una vita di tasse si sbattono a fare lavori peggiori del giardiniere? a quel punto conviene farsi mettere dentro per avere un lavoro sicuro?
    Abbiate pudore almeno per le vittime!
    @ Jan: no, mi sembra ovvio!

    Thumb up 6

  • Francesco Fersini ha scritto il 7 settembre 2012 alle 19:19

    O MiG é d’accordo con me nel TAGLIARE drasticamente il settore pubblico oppure confonde gli euro con le lire oppure sbaglia a leggere i dati. Il dato di 20 miliardi cui si riferisce é il costo di funzionamento degli organi come Presidenza del Consiglio, Ministeri, Regioni, Province, Comuni, Corte Costituzionale, Corte dei Conti ecc. compresi gli stipendi ai propri dipendenti. Per realizzare davvero un risparmio di 20 miliardi Sig Mig occorrerebbe LICENZIARE TUTTI I DIPENDENTI PUBBLICI e non mi sembra il caso. In realtà il finanziamento pubblico é di circa 500 milioni di euro l’anno (cifra considerevole ma ben lontana dai 20 miliardi che dice lei tant’é che gli italiani hanno pagato 2,3 miliardi di euro complessivamente dal 1994 al 2012 per i finanziamenti pubblici alla politica).
    Sono d’accordo nel RIDURRE DRASTICAMENTE questi costi affinché chi fa politica se la paghi di tasca propria ma facendo attenzione a che la terapia non sia più grave del male

    Thumb up 8

  • Francesco Fersini ha scritto il 7 settembre 2012 alle 19:43

    esempio: che la politica la facciano solo i ricchi ed i servi della borghesia finanziaria. Facciamo attenzione perché un conto é combattere gli sprechi della politica un altro é consegnare il Paese alle oligarchie finanziarie.
    Quanto a Student Office lei é male informato. Student Office non é né il braccio né la testa né la gamba universitaria di niente… E’ solo un’associazione universitaria fatta (le parrà strano) di studenti liberi (alcuni dei quali come il sottoscritto sono di CL).
    L’8per 1000 se vuole saperlo é nato per sostituire i finanziamenti diretti statali alla Chiesa ed adeguare i finanziamenti delle confessioni religiose al pluralismo religioso previsto dalla Costituzione (una volta c’era la religione di Stato). Quindi si informi prima di dire stupidaggini. Non andrebbe abolito ma anzi incentivato e proporrei di sostituire ai finanziamenti alla politica con un 3 per 1000 di modo che chi vuole dia e chi non vuole non dia.

    Thumb up 7

  • Francesco Fersini ha scritto il 7 settembre 2012 alle 19:57

    Abbandonando queste parentesi e tornando al tema del post il mio ragionamento é semplice. Se in carcere i detenuti non imparano un mestiere tornati fuori é evidente che torneranno a delinquere. Invece diamo la possibilità di riscattarsi: esistono mestieri che nessuno vuole più fare (si legga un rapporto della CGIA di Mestre su questo), diamo questa possibilità ai carcerati. Usciti dal carcere c’é almeno una possibilità (che é sempre meglio di zero non le pare?) che non tornino a delinquere. Inoltre lei lo sa che un detenuto costa ai cittadini 7.000 € al mese? Allora non le sembra il caso di modificare il sistema penitenziario invece di costruire nuove carceri? Esempio: ridimensionare l’uso del carcere preventivo (salvo che per omicidio e stupro), incoraggiare le pene alternative o le pene pecuniarie per i reati meno gravi, ecc. e favorire la formazione professionale nelle carceri altrimenti il rischio di recidiva é altissimo. Senza bisogno di amnistia o indulto cui sono contrario.

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 10

  • fabrizio ha scritto il 7 settembre 2012 alle 20:17

    ma dove sono questi lavori?? non fate altro che dire fateli lavorare, ma dove sono questi posti di lavoro? io sarei disposto a fare qualsiasi tipo di lavoro anke a spalare merda, ma dove, siete contro l’amnistia? mi va bene, ma almeno abbiate la coerenza di dire non me ne frega niente dei detenuti, non nascondetevi dietro una maschera di buonismo solo per nascondere le vostre paure perchè è di questo ke si tratta avete tutti paura, per questo l’italia non va avanti perkè la maggiorparte degli italiani sono vigliacchi gli basta avere un padrone vergognatevi siete una massa di schiaviiiiiiiiiiiiiiiii

    Thumb up 6

  • MiG ha scritto il 8 settembre 2012 alle 3:09

    Me ne frego delle varie religioni di uno STATO LAICO. Ci sono le donazioni spontanee, non le tasse. Auguri!

    Thumb up 4

  • Francesco Fersini ha scritto il 8 settembre 2012 alle 12:47

    come evidente MiG cerca di sfuggire il discorso e portarlo su altre questioni che nulla c’entrano forse perché sul tema in esame non ha alcun argomento. Poi il “me ne frego” mi ricorda qualcuno che si affacciava ad un balcone ed un suo recente emulo genovese.
    Quanto a Fabrizio io ho detto di insegnare un mestiere ai detenuti, formazione professionale cosa diversa dai posti di lavoro disponibili. Inoltre legga il rapporto della CGIA di Mestre e di diverse associazioni di categoria riguardo le figure che nel 2020 mancheranno (calcolano 385mila posti vacanti nel 2020) quali: addetti alla pulizia, muratori, operai agricoli, sarti, tappezzieri, falegnami, allevatori, carrozzieri.
    Quanto all’ultima parte del suo commento che disprezza gli italiani, lei cos’é? Un belga forse oppure tra gli italiani é il migliore di tutti? Ma sia un pò più umile ed abbia rispetto per la sua Patria ed il popolo a cui, volente o nolente, appartiene pure lei.

    Thumb up 6

  • MiG ha scritto il 8 settembre 2012 alle 14:20

    Non sfuggo dal discorso, quello che volevo dire l’ho detto e non avendo la presunzione di farle cambiare idea, mi dedico ad altro…

    Thumb up 3

  • ege ha scritto il 8 settembre 2012 alle 15:27

    Basta con questi detenuti, la gente comune non ne può più di queste conferenze del cavolo, attualmente in Italia non ci sono condizioni per recuperi in grande stile, chi sbaglia deve sapere cosa lo aspetta oggi. E ora di fare conferenze sui diritti calpestati delle vittime, ma quelli per il PD non sembrano esistere, L’Italia va proprio alla rovescia, più reati commetti più importanza di danno!!! Chi sbaglia deve andare in galera e ci deve stare fino alla fine della pena….se mai lo condanneranno!

    Commento controverso. Cosa ne pensi? Thumb up 7

  • Francesco Fersini ha scritto il 8 settembre 2012 alle 17:36

    Comunque caro MiG l’8 per 1000 per sua informazione non é una tassa in più. Ma semplicemente una quota di quello che lei già versa per l’IRPEF. Quindi studi e si informi prima di dire cose sbagliate!!!

    Thumb up 6

  • bad bad men ha scritto il 8 settembre 2012 alle 23:26

    e’ vero !!!tutti hanno ragione,tutti hanno torto. il carcere l’ho subito, carcerazione preventiva per 2 reati .reati minori,non di sangue,ma pur sempre reati. siamo d’accordo? dopo due mesi me ne sono accusati 18,dico 18,altrimenti addio domiciliari ; perche’? semplice…la custodia cautelare e’ una moderna TORTURA,proprio per farti parlare. diresti che hai ucciso tua madre….6 in una cella fatta per 3,dormire a terra, pressione 160-210 (minima e massima) curata con il valium !!!!, 1 ora di aria in un cubicolo. devo continuare? meglio fermarmi. ah se qualche vs amico,parente,conoscente ,andasse in galera (giustamente o ingiustamente) votate per la pena di morte. gli fareste un piacere. uno stato di diritto che punisce con la vendetta,non e’ piu’ uno stato di diritto. cari saluti da un cattivo.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 20

  • Il Monaco ha scritto il 12 settembre 2012 alle 16:06

    X ‘io sto ippopotami’

    Si, rivalersi in sede civile per avere un risarcimento per il danno subito. L’Amnistia cancella il procedimento penale

    X Barbara

    Il problema della Giustizia si palesa anche con le illegalità dello Stato commesse attraverso le carceri ma è solo la punta dell’iceberg. L’unica proposta sul tavolo per far ripartire la Giustizia e mettere mano a riforme decarcerizzanti (rivedere la Cirielli, la Fini Giovanardi, la Bossi Fini per cominciare) è un’ampia Amnistia come prevista dalla Costituzione
    Le paure per i carcerati che uscirebbero in seguito all’indulto associato all’Amnistia è immotivata dati alla mano. Chiaro che se imedia non informano e qualche avvoltoio politico disinforma per prendere voti sulla pelle degli Italiani la situazione di illegalità che caratterizza l’essenza dello Stato italiano rimarrà immutata

    Non è una questione umanitaria o di carceri fatiscenti, quello è solo 1 degli aspetti trattati da chi da anni sta facendo queste proposte. CONT.

    Thumb up 2

  • Il Monaco ha scritto il 12 settembre 2012 alle 16:16

    CONTINUAZIONE L’amnistia e l’indulto non verrebbero usate come un tana libera tutti per risparmiare ma per riportare il Paese in una situazione di legalità: oltre alle condanne contro l’Italia, ai soldi buttati, all’immagine dello Stato come criminale professionale, all’intasamento della Corte Europea D.U. (fenomeno di Peste Italiana che si propaga in Europa), c’è il problema delle carceri usate come pattumiere sociali che danno un finto senso di sicurezza poichè non svolgono la lorro funzione di recupero del cittadino che ha sbagliato. Le attuali carceri fanno uscire gente che al 62% torna a delinquere: questa è la cosa che dà motivo di preoccupazione.
    La stragrande maggioranza dei criminali è a piede libero, non sta nelle carceri. Dati alla mano.

    Serve una rivoluzione culturale per togliere dagli Italiani le idee sbagliate che hanno sul sistema penale e sulla carcerazione: e pensare che sulla questione nei secoli avevamo dato lezioni al mondo intero…

    Thumb up 4

  • elisa ha scritto il 16 settembre 2012 alle 13:57

    ma come si fa a essere cosi cattivi, ho letto tutti questi commenti e ho sentito una marea di “******”…. si arrestano xsone innocenti, poi chi uccide a casa e ki si droga in galera, ma come si ragiona? si arrestano xsone per delle chiacchiere e senza fatti, in italia è uno skifo… non c’è neanche la libertà di parola di dire quello che si vuole xke ti arrestano anche se dici ******, la legge punisce noi comuni cittadini, ma ki punisce loro? ki sono loro x decidere della nostra vita? poi arrivano i stranieri in italia xke sanno ke qui possono fare i porci comodi loro e nn vengono puniti ma proviamo ad andare noi al loro paese e vediamo cosa ci fanno…. mah… io fossi alcune xsone mi farei un’esame di coscienza, so che ci sono persone ke vanno in carcere x *******e quando escono sono peggio di prima xke nn si educano xsone a stare rinkiusi in una stanza di 5 metri quadrati a nn fare un ******tutto il giorno… il carcere è una cosa inutile. AMNISTIA E INDULTO SUBITO!

    Thumb up 7

  • marco ha scritto il 17 settembre 2012 alle 21:42

    Ha ragione Marco Pannella Italiani brava gente…………………leggete la costituzione e fatevi un esame di coscenza chi nn ha peccato scagli la prima pietra.I ladri esistono perche esistono i ricettatori gli spacciatori perche ci sono i drogati e la mamma degli imbecilli e’ sempre gravida.AMNISTIA SUBITO.. O METTETECI TUTTI I POLITICI INDEGNI E POI NE RIPARLIAMO…….LO STATO E’ RESPONSABILE DI UN MASSACRO DENTRO E FUORI LE CARCERI ED E’ UNO STATO CRIMINALE RECIDIVO

    Thumb up 8

  • marco ha scritto il 17 settembre 2012 alle 21:45

    E’ FACILE GIUDICARE CON STIPENDI D’ORO CHI NN HA POTUTO STUDIARE O PEGGIO ANCORA ABBIA AVUTO UN INFANZIA VIOLATA LO STATO DOV’E’
    ?

    Thumb up 6

  • marco ha scritto il 17 settembre 2012 alle 22:09

    in olanda se nn c’e’ posto ci si mette in fila per andare in carcere perche’ c’e’ senso civico in italia nn sappiamo nemmeno cosa sia

    Thumb up 6

  • mario ha scritto il 19 settembre 2012 alle 23:17

    no recidivi siamo stanchi di essere colpevoli sempre noi.
    per aver ragione ad un processo ho avuto 8 carabinieri testimoni,
    non siamo in possibilità di poterci difendere dove la legge uguale per tutti
    ecc..

    Thumb up 5

  • Vane ha scritto il 24 settembre 2012 alle 12:15

    Tante parole pochi fatti.. ma quando la volete dare quest’ amnistia??

    Thumb up 7

  • roberto ha scritto il 25 settembre 2012 alle 12:09

    spero che uno di vuoi non finisce mai in un carcere perche senno piangete forte per come vi trattano e per come siete costretti a vivere senza dignità un uomo e nulla

    Thumb up 7

  • carlo ha scritto il 25 settembre 2012 alle 13:17

    a Marcellus che ha scritto il 1 settembre alle 19.21 auguro di finire in carcere (ed  é facile ) per capire cosa si vive, perchè è di questo che si discute,penso che anche lo stato deve rispettare le condizioni  di decenza di un essere umano 

    Thumb up 4

  • Axel ha scritto il 28 settembre 2012 alle 16:29

    Dalla lettura di certi commenti si comprende come ci sia più un idea di giustizialismo che di giustizia. La cosa ancor più allucinante è la totale mancanza di volontà nel conoscere e comprendere il sistema giuridico.  
    Ne è conferma , la quantità di voti negativi al commento di Fabrizio che parla giustamente dei tempi di arresto cautelare.In Italia chi ruba tanto poi ha i soldi per pagare avvocati costosi e ottenere nella peggiore delle ipotesi i domiciliari che sconteranno in una lussuosa casa comprata con i proventi illeciti.
    @Sig Fersini  “Siamo REALISTI e non smettiamo di vivere su Marte!!! ”
    lo sa che una doppia negazione è uguale ad un affermazione ? e sa che con la frase sopra scritta lei dice che sta vivendo su Marte e vuole continuare a viverci ? e con quello che ha scritto in merito alla situazione economica attuale non stento a crederci . Lei pensa che uno Stato\Nazione gestisca i propri averi come quelli di una famiglia,però siete in tanti a credere questo e si vede….

    Thumb up 0

  • Axel ha scritto il 28 settembre 2012 alle 16:31

    E meno male che non è prevista la galera per gli evasori fiscali…. bisognerebbe convertire i centri commerciali a case circondariali. 

    Thumb up 3

  • nikolatiamo ha scritto il 29 settembre 2012 alle 17:50

    siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIAAMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIAAMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA AMNISTIA

    Thumb up 6

  • Mimmo ha scritto il 5 ottobre 2012 alle 13:44

    Buongiorno a tutti. E tutti giustizialisti e forcaioli .Gradirei comunque che ognuno si fermasse un attimo a riflettere. Quanti di voi gradirebbero  essere multati da un agente di P.S. che non rispetta  i propri doveri istituzionali ?  Quanti di voi gradirebbero invece essere multati giustamente da un Agente di P.S.. Per le giustificazioni in merito noi siamo  dei maestri .  Bisognerebbe invece cambiare gli articoli della Costituzione Italiana che disciplinano la questione: Chi ruba, chi rapina, deve essere giustiziato. Ecco tutto qui.   Vorrei ricordare al popolo dei giustizialisti che l’unico che delinque abitualmente nel rapporto detenuto-stato( lettera minuscola voluta) è proprio quest’ultimo che non vuole rispettare le proprie leggi.
    Gradirei risposte e vorrei ricordare che di solito siamo tutti[...]….chiaramente con il c[...] degli altri. Saluti a tutti

    Thumb up 0

  • mario ha scritto il 10 ottobre 2012 alle 11:51

    ei laura ross i rumeni non sono extracomunitari e lasiate stare i rumeni perche i rumeni vi fano i lavori [...] che voi italiani non volete fare 

    Thumb up 2

  • maxi peru ha scritto il 14 ottobre 2012 alle 16:09

    provate un giorno al inferno e poi potete commentare,le carceri italiane sono peggiori 100 volte le cosi dette carceri sudamericane, per esempio in peru la carcere e molto piu vivibile della carcere italiana ,si e liberi di stare all aria aperta anche 12 ore al giorno se si vuole ,ce lavoro per tutti e le condizioni sono nettamente migliori…in italia ti fanno diventare frocio prima di tutto per non potere avere visite intime con la propria moglie o fidanzata , poi cornuto perche anche la piu brava moglie di fronte a anni di astinenza sgarra, quindi immaginate tutto questo assieme al fatto di dover stare 2o ore chiuso in 3 metri per 2 con altri 4 compagni. ..ma smettete di parlare e date un indulto e amnistia e la riforma della giustizia ,depenalizzate i reati di consumo sostanze stupefacenti e di clandestinita….l italia fa schifo per questo io sono venuto da anni a vivere in peru un paese libero

    Thumb up 3

  • BAU BAU ha scritto il 14 ottobre 2012 alle 20:24

    AMEREI VEDERE TUTTI QUESTI SAPIENTONI CHE SONO CONTRO AMNISTIA E INDULTO,IN GALERA ANCHE PER UNO SBAGLIO DI PERSONA,PER 10 ANNI!!!!!!!!!!!VEDIAMO SE CAMBIANO IDEA!!!!!!!!!!!!SONO ANCHE CERTA CHE LA DOMENICA ANDATE A MESSA!!!!!!!!!MA PERCHè NN VI FATE QUALCHE ORA DI VERGOGNA [...] !!!NN SAPETE NULLA E PARLATE PER LUOGHI COMUNI,SPARATE CONDANNE E SENTENZE,MA NN SIETE GIUDICI!!!!!!!![...] VI AUGURO BUONA DOMENICA!!!!!!!!!E PRESTO QUALCHE ERRORE GIUDIZIARIO CHE VI FACCIA ENTRARE IN GALERA!SAI COME PIAGNUCOLATE!!!!!!!!!!PRRRRRRR

    Thumb up 3

  • paolo bianchi ha scritto il 15 ottobre 2012 alle 23:29

    ************* sono stato 6 mesi in carcere da inocente in attessa di processo per poi venire assolto!!! chi mi ripaga da quel inferno??? i detenuti sono esseri umani se sbagliano per reati minori pene alternative (domiciliari, braccialetto, affidamento al lavoro) per i reati di sangue e di stampo mafioso la certezza della pena nella umanita di uno istituto non sovraffollato che ti permetta dopo 20 anni un possibile reiserimento sociale, gli stranieri che si possono rimpatriare a casa non e problema nostro(escluso i comunitari rumeni o francesi che siano) . amnistia e indulto subito! chi sbagliera ancora bastera arrestarlo di nuovo, meno strapotere alla procura che ne abusa piu fondi per avocati capaci per chi non se lo puo permettere e infine lavoro lavoro e lavoro per tutti delinquenti abituali e non, carcerati e non per avere una possibilita di una vita migliore e sfuggire dal margine della societa con un minimo di dignita. il carcere attuale rende piu cattivi

    Thumb up 0

  • Redwan Rafy ha scritto il 23 ottobre 2012 alle 21:46

    L’amnistia è un’idea pericolosa: troppi banditi in giro. Rimessi in libertà anche tanti piccoli delinquenti che con la crisi tornerebbero a commettere reati.. 

    Thumb up 1

  • miki ha scritto il 12 novembre 2012 alle 12:12

    Sono un detenuto, forse per tanti onesti cittadini un delinquente recidivo, non per ciò mi tiro indietro nel discutere sui problemi che dividono il nostro paese in merito ad un provvedimento di clemenza per i reclusi. In primis, vorrei evidenziare le varie problematiche di vita sociale che incombono attualmente il nostro paese: ” TUTTI SI APPROPRIANO DI TUTTO” dai politici ai mendicanti, quindi chi non ha peccato scagli la pietra! Certamente avremmo tutti bisogno di curarci le varie ferite, se fosse il contrario. Ma purtroppo la situazione è questa , ormai sulla rispettabile onesta di molte persone, indegnamente si dubita. Vi siete mai chiesti il motivo? L’unica risposta, che coinvolge l’intera popolazione italiana in questo stato di cose,è la male educazione nel prossimo, si sono persi tutti i criteri di civiltà e di dignità , trascurando il vero ed estimabile sentimento della vita, aumentando lo scopo principale sul possedere tutto . Donate amore a coloro che hanno bisogno, ciao.

    Thumb up 1

  • Massimo ha scritto il 15 novembre 2012 alle 15:19

    Amministia o indulto, parlo x tutti quelli che puntano il dito spero che dio vi faccia vivere non per tanto perchè so che nn c’è la fareste mai, ma per un pò il carcere vero quello italiano che tutti dicono che sia un albergo che poi c’è chi mangia pane ed acqa per davvero perche anche li’ è tutto un giro di soldi tra aav. ass. sociali educatori dovreste solo vederli medici, direttosi sanitari nn ne parliamo nemmemo perche se per sfortuna hai qualche malattia sei morto per nn parlare degli agenti come ti trattano e cosa rappresenti per loro potrei scrivere un libro il fatto è sempli è tutto un lucro a norma di legge……….. e chi muore muore e chi ci sta ci sta ma sono sempre gli stessi perche è piu’ facile prendere lo zoppo i veri LADRONI sono li a dire se possiamo uscire o no o se questa legge è migliore o no? quindi cosa vogliono farci capire e vedo che moltA GENTE CHE ANCORA NN CAPISCE ****** NIENTE E SI PRENDE LA BRIGA DI GIUDICARE E SCRIVE ****************…………

    Thumb up 0

  • dora ha scritto il 15 novembre 2012 alle 21:02

    sono una mamma  che a un figlio detenuto   ma con tutte le bugie  l’ anno condannato   condannato      perche noi nel nostro paese  la legge e tutta peri  fatti  suoi   tu la chiami per aiuto ma l’oro ti istigano cosi tu perdi i tuoi staffi  e cosi condannato accusato  oltraggio al  pubblico  officiale  .chiediamo  l’aministia    io sono da cordo con la giustizzia  ma peri deliquenti omicidi  pedofelia   furto in banche   non per cazzate    la legge   e chia soldi  pureche fa omicidi   non va in carcere   e chi prende un uovo si fa trentanni vergogna   chiediamo laministia

    Thumb up 1

  • cole ha scritto il 20 novembre 2012 alle 20:43

    bau bau sei unicaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

    Thumb up 0

  • francesco ha scritto il 4 dicembre 2012 alle 5:45

    la mia ex moglie dopo che ci siamo lasciati mi ha denunciato per maltrattamenti su mio figlio che rispondevo bruscamente per telefono e a dichiarato davanti al gip il falso sul 730 o unico che dichiaravo alle agenzie delle entrate poi ha messo come testimoni la figlia dell’ex marito e la sorella testimoniando che dal 2008 fino adesso che non ho preso mai mio figlio come imposta dalla legge e non gli ho telefonato l’anno 2010 gli ho comprato il telefonino la scheda risulta su di me lui avendo il cellulare sempre spento i sotto la mia responsabilita chiedo l’autorizzazione dei tabulati telefonici miei e di mio figlio.poi siccome il natale del 2010 mio figlio e stato con me una settimana gia lui il mercoledi voleva tornare con la madre si faceva riempire la testa dal compagno della madre.lei per aver dichiarato il falso come mi devo comportare rispondete

    Thumb up 0

  • elena ha scritto il 13 dicembre 2012 alle 18:03

    inazzi tutto il carcere non èuna struttura di rieducazione.per poter rinserire i detetenutinel l’ ambto lavorativo per potere mantenere la propria famiglia.il governo stanziasse dei fondi a delle piccole imprese per poter assumere persone con precedenti.non è detto che un essere umano debba essere scartato dalla società per precedenti di qualsiasi tipo tranne omicidi ,pedofoli ecc
     penso che anche loro anno un dignità quindi non giudicate queste persone perchè ritrovarsi dietro le sbarre è una frazione di secondi  il reato viene comesso per disperazione  per mancazza di alimentari e non possono sfamare la propria famiglia possono essere tante le cause questo succede perchè non anno lavoro.quindi prima di giudicare contate fino a 100 grazie

    Thumb up 0

  • daniela ha scritto il 1 febbraio 2013 alle 22:11

    È sembra giusto  che tanti politici da condannare stiano fuori e mio marito per bue rapporti è  stato messo dentro stamattina facendomi ricoverare e abortire spontaneamente dello spavento date la possibilità a chi se la merita di rientegratsi  nella civiltà 

    Thumb up 2

  • Sofia ha scritto il 7 febbraio 2013 alle 9:50

    Scusate ma qui sopra ce un po di gente che sta scrivendo un po di ******,cioèche se fanno l’amnistia escono dalle carceri stupratori,pedofili ecc…dICO PRIMA DI SCRIVERE ******CAPITE BENE COSA SI INTENDE E COSA COPRE UN AMNISTIA O INDULTO CHE SIA…..SECONDO VOI E MEGLIO CHE STA IN GALERA UNO CHE MAGARI HA RUBATO UN MOTORINO?O UN MAFIOSO CHE UCCISO DELLE PERSONDE?LA DIFFERENZA è CHE IL PICCOLO CI VA SUBITO IN GALERA..INVECE IL MAFIOSO VA IN PRESCRIZIONE,,,XKE DI PESCI PICCOLI CE NE SON TROPPI…..ALLA FINE PAGHANO SOLO QUELLI CHE FANNO VERAMENTE DELLE STRONZATE…..CIOE NOI…..QUINDI NON PARLATE SE NON SAPETE COSA SIGNIFICA

    Thumb up 0

  • giu ha scritto il 7 febbraio 2013 alle 23:28

    SECONDO ME DOVREBBERO DARE QUESTA AMNISTIA TANTE PERSONE SONO DENTRO .. PER DISPERAZIONE SICCHè NON TUTTI SONO UGUALI IN GALERA AMNISTIA PER CHI LO MERITA… PS CERTI COMMENTI STUPIDI SE NON CI AVETE MAI PASSATO SPARAGNIATEVELI GRAZIE AMNISTIA  AL PIU PRESTO

    Thumb up 1

  • GIORGIO ha scritto il 8 febbraio 2013 alle 19:08

    IN UN PAESE DEMOCRATICO COME L’ITALIA E’ OBBLIGATORIO CHE ESCA UN’AMNISTIA…. ALMENO OGNI 10 ANNI…. ALTRIMENTI SI VA FUORILEGGE !!!!

    Thumb up 1

  • GIORGIO ha scritto il 8 febbraio 2013 alle 19:17

    L’AMNISTIA VA APPLICATA SUBITO…. PRIMA DELL’INIZIO DELL’ESTATE…. E VA ELARGITA SOLO X ALCUNI REATI…. DOVRANNO ESSERE ESCLUSI I CASI DI PEDOFILIA, OMICIDIO VOLONTARIO, E REATI DI MAFIA E TERRORISMO !!!!!

    Thumb up 1

  • Frank ha scritto il 1 marzo 2013 alle 17:44

    CONCORDO AMPIAMENTE…L’AMINISTIA VA FATTA SUBITO ENTRO MAGGIO….SIAMO UN PAESE INCIVILE!!!!!!!!! QUESTO NON VUOL DIRE APRIRE LE CARCERI A TUTTI, PER REATI MENO GRAVI CON PENA EDITTALE DINO A 8 ANNI!!! LO FANNO OGNI 8/10 ANNI IN TUTTI I PAESI EUROPEI.

    Thumb up 1

  • mirko ha scritto il 9 maggio 2013 alle 22:55

    io o visto che significa stare in carcere stando in cella che sono per due persone a 5 non e bello e senza acqua e non fare niente tutto il giorno stando chiuso 22 ore su 24  invece di migliorare peggiori gli trattano da animali e una schifo ed e per questo che ci vuole l’amnistia per liberare un po le carceri 

    Thumb up 1

  • Gesualdo Gustavo ha scritto il 21 giugno 2013 alle 10:16

    L’immobilismo della casta politico-istituzionale italiana viene superato solo dalla volontà socialmente pericolosa di salvare caino e di lasciare indifeso Abele.

    http://www.ilcittadinox.com/blog/amnistia-o-indulto-la-casta-vuole-cancellare-pena-e-reato.html

    Gustavo Gesualdo
    alias Il Cittadino X

    Thumb up 1

  • io ha scritto il 19 agosto 2013 alle 12:24

    aministia subito e riforma della giustia a seguire, ecco la strada giusta! In carcere ci vanno a finire solo i poveracci e non i berlusconi tipo….ecco allora la doppia ingiustizia. Ma fatela una vera riforma, manata di [...] e piccoli borghesi mascherati da politici

    Thumb up 0

  • giannuzzo ha scritto il 10 dicembre 2013 alle 0:34

    E giusto che uno paghi, ma da cristiano no da bestie????

    Thumb up 0

Scrivi un commento

Estense.com si riserva il diritto di cambiare, modificare o bloccare completamente i commenti sul forum. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della redazione, ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento che se ne assume le relative responsabilita'. Non saranno pubblicati i commenti che contengono elementi calunniosi o lesivi della dignita' personale o professionale delle persone cui fanno riferimento.

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine


Ti rimangono caratteri disponibili. (Caratteri massimi: 1000)

Copyright © 2014 estense.com. Testata giornalistica on-line d'informazione, registrazione al Tribunale di Ferrara n. 5 del 2005 - Realizzato da: skande.com | Powered by ITestense
Direttore responsabile: Marco Zavagli - Redazione: Scoop Media Edit - via Alberto Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 - INVIO COMUNICATI
Editore: Scoop Media Edit soc. coop. - via Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 REA/R.I.: 195108 - P.IVA/C.F.: 01755640388 - C.S.: EUR 6.125 i.v.
Registro op. Comunicazioni (ROC) nr.: 20627