Mer 22 Giu 2022 - 3677 visite
Stampa

Ruba auto e investe il proprietario: fermato il responsabile dopo un incidente

Malvivente fermato dalla Polizia Locale. Dovrà rispondere di parecchi reati: rapina e lesioni, guida con patente revocata e violazioni al codice della strada durante la fuga

Tutto è successo domenica scorsa, 19 giugno poco dopo le 16.30. L’afa era insistente, così il giovane proprietario di una Ford Puma parcheggiata in via Nazario Sauro decide di accendere l’aria condizionata per la compagna che lo sta per raggiungere e si allontana di qualche metro a piedi, per gettare la spazzatura nei cassonetti di corso Piave.

Pochi istanti, ma sufficienti a un 30enne italiano originario del Veneto che, passando a piedi davanti all’auto con il motore acceso, pensa di poter cogliere al volo l’occasione. E così fa, infilandosi velocemente in macchina e partendo con una sgommata. Il seguito avviene tutto in una manciata di minuti.

Il proprietario si accorge del furto e cerca di fermare il ladro prima che si allontani. Ma questi non si ferma, tutt’altro. Inizia a zigzagare per aggirare l’ostacolo costituito dallo sfortunato proprietario finché lo investe con il muso dell’autovettura e si allontana velocemente, lasciando il malcapitato al suolo dopo averlo sbalzato per alcuni metri.

Per sua sfortuna alcune persone assistono alla scena, e partono immediatamente le richieste di intervento e di soccorso. Una pattuglia di motociclisti della Polizia Locale è sul posto dopo pochi minuti e raccoglie ogni informazione utile alle ricerche dell’autore del reato. In zona anche le telecamere di sorveglianza, i cui filmati vengono immediatamente richiesti. Nel frattempo l’infortunato viene portato in autoambulanza al Pronto Soccorso per le cure necessarie.

Gli sviluppi della vicenda giungono più tardi, poco prima delle 19: lo stesso equipaggio della Polizia Locale infatti, impegnato insieme ad altre forze dell’ordine in un intervento poco distante, sente in viale IV Novembre il rumore di una collisione. Ci mette un attimo a realizzare che si tratta di un incidente provocato dalla macchina rubata poco prima, e scatta l’inseguimento, con l’ausilio di una seconda pattuglia di Polizia Locale e il supporto di tre equipaggi della Polizia di Stato. Il presunto responsabile, fermato dalla medesima pattuglia della Polizia Locale poco dopo a piedi nella via Darsena in compagnia di una ragazza, dovrà rispondere di parecchi reati.

Per lui le accuse, ora al vaglio della Procura, sono pesanti: rapina e lesioni, date dalla violenza con cui si è concretizzato il furto del veicolo. Ma anche guida con patente revocata, violazioni al Codice della Strada commesse durante la fuga e, ovviamente, piena responsabilità nell’incidente che ha visto coinvolta una Fiat 500L che aveva avuto la sfortuna di transitare nel viale IV Novembre al momento sbagliato.

La Ford Puma rubata viene rinvenuta a poca distanza, abbandonata in corso Isonzo nell’intento di far perdere le proprie tracce. Il proprietario dell’auto, in cura per le lesioni subite, ha ricevuto la comunicazione del tempestivo recupero della propria autovettura.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa