Ven 12 Giu 2020 - 155 visite
Stampa

Avis festeggia i donatori e si attrezza per aumentare la raccolta plasma

Sfilata dalla Casa della Patria al parco Pareschi. Mazzini e Brugnati: "Primo evento post lockdown per ringraziare soci e volontari e tornare alla normalità"

Il primo evento pubblico dopo il lockdown è targato Avis e coincide con i festeggiamenti per la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue. Una festa doppia per ringraziare “i nostri donatori storici, i tantissimi che in questa emergenza si sono avvicinati per la prima volta e gli operatori che hanno lavorato egregiamente” e anche per sancire “il primo passo verso un ritorno alla normalità” fatto di musica, colori, socialità e solidarietà.

L’appuntamento, per forza di cose ridimensionato rispetto alle manifestazioni pensate (e rinviate al 2021 quando è scoppiata l’epidemia) dalla Federazione internazionale delle organizzazioni di donatori di sangue che quest’anno aveva scelto l’Italia come Paese ospitante e Ferrara come sede a livello provinciale, è in programma nella mattinata di domenica 14 giugno, giorno in cui ricorre l’anniversario di nascita di Karl Landsteiner, scopritore dei gruppi sanguigni e, insieme a Wiener, del fattore Rh.

Per l’occasione, alle 9.30 all’interno del cortile della Casa della Patria in corso Giovecca 165, l’Avis inaugurerà due panchine, una rossa e una gialla, a ricordare i colori del sangue e del plasma generosamente donato dai concittadini soci.

Con una sfilata dei labari, accompagnata da una rappresentanza della Banda Filarmonica di Cona e dei contradaioli del Palio in questa prima uscita pubblica, si raggiungerà il vicino parco Pareschi che accoglierà la messa celebrata dal vicario generale dell’Arcidiocesi Massimo Manservigi e il saluto delle autorità rappresentate dal sindaco Alan Fabbri e dal prefetto Michele Campanaro.

In prima fila a questa cerimonia all’aperto, con l’obbligo di rispettare il distanziamento interpersonale e di indossare la mascherina, sarà presente anche il presidente regionale dell’Avis Emilia Romagna Maurizio Pirazzoli. Non mancheranno ulteriori celebrazioni in provincia: eventi social sulla pagina Facebook avisina di Cento e un flash mob il 20 giugno ad Argenta.

“Questo messaggio di apertura alla città vuole essere un momento di vita per tutti i ferraresi e un riconoscimento simbolico per i donatori che in questi mesi, così difficili per tutti, non hanno mai smesso di donare ma anzi in tantissimi, tra cui molti giovani, hanno donato per la prima volta” rivela con fierezza il presidente comunale Sergio Mazzini.

A parlare sono i numeri: le donazioni nei primi cinque mesi dell’anno sono aumentate del 4,7% (per un totale di 3638) e tra marzo e aprile oltre 900 persone si sono avvicinate all’Avis per donare per la prima volta. “Non era mai successo” sottolinea il presidente provinciale Davide Brugnati che ha deciso di confermare il metodo della prenotazione anche in futuro in quanto “agevola i tempi di raccolta e di attesa dei donatori, e migliora la sicurezza”.

Non solo: “La nostra unità di raccolta si sta attrezzando per aumentare la raccolta di plasma, aumentando le fasce orarie e le postazioni per la prenotazione, perché in questo momento ne abbiamo bisogno per rispondere a tante patologie, a prescindere dalla sperimentazione da Covid-19” anticipa Brugnati che ha comunque in programma la sottoposizione al test sierologico dei donatori, su base volontaria, per individuare potenziali iperimmuni.

Piccolo stop al traffico: per consentire il passaggio del corteo, dalle 9.30 alle 10.30 in corso Giovecca (intersezione con via Coramari al n. 148) è prevista la sospensione momentanea della circolazione a tutti i veicoli per il tempo strettamente necessario al transito.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi