Mer 20 Mag 2020 - 349 visite
Stampa

Facciamo Ecoscuola? No!

Nella vita, quando pensi di avere visto tutto, tieni sempre un posticino per qualcosa che ti stupirà…

Iniziamo dal principio: la mozione “Facciamo Ecoscuola”, proposta dal M5S Copparo, viene approvata in data 30 dicembre 2019, non senza sterili polemiche da parte del Pd che, inspiegabilmente, opta per l’astensione.

Stavolta siamo contenti, siamo contenti che a Copparo ci sia stata finalmente intesa per il bene comune, non era per niente scontato visto che in tanti altri Comuni non è passata per mero orgoglio politico.

“Facciamo Ecoscuola” è un progetto che dà la possibilità all’Istituto Comprensivo di Copparo e di Riva del Po, uno dei più grandi della Provincia e con un territorio enorme da coprire, di usufruire di benefici fino a 20.000 euro.

Infatti, attraverso la restituzione di parte degli stipendi dei portavoce del MoVimento si possono utilizzare 3 milioni di euro per le scuole Italiane, mica brustoline…

Sembra una favola, i rappresentanti Cinquestelle donano parte del loro denaro senza divulgare niente, caspita, forse sul pianeta Marte capitano fatti del genere, sicuramente non in questa Italia fatta di politici che accaparrano per se e per le loro famiglie fino alla quinta generazione, che non si accontentano di star bene, vogliono di più, sempre di più.

Nella vita, quando pensi di avere visto tutto, tieni sempre un posticino per qualcosa che ti stupirà… in questo caso è l’amministrazione Comunale di Copparo…

Dicevamo?

Ah si, tutto bene, tutti d’accordo, gran bella cosa, bla bla ecc ecc…

Finché arriviamo ai nostri giorni, quelli in cui sulla piattaforma Rousseau si vota il progetto, per cui ci organizziamo e andiamo a votare in massa per sostenere attivamente il territorio.

C’è Codigoro, Comacchio e Ferrara, manca Copparo.

Ma come? Mozione approvata all’unanimità…

Manca Copparo, purtroppo manca Copparo, non possiamo votare il progetto, perché non c’è… perché non c’è?

La scuola non l’ha presentato in tempo?

No, il progetto manca perché la Giunta non ha comunicato all’Istituto la possibilità di accedere ai fondi, nonostante la mozione la impegnasse a farlo.

La colpa è del sindaco?

È stata l’assessora a non prendersi in carico questo passaggio, che per le sue deleghe le competeva?

Oppure un dipendente non ha fatto comunicazione ufficiale alla scuola?

Non lo sappiamo, ma siamo certi che il sindaco, l’assessora e la giunta tutta avrebbero dovuto controllare.

Quanto si è verificato per noi è un fatto molto grave: sbattimenti, competenza, correttezza, rispetto delle procedure, tutto giù per le scale di cantina.

Siamo amareggiati da questa amministrazione che con superficialità non si rende conto dei danni che provoca.

I 20.000 euro avrebbero potuto essere usati per i nostri ragazzi, ad esempio si sarebbero potuti rifare gli infissi della scuola secondario di Copparo, consentendo un risparmio energetico a lungo termine che sarebbe ricaduto su tutta la cittadinanza, dato che il riscaldamento delle scuole lo paghiamo noi.

Invece niente di tutto ciò: cercheranno di dire che non è colpa loro, cercheranno di far credere che erano al corrente della situazione, invece no, la verità è che una volta passata la mozione se ne sono fregati dei passaggi successivi.

Potranno avere assunto un portavoce, potranno andare tutti i giorni sul giornale, perché è questo che accade da un po’ di tempo a questa parte, lo avete notato? Ma mancano la competenza e la voglia di programmare il futuro: questo non è il cambiamento che cercavate, questo è solamente un ristagno paludoso.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119

Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi