Lun 21 Mar 2022 - 1213 visite
Stampa

Spal, Tacopina non ha dubbi: “Partita subito in salita ma ad Alessandria vinceremo”

Nonostante la sconfitta, anche Venturato elogia la prestazione: "Dominato il primo tempo ma abbiamo sbagliato nel finalizzare"

Foto di Damiano Fiorentini

di Andrea Mainardi

Sconfitta amara quella rimediata dalla Spal contro la Cremonese, dopo aver offerto una buona prestazione contro la capolista nonostante le tante assenze importanti.

Ne è consapevole il presidente Joe Tacopina che fa il punto della situazione alla vigilia della pausa che porterà alla fondamentale partita di Alessandria: “Se questa è la squadra che è prima in classifica devo dire che non sono impressionato. Abbiamo giocato meglio di loro e purtroppo la gara si è messa subito in salita anche se c’era un rigore per noi. A questo punto voglio vedere la squadra giocare bene e sono concentrato su chi sta mostrando di voler rimanere qui il prossimo anno mettendo il cuore in campo. Ci mancavano tanti giocatori chiave oggi e si vede in campo, contro una squadra così rende tutto difficile e l’importante è stata non aver mollato. La prossima partita è molto importante senza dubbio, credo avremo Viviani, Mancosu, Colombo, Rossi e sono sicuro vinceremo ad Alessandria. Sta iniziando ad avere effetto il lavoro di Venturato e dopo Parma la squadra è già diversa, sa bene ciò che vuole e quando parla è sempre d’impatto”.

Tacopina ribadisce le sue ambizioni playoff: “So che a mi prendono in giro su questo ma se non lo volessi allora dovrei tornare a New York perchè credo in questa squadra e sono sicuro che la prossima stagione lotteremo per tornare in Serie A. Credo che questa squadra abbia il talento per essere in zona playoff ma in alcune partite come Monza, Parma e Frosinone non ci siamo presentati in campo è questo ci ha fatto male anche in seguito. Credo che ora tutto sta iniziando ad andare nella direzione che vogliamo, ovviamente sono indispettito dal fatto che non andremo ai playoff ma ora mi sto focalizzando nel finire con la giusta inerzia questa stagione per poi disputare il prossimo campionato con una Spal che possa rendere tutti orgogliosi”.

Ai microfoni poi mister Venturato analizza la sconfitta: “Credo che aver preso gol al terzo minuto d aver fornito questa prestazione vuol dire aver maturato una certa identità nello stare in campo. Abbiamo giocato solo noi nel primo tempo creando un paio di occasioni importanti e meritavamo il pareggio dopo che abbiamo mantenuto la Cremonese sempre nella propria metà campo. Abbiamo mosso bene il pallone sbagliando però scelte negli ultimi venti metri dove è mancata qualità, questo ci ha danneggiato. Il secondo tempo poi è ripartita con lo stesso canovaccio costruendo un paio di occasioni senza concedere occasioni da gol, subendone invece un altro per un’ingenuità nostra. C’è stata una prestazione positiva con la mancanza nel finalizzare il volume di gioco creato. Credo ci sia da sottolineare la capacità di costruire l’azione partendo dal portiere e potevamo usare meglio anche le caratteristiche dei nostri attaccanti, mi dispiace per i ragazzi che meritavano un risultato diverso.

Sia D’Orazio che Crociata non hanno inciso sulla trequarti: “Il trequartista contro una squadra del genere deve trovare spazi in ampiezza cosa che D’Orazio ha fatto, commettendo però delle ingenuità nelle scelte dell’ultimo passaggio o anche quando poteva tirare in porta. Sia lui che Crociata hanno dato volume senza riuscire ad esprimere del tutto le proprie caratteristiche e mi dispiace perchè hanno doti importanti dal punto di vista qualitativo”.

Si è fermato Capradossi a gara in corso, ma non sembra nulla di grave: “Ha avuto un indurimento muscolare. Le possibilità di recuperare Vicari, Viviani, Finotto e Mancosu ci sono, vedremo nel corso della settimana chi riesce a mettersi nelle condizioni migliori”.

Non è mancato a centrocampo la consueta grinta di Niccolò Zanellato: “Come nelle ultime partite l’atteggiamento della squadra è diverso e avevamo in pugno la partita contro la prima in classifica nonostante il rigore. Qualcosa è mancato però se usciamo con due gol al passivo, faremo le nostre valutazioni continuando a seguire ciò che chiede il mister. Abbiamo avuto un buon gioco andando tante volte in verticale e abbiamo preso gol nel nostro momento migliore. La positività e la voglia di fare devono essere il nostro carburante per finire la stagione nel migliore dei modi. Ci voleva una pausa in un momento così soprattutto per chi ha giocato di più. Ora puntiamo a recuperare gli infortunati anche se chi ha giocato al loro posto si è fatto sempre trovare pronto. Per noi tutte le gare sono importanti ma non ci dobbiamo nascondere: Alessandria sarà fondamentale e la affronteremo con lo stesso spirito delle ultime trasferte”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa