Sab 24 Ott 2020 - 1906 visite
Stampa

Uccise a sangue freddo il proprio cane, patteggia la pena

Sei mesi e 10 giorni a chi sparò a Diana. Il padrone perse casa e lavoro

(archivio)

Bondeno. Sparò col fucile al proprio cane, Diana. Ora, dopo aver perso casa e lavoro, D.G., 62 anni, ha patteggiato la pena di sei mesi e dieci giorni per uccisione di animali.

Quell 2 gennaio del 2017 lui e un collega, P.F., 52 anni, finito imputato assieme a lui, inseguì il suo cane all’interno del cortile dell’impianto idrovoro del Consorzio Bonifica di Burana, dove lavoravano. Per motivi ancora da chiarire con esattezza, D.G. Sparò un primo colpo di fucile andato a vuoto, rincorse l’animale e con un secondo sparo centrò il bersaglio.

Il Consorzio apprese solo 20 giorni più tardi cosa era accaduto all’interno della sua proprietà e sporse denuncia ai carabinieri. Il caso sollevò le proteste delle associazioni animaliste Legambiente, Leal, Lega Antivivisezione, Animaliamo, Enpa, Lega del Cane, Animal Liberation e Iene Vegane, costituitesi parte civile in giudizio.

D.G. venne licenziato e, insieme al lavoro, perse anche la casa, visto che l’addetto abitava negli alloggi di servizio messi a disposizione per i lavoratori del Burana.

E ieri, davanti al giudice Rita Baldelli, il 62enne ha chiesto e ottenuto il patteggiamento della pena di 6 mesi e 10 giorni, alla quale si aggiungono le spese processuali delle parti civili.

Il processo ora proseguirà con un altro giudice per il presunto complice.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa