Sab 1 Ott 2022 - 425 visite
Stampa

Bilancio positivo per Soelia senza il ramo energy

Il Cda ha approvato il bilancio 2021che chiude con un risultato di esercizio pari ad 583.145 euro

La presidente di Soelia Marialuisa Santella

Argenta. Si chiude in positivo l’esercizio 2021 di Soelia nel primo anno senza il ramo energy ceduto dalla controllata Soenergy. L’indebitamento complessivo è in calo e il patrimonio netto di Gruppo tornato su valori positivi per effetto della cessione del ramo clienti.

Il consiglio di amministrazione di Soelia Spa ha approvato il bilancio 2021 che chiude con un risultato di esercizio pari ad 583.145 euro (era -5.444.296 al 31 dicembre 2020).

I ricavi 2021 si attestano a 14,452 mln di euro, stabile rispetto al dato dell’anno precedente al netto dei corrispettivi riconosciuti dalla controllata Soenergy per garanzie prestate dalla capogruppo. Il 2021 infatti è il primo anno che il bilancio di Soelia Spa non include tra le componenti positive di reddito i corrispettivi riconosciuti fino al 2020 dalla controllata.

Margine operativo lordo a 2,77 mln di ruro, pari al 19,2% del valore della produzione e reddito pperativo a 1,22 mln di euro, pari all’8,4 % del valore della produzione, dati che confermano le marginalità positive derivanti dalla gestione caratteristica.

Tutte conclusesi positivamente le azioni intraprese nel corso dell’esercizio e finalizzate al consolidamento e riscadenziamento del debito, il cui effetto è ben visibile guardando alla riduzione degli oneri finanziari, in calo di circa 370 mila euro rispetto all’esercizio precedente.

In deciso miglioramento la posizione finanziaria netta con l’indebitamento che scende a 13,7 mln di euro (14,9 mln di euro a fine 2020).

Il 2021 è il primo esercizio senza il contributo del ramo energy, ceduto a fine 2020 a Sinergas SpA. Secondo una nota aziendale,“considerato l’attuale contesto di mercato, che vede le società attive nella vendita di gas ed energia elettrica in forti difficoltà finanziarie, la vendita del ramo clienti è stata provvidenziale anche in considerazione delle ingenti garanzie che la capogruppo prestava in favore della controllata Soenergy”.

Tra gli effetti più rilevanti della cessione vi è proprio il venir meno dei rischi connessi alle garanzie prestate dalla società a banche e fornitori – circa 100 mln di euro fino a tutto il 2020.

Avviato nel 2021 il percorso di riorganizzazione accompagnato dalla digitalizzazione dei processi finalizzata a rendere più efficienti i flussi aziendali e il rafforzamento della struttura operativa e amministrativa con l’inserimento di nuove risorse.

Nel corso dell’esercizio sono stati effettuati investimenti per circa 300 mila euro per la sostituzione di mezzi operativi e la trasformazione digitale. Tra il 2023 ed il 2024 sono stati pianificati importanti investimenti nell’area ambientale per l’evoluzione tecnologica e il miglioramento della qualità del servizio, nell’area farmacie per sviluppare nuovi servizi e sanità di prossimità, nonché sulla rete di illuminazione pubblica con adeguamento e relamping per abbattere sensibilmente i consumi di energia elettrica.

Torna su valori positivi il patrimonio netto di gruppo, grazie all’effetto generato dalla cessione del ramo energy il patrimonio netto consolidato passa dai -11,4 mln di euro del 2020 a +16,9 mln di euro al 31 dicembre 2021.

Messa in liquidazione entro quest’anno per la controllata Soenergy che ha depositato un accordo di ristrutturazione dei debiti con transazione fiscale al fine di chiudere interamente il residuo debito erariale anche attraverso la dismissione delle partecipazioni ancora detenute dalla controllata Soenergy.

“I risultati conseguiti e le azioni intraprese nel corso del 2021 – afferma la presidente Marialuisa Santella – rafforzano patrimonialmente la Società e ripristinano la capacità di Soelia di far fronte ai propri impegni mediante i flussi di cassa della gestione operativa. I risultati conseguiti grazie ad una buona e attenta gestione operativa e finanziaria ci consentono di lavorare ad importanti obiettivi di medio termine come l’adeguamento del nostro polo di gestione rifiuti, lo sviluppo tecnologico finalizzato al miglioramento della qualità del servizio di raccolta rifiuti, l’offerta di nuovi servizi da parte delle nostre farmacie e l’accrescimento delle competenze interne, il tutto a servizio e sostegno del territorio. Di particolare rilevanza sarà l’esito dell’accordo di ristrutturazione dei debiti depositato dalla controllata Soenergy, ultimo atto di un percorso avviato nel 2020 e che ad oggi ha consentito di sgravare Soelia di oltre 100 milioni di euro di garanzie verso banche e fornitori che, considerata l’attuale situazione del mercato energetico, avrebbero oggi costituito un elemento di rischio molto eleva”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa