Mar 6 Dic 2022 - 2113 visite
Stampa

‘Edo’ è cosciente e respira autonomamente. I compagni lo aspettano a scuola

Edoardo Azzolini, il 17enne rimasto coinvolto nel tragico incidente in cui ha perso la vita Manuel Ntube resta in Rianimazione, ma non è più intubato

Continua a lottare con tutte le sue forze Edoardo Azzolini, il 17enne rimasto ferito in modo grave durante lo scontro con un’automobile lungo la via Pomposa, nello stesso incidente che ha strappato la vita al 15enne Manuel Lorenzo Ntube.

Il ragazzo resta ricoverato in prognosi riservata all’interno del reparto Rianimazione dell’ospedale Sant’Anna di Cona, ma iniziano a intravedersi – a piccoli passi – alcuni segni di miglioramento.

Inizialmente trasportato in ambulanza col codice di massima urgenza, entrambe le gambe fratturate e un polmone perforato, ora Edoardo non è più intubato, respira autonomamente ed è cosciente, tant’è che, una volta che i sanitari l’hanno risvegliato dal coma farmacologico, ha subito riconosciuto la madre.

Le sue condizioni restano comunque ancora complicate, ma giorno dopo giorno si fa sempre più grande la speranza di familiari, amici, compagni di scuola e professori di riabbracciarlo nuovamente, come sottolineato da Marianna Fornasiero, la dirigente scolastica dell’istituto Einaudi, che ha raccontato della volontà della 3^ Q, la sua classe, di rivederlo – almeno per il momento – con un collegamento online.

Situazione analoga per Nicola Finetti, il 19enne coinvolto nell’incidente di Migliaro, dove ha perso la vita il 27enne Stefano Garbellini. Il ragazzo è ricoverato all’ospedale Maggiore di Bologna, dov’è stato elitrasportato in seguito allo schianto, e resta in prognosi riservata in Rianimazione, ma le sue condizioni si sono lievemente evolute in positivo.

Progrediscono inoltre le condizioni degli altri due giovani che si trovavano a bordo dell’automobile di Garbellini quando è avvenuto l’incidente a Migliaro, il 28enne Tommaso Finessi e il 19enne Federico Di Maso, che avevano riportato diversi traumi ma non sono mai stati in pericolo di vita.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa