Dom 18 Ott 2020 - 3753 visite
Stampa

Covid-19. A Ferrara i nuovi contagi sono 71, Cra sotto stretta osservazione

Il bollettino epidemiologico di sabato 17 ottobre. In Emilia-Romagna +614 casi e 5 decessi +4 ricoveri in terapia intensiva

Sono 71 – di cui 38 asintomatici – i nuovi contagiati dal coronavirus Sars-Cov-2 a Ferrara e provincia individuati nelle ultime 24 ore.

Su 71 nuovi casi, 23 sono dovuti a contatti di casi noti, tutti riconducibili a focolai famigliari o scolastici; 10 persone sottoposte a tampone per sintomatologia su richiesta del medico di medicina generale; sei ricoverati in ospedale per sintomi; 21 ospiti Cra in isolamento presso le strutture, di cui 19 asintomatici; quattro rientri da viaggio estero (due Gran Bretagna, uno Emirati Arabi, uno Ucraina). Tre tamponi sono stati eseguiti per screening pre ricovero, tre casi riguardano operatori di Cra, di cui uno sintomatico e due asintomatici; infine, uno è un ospite di Comunità alloggio per anziani.

La situazione monitorata nelle Cra di Ferrara. Sui 21 casi individuati nelle Cra interviene l’Ausl che osserva come vi sia “un ulteriore aumento dei casi riferibili alle strutture per le quali era stato disposto nei giorni scorsi un provvedimento di isolamento precauzionale: Cra Rti di via Ripagrande, Cra Caterina ed il complesso S. Chiara/Il Parco, che comprende anche un centro residenziale per disabili (Csrr S Chiara)”.

“Nelle ultime due giornate per un’unica struttura (Comunità alloggio per anziani “Il tiglio” di Iolanda di Savoia) è stato disposto un provvedimento di isolamento cautelativo, in seguito al riscontro positivo di un tampone di controllo eseguito in pronto soccorso a Cona (accesso per patologia non riferibile a coronavirus e rientro in struttura) – si legge ancora nella nota dell’Ausl -. Operatori ed ospiti sono già stati sottoposti al controllo con tampone e vengono riferiti tutti asintomatici. Nella giornata di ieri l’Azienda Usl, in collaborazione con il personale degli enti gestori, ha eseguito un intervento massivo di controlli per completare la mappatura dei positivi nelle tre strutture con soggetti in quarantena e per provvedere alla verifica dell’evoluzione dei contagi nelle strutture già precedentemente testate. Nel complesso sono stati eseguiti circa 700 tamponi sommando ospiti ed operatori”.

Negli ultimi giorni il maggior incremento dei casi, spiega l’azienda sanitaria, si è registrato presso Cra Rti Ripagrande, mentre l’attigua struttura gestita da Asp Ferrara (Cra e Nucleo Speciale demenze) risulta tuttora esente da casi. A scopo precauzionale anche gli ospiti ed il personale di questa CRA sono stati inseriti nel programma di screening.

La Cra Eppi di Portomaggiore, dopo un primo screening con test sierologico, ha completato sabato il monitoraggio, con l’esecuzione di 5 tamponi su persone asintomatiche. Anche nella Casa di Riposo “pensionato Cavalieri di Cento” si conferma la negatività dei monitoraggi eseguiti e l’assenza di casi clinici in esordio. Pur in assenza di casi positivi, per entrambe le struttura viene mantenuto il provvedimento di quarantena, a scopo cautelativo.

Fino alla serata di venerdì, per alcuni ospiti delle strutture della città di Ferrara, si è reso necessario l’invio in pronto soccorso per un ricovero ospedaliero, dovuto al peggioramento del quadro clinico, anche se al momento non vengono segnalati casi critici che richiedano il trattamento in reparti a maggiore intensività di cura. I medici di medicina generale, i medici di struttura e i medici delle Usca proseguono l’attività di valutazione e di supervisione dei casi attivi nelle strutture.

“In questa fase tutte le strutture dell’Ausl sono impegnate nel rafforzamento dell’attività di prevenzione, come dimostrato dal consistente numero di tamponi nasofaringei eseguito nella giornata di ieri – conclude la nota -. Sulla base della curva di crescita dei nuovi casi, l’Ausl ha suggerito alle direzioni delle strutture residenziali per anziani e disabili di provvedere alla sospensione temporanea degli accesi ai visitatori, possibilità prevista dal Dpcm del 13 ottobre”.

Tornando al quadro generale estense, i positivi sono stati individuati perlopiù a Ferrara (49), seguono Masi Torello (4), Cento (4), Codigoro (3), Argenta (2), Bondeno (2), Copparo (2), Fiscaglia (1), Jolanda di Savoia (1) e Portomaggiore (1). Due casi sono riferiti a residenti fuori provincia ma refertati nelle strutture di Ferrara.

Il totale dei positivi individuati da inizio epidemia sale ora a 1.803 (51 da fuori provincia). I tamponi negativi sono stati 789.

Per fortuna non si registra nessun decesso, ci sono quattro nuovi ricoveri all’ospedale Sant’Anna di Cona: uno nel reparto per i casi sospetti e tre nel reparto Covid+. Da registrare però anche tre dimissioni.

Le persone entrate in isolamento domiciliare sono 62, quelle in sorveglianza telefonica sono 4. Sono uscite dall’isolamento 153 persone.

In Emilia-Romagna, dall’inizio dell’epidemia si sono registrati 40.333 casi di positività, 641 in più rispetto a venerdì, su 13.313 tamponi eseguiti.

Dei nuovi positivi, sono 282 gli asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente 261 persone (tra i nuovi positivi) erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 228 sono state individuate nell’ambito di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 42,5 anni.

Sui 282 asintomatici, 173 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 61 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 10 con i test pre-ricovero. Per 38 casi è in corso la verifica sul motivo del tampone.

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 5.599 a Piacenza (+53, di cui 26 sintomatici), 4.760 a Parma (+42, di cui 31 sintomatici), 6.386 a Reggio Emilia (+74, di cui 54 sintomatici), 5.613 a Modena (+81, di cui 44 sintomatici), 7.294 a Bologna (+153, di cui 82 sintomatici); 658 casi a Imola (+12, di cui 11 sintomatici), 1.806 a Ferrara (+71 di cui 33 sintomatici); 2.012 a Ravenna (+27, di cui 12 sintomatici), 1.748 a Forlì (+38, di cui 29 sintomatici), 1.335 a Cesena (+23, di cui 18 sintomatici) e 3.122 a Rimini (+67, di cui 19 sintomatici).

I tamponi effettuati sono stati 13.313, per un totale di 1.366.109. A questi si aggiungono anche 3.110 test sierologici.

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 8.649 (616 in più di quelli registrati venerdì).

Purtroppo, si registrano 5 nuovi decessi, tutti uomini: 2 a Parma (87 e 62 anni), 2 a Modena (87 e 95 anni), 1 a Rimini (67 anni).

Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 8.157 (+589 rispetto a ieri), oltre il 95% dei casi attivi.

Sono 65 i pazienti in terapia intensiva (+4 rispetto a ieri) e 427 (+23 sempre da ieri) quelli ricoverati negli altri reparti Covid.

Sul territorio, le 65 persone ricoverate in terapia intensiva sono così distribuite: 9 a Piacenza (+4 rispetto a venerdì), 5 a Parma (stabili), 2 a Reggio Emilia (stabili), 7 a Modena (+1), 28 a Bologna (+1); 1 a Imola (+1), 2 a Ferrara (1 in meno di venerdì); 3 a Ravenna (stabile), 2 a Forlì (-1), 2 a Cesena (invariato) e 4 a Rimini (invariato).

Le persone complessivamente guarite salgono a 27.175 (+20 rispetto a ieri): 7 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 27.168 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

 

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi