Gio 22 Set 2022 - 1224 visite
Stampa

Ma non gliene frega niente

Volevo starmene zitto, guardare e aspettare, dire qualche frase fatta o un bel modo di dire, che tanto va di moda.

Alle elezioni del 25 Settembre vincerà il P.D.N.V (Partito del non voto), ma ai vecchi Partiti e alle nuove coalizioni create solamente per interesse, non gliene può fregare di meno, loro vanno avanti a testa “ficca” con la loro “bella politica” da stadio come fossero degli ultrà, (con tutto il rispetto per i tifosi sportivi che giustamente tifano per la loro squadra).

Arriveremo a percentuali altissime di astensione, credetemi. La prima cosa che tutti dovrebbero dire un minuto dopo i risultati è che pur avendo vinto abbiamo perso tutti. Perdiamo tutti, perché non si può continuare a fare politica allontanando la gente dalla discussione. Perdiamo tutti, perché i politici sono lontani dalla vita reale. Perdiamo tutti, perché basterebbe immaginare di essere anche per un giorno, come tutta la gente comune che deve convivere con i problemi quotidiani.

Parliamo di Meloni, Salvini, Letta, Calenda, Conte, Renzi e Berlusconi, slogan, slogan, slogan e ancora slogan, ma di programmi politici nemmeno l’ombra. Mi metto nei panni di mio figlio diciottenne che andrà a votare per la prima volta, da chi mai potrà essere rappresentato? Come fare per ridare un po’ di speranza alle vecchie e alle nuove generazioni? Lo dico ai politici di turno, provate per un mese a vivere come una persona normale, venite giù dalla pioppa, come si dice nel Ferrarese, non pensate sempre a voi stessi e ai vostri maledetti affari personali.

Mi è stato insegnato ed ho insegnato ai miei figli di trattare le persone come si vorrebbe essere trattati, basterebbe questo per fare politica. Sono uomo di parte, anche perché “Odio chi non parteggia”( Cit.) sono dalla parte di chi in questi anni ha fatto approvare leggi come il reddito di cittadinanza, il super bonus 110% leggi rivoluzionarie mai viste prima. Sono dalla parte di chi vuole il salario minimo, la tassazione degli extra profitti, e lotta da sempre per le energie rinnovabili.

Che cos’è la sinistra oggi?

Canto ancora e per sempre Bella Ciao, Fischia il vento, Per i morti di Reggio Emilia e  Cara moglie. Per questo ho “nemici” sia a destra che a Sinistra, perché sono del M5S, unica speranza politica per le persone che credono in determinati valori, schierati chiaramente e senza sotterfugi dalla parte degli ultimi e dalla parte del Popolo. Se solo quel 40%  di indecisi capisse che si possono ribaltare quei terribili sondaggi che spingono e inducono le persone a votare come se fosse un campionato di calcio, sarebbe sovversivo.

Ma con i se e con i ma an se mai vint al campiuná…

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa