Mer 5 Ago 2020 - 3435 visite
Stampa

Naomo e lo stipendio. Ne parla tutta Italia

Scanzi promette uno spettacolo a Ferrara ad hoc. Il Pd: “Eccolo il leghismo”

Tutta Italia parla dell’articolo di Estense.com che ha rivelato il rifiuto del vicesindaco Nicola Lodi di evitare il pignoramento dello stipendio pagando un sesto delle somme dovute ai suoi creditori.

La notizia è arrivata per le mani di Lorenzo Tosa, ex responsabile comunicazione del M5S in Liguria, ora giornalista per Tpi, o oggi uno dei blogger più seguiti in Italia. Tosa sulla sua pagina Facebook lo definisce “la rappresentazione in scala ridotta del leghista medio”.

Il giornalista parla poi del curriculum del vicesindaco: cinque condanne in patteggiamento per furto, usurpazione di funzioni pubbliche, sottrazione di sottoposte a pignoramento, violazione colposa dei doveri di custodia di cose pignorate e manifestazione non autorizzata.
“Vive in una casa popolare a dispetto di una lusinghiera indennità di 3.227 euro al mese – continua Tosa -. Sorpreso a usare regolarmente un pass per disabili, nonostante spesso lo vedano in giro per Ferrara in sella alla sua bici (e anche su slittino, ndr)”.

Infine “ultimo ma non per oscenità, gli è stato appena pignorato lo stipendio per debiti reiterati nei confronti dell’Agenzia delle Entrate, oltre a svariate somme mai versate a vari privati”.

Il blogger gioca poi con i numeri che collega “magicamente” Naomo alla Lega: “Indovinate un po’ quanto deve il buon Naomo allo Stato italiano? 49.226,06 euro. Il numero magico della vergogna. No, non è uno scherzo. È la Lega. Ma, mi raccomando, continuate a votarli”.

Viene poi Leonardo Cecchi, storico esperto di politica sui social network e viceresponsabile della comunicazione nazionale del Partito Democratico: “Al galantuomo Naomo Lodi, Vicesindaco leghista di Ferrara, oggi pignorano lo stipendio: deve decine di migliaia di euro allo Stato ed altre a diversi creditori”.

Anche Cecchi ribadisce il fatto che Lodi “pur con dignitosissimo stipendio da vicesindaco, vive in una casa popolare e gira da anni con un pass per disabili”.

E ricorda, dulcis in fundo, il “video dove in tono intimidatorio diceva «Vi facciamo un c*o così» in riferimento alle elezioni regionali in Emilia-Romagna”.

Il comunicatore del Pd coglie l’occasione per girare il ‘fattaccio’ a uso e consumo della campagna elettorale: “Mi permetto allora di far presente una cosa: cari italiani, settembre è alle porte. E in ogni regione dove si vota, la Lega vi proporrà tanti Naomo Lodi. Poi fate voi”.

Poche ore dopo sempre Cecchi pubblica la foto di Naomo alla protesta della Lega Salvini Premier per il condono tombale e scrive: “Ora io vorrei parlare agli operai, i lavoratori dipendenti (pubblici e privati) che votano Lega. Questo partito propone condoni fiscali per gente come il signorino qui, Naomo Lodi, che guadagna 3mila e passa euro al mese e vive in una casa popolare, e a cui oggi hanno pignorato lo stipendio perché doveva decine di migliaia di euro allo Stato. E oltre a proporre condoni fiscali per gente che di bei soldini ne guadagna, vi vorrebbe rifilare pure una cosetta come la “Flat tax”, che farebbe pagare a voi, operai e lavoratori, la stessa aliquota al signor Naomo Lodi. Ma anche ad altri milionari che evadono e che la Lega vorrebbe aiutare con dei condoni”.

Di fronte alla foto del vice di Alan Fabbri, quindi, Cecchi chiede: “cari operai e lavoratori dipendenti che vi svegliate la mattina alle 6 per farvi un’ora nel traffico e poi 8 ore in ufficio, sui cantieri, nei negozi; cari operai e lavoratori che nonostante questo votate Lega convinti, straconvinti che faccia il vostro bene, vi faccio una domanda: ma che davvero?”.

La butta sul tragicomico Andrea Scanzi, giornalista del Fatto Quotidiano: “Oh, ragazzi, ve lo ricordate Naooooooomo Lodi? Tocca riparlarne ancora. Questo nostro bel virgulto diversamente filiforme è il tragicomico vicesindaco legaiolo di Ferrara, quello che voleva “farci il culo” ma poi a gennaio ha perso le elezioni e da allora si è sgonfiato (non nel fisico) da bravo bulletto qual è”.

“La notizia – prosegue Scanzi su Facebook -, devo dire meravigliosa, è che gli è appena stato pignorato lo stipendio per debiti reiterati nei confronti dell’Agenzia delle Entrate, oltre a svariate somme mai versate a vari privati. Grande Naooooooomo!!! Idolo di noi tutti”.

Secondo il giornalista siamo di fronte a “uno splendido esemplare di leghista salviniano. Complimenti a chi, a Ferrara, ha avuto pure il coraggio horror di farlo addirittura vice sindaco. Son soddisfazioni!”. Scanzi chiude il collegamento promettendo uno spettacolo teatrale a Ferrara: “un’ora intera di monologo su Naomo”.

Anche il Partito democratico a livello nazionale posta la foto di Naomo e chiede ai propri seguaci: “Lo riconoscete? Lui è il famoso vicesindaco di Ferrara Nicola Lodi ed è ancora una volta salito agli onori della cronaca. Sì, perché oggi si scopre che, dall’inizio dell’anno, parte del suo stipendio, pagato con le tasse di tutte e di tutti i cittadini, è sotto pignoramento perché deve 50mila euro all’Agenzia delle Entrate e altri 20mila a soggetti privati. Un pignoramento che, tra l’altro, sarebbe stato possibile evitare pagando 1/6 della cifra dovuta”.

“Mentre con il dito vi indicano l’immigrato di turno da odiare – conclude il Pd -, con la mano libera si divertono a spese della collettività, tra presunti favori ai cognati, conti in Svizzera e l’acquisto di mutande verdi, di diamanti o di lauree in Albania”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi