Mar 11 Ago 2020 - 462 visite
Stampa

Continuano nel Copparese gli episodi di abbandono di rifiuti

Al via una serie di sopralluoghi in vista del progetto 'Lotta al degrado urbano e ambientale’

Copparo. È iniziato lunedì 10 agosto la serie di sopralluoghi condotti dall’assessore all’Ambiente, Massimo Baraldi, per monitorare i luoghi più frequentemente fatti oggetto dell’abbandono di rifiuti.

Ciò anche in vista della prossima attivazione del progetto della Polizia Locale ‘Lotta al degrado urbano e ambientale. Azioni di Contrasto del fenomeno di abbandono dei rifiuti’, finanziato dalla Regione per circa 22mila euro, per il posizionamento di 10 fototrappole e le azioni di coinvolgimento delle associazioni di volontariato e di sensibilizzazione della comunità, a partire dalle scuole.

Il monitoraggio ha preso il via da Ambrogio, in relazione alla segnalazione di una discarica in via Brodolini, dove è stata verificata la presenza di un notevole cumulo di materiali di diverso genere. È stato inoltre riscontrato lo stesso fenomeno in via Piumana, dove, a pochi metri da un importante ammasso di rifiuti, sono stati rinvenuti anche dei residui di una lavorazione edile. Mentre in via Capozza, in località Pontecarina, si sta riformando la catasta di sacchi nei pressi
della fermata delle corriere, già individuata e ripulita due settimane fa, con la contestuale individuazione di alcuni responsabili del gesto.

Per tutte queste situazioni sono previsti, prima della pulizia, l’ispezione della Polizia Locale e l’operazione di accertamento degli autori.

«È un fenomeno di grande inciviltà, che purtroppo risulta in crescita in un territorio come il nostro, molto vasto e ricco di spazi isolati – afferma l’assessore Baraldi -. Stiamo mettendo in campo controlli specifici e una attività di prevenzione e di repressione, cui il progetto ‘Lotta al degrado urbano e ambientale’ darà un fondamentale apporto. Voglio infine ricordare che l’abbandono, pratica che fa male all’ambiente e al decoro, ricade su tutta la comunità: nel 2019 il recupero di questi rifiuti ci è costato 16.084 euro e dico ‘ci’ perché questa spesa è ricaduta nella bolletta di ciascun copparese».

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi